|

Zàrate, un derby da rendere indimenticabile

ZARATE VUOLE FESTEGGIARE IL COMPLEANNO CON UNA VITTORIA NEL DERBYIl compleanno giocando il derby, che c’è di più bello? Tanti auguri a Mauro Zàrate, oggi compie 24 anni, l’età giusta per rimettersi in gioco e riafferrare il suo destino. Vuole farsi un regalo grande: segnare un gol alla Roma. Festeggerà in famiglia, allo stadio, davanti a più di 20 mila tifosi laziali innamorati, davanti alla fidanzata Natalie, ai genitori Rolando e Catalina e al fratello-manager Sergio (lui è sbarcato a Roma ieri). Saranno tutti in Monte Mario, faranno un tifo sfrenato.

IL SOGNO – E’ il derby di Maurito, lo giocherà al massimo, queste sono le intenzioni. E’ la sua domenica, gli annali sbagliano da sempre, fissano il compleanno cinque giorni dopo rispetto alla data reale, non è così. Mamma Catalina doveva rimettersi a lavorare e la nascita del piccolo Zàrate venne registrata in ritardo all’anagrafe di Buenos Aires (il 18 marzo 1987 e non il 13). Mauro sogna una domenica di gioia, sogna di battere la Roma, in settimana ha parlato, ha fatto una promessa: “Vinco io”. Nelle gare precedenti il tecnico friulano l’aveva lasciato in panchina. I numeri sono chiari: in campionato Zàrate non è titolare nella stracittadina da un anno e tre mesi. Era il 6 dicembre 2009 (Roma-Lazio 1-0, gara di andata del torneo scorso), da allora in Serie A non più partito dal primo minuto contro i giallorossi. Nel match di ritorno entrò al 63′ e in quello di andata (torneo scorso) giocato a novembre Reja lo sganciò al 46′ al posto di Rocchi.

GLI OBIETTIVI – Il compleanno di Mauro Zàrate è un pieno di obiettivi: il gol alla Roma che manca dal 4-2 dell’11 aprile 2009 (tiro-saetta e palla in rete, un gioiello), la Champions League da conquistare, l’ennesimo riscatto da realizzare, l’obbligo di giocare con tranquillità e disciplina tattica, la sfida contro Totti da vincere. I due “10” scenderanno in campo, ma si piazzeranno in zone diverse. Il duello va avanti da tre anni, da quando l’argentino ha messo piede a Roma. La rivalità in passato ha portato entrambi a pungersi con battute scherzose e sfottò. All’andata, dopo il match di Palermo, Zàrate rispose con un sorriso all’assenza di Totti. In passato non se le sono mandate a dire. Iniziò tutto da una dichiarazione del capitano romanista: “Zàrate è bravo ma i fenomeni sono altri”, disse il 12 dicembre 2008. E alle Iene, su Italia Uno, fu ancora più chiaro: “No, non è un campione”.

LE REPLICHE – Zàrate rispose in campo a Totti, lo fece nel derby dell’11 aprile 2009, pochi mesi dopo: “Allora, non sono un campione?”, gli disse così passandogli accanto dopo aver segnato davanti ai suoi occhi un gol da sballo. Successivamente fu sempre il capitano romanista a riaprire l’argomento: “Zàrate? Non voglio mettere zizzania. Può fare la differenza ma non è un campione. Deve crescere”, pronunciò queste parole alla presentazione del suo sito internet. Mauro torno a rispondergli a distanza di poche settimane: “Totti parla molto, si dimentica che è già finito, sarà da dieci derby che non segna un gol… Mi sembra strano che mi attacchi sempre. Io non gli rispondo e faccio quello che devo fare, cioè giocare e segnare”. Dopo la vittoria nel derby del 4-2 e dopo il successo in Coppa Italia, i tifosi biancocelesti inventarono una maglia-sfottò, quella di Mauro che soffia il trofeo al capitano giallorosso. Tutto vero, ma oggi sarà un derby diverso, Zàrate e Totti torneranno finalmente a giocarlo in campionato da protagonisti, potranno sfidarsi a viso aperto. La Roma, il compleanno, i suoi primi 24 anni. Il 13 marzo 1987 nacque un talento di nome Mauro Zàrate, il 13 marzo 2011 si gioca un derby che può farlo tornare grande.

Fonte.corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8207

Posted by on Mar 13 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...