|

Una Lazio sempre più straniera: sarà Marchetti l’unico titolare italiano

Una Lazio sempre più straniera: sarà Marchetti l'unico titolare italianoLa Lazio punta sugli stranieri. Viva l’estero, viva gli stranieri e una campana di vetro per proteggere Federico Marchetti, l’ultimo dei Mohicani, l’unico italiano che oggi sarebbe titolare nella nuova Lazio. Da Ederson a Breno, fino al turco Yilmaz in arrivo. E poi un anno fa Klose, Cisse, Stankevicius, Lulic, Cana. Lotito e Tare guardano fuori, il panorama da queste parti non è poi così interessante.
Secondo davide Stoppini per La Gazzetta dello Sport non ci sarebbe da stupirsi: in fondo persino Olympia, il simbolo del club, è un’aquila reale americana allevata in Canada, ben fuori il Grande Raccordo Anulare. Viva l’estero, dove l’affare è dietro l’angolo: uno come Klose, spiegano a Formello, se l’avessero svincolato in Italia piuttosto che al Bayern non sarebbe stato possibile prenderlo. L’esempio più affascinante del Lotito-style è il bosniaco Lulic, preso dallo Young Boys per tre milioni e per il quale la Lazio ne ha rifiutati 15 a gennaio. Per carità, ci sono i pro e i contro. Ma soprattutto, ci sono i perché. È un fatto che in Italia Lotito si sia costruito il nome del presidente con il quale è difficile trattare. E così il Mohicano Marchetti è arrivato sì dal Cagliari, ma senza trattativa, pagando una clausola rescissoria di 5,2 milioni. L’eccezione, quella vera, si chiama Genoa, l’amico Preziosi, con il quale Lotito si è scambiato un paio di volte Sculli e ha trovato il modo di rinforzarsi prendendosi Floccari, Biava e Konko, sfiorando pure l’intesa — due stagioni fa — per un certo Boateng. E chissà che il feeling non produca altri affari: ora piace Kucka, hai visto mai.
E ora Yilmaz Sul resto, meglio guardare altrove. I gioiellini della Primavera che ha sfiorato lo scudetto sono i nigeriani Onazi ed Emmanuel, oltre al romeno Marin. Pure l’allenatore, Vladimir Petkovic, è arrivato dal Canton Ticino, sconosciuto alla platea italiana. Viva le scommesse. La più grande di tutti fu quella per Mauro Zarate, preso dal Birmingham e pagato 20 milioni abbondanti all’Al Sadd. Sulle qualità di Ederson non si discute: a spaventare sono i suoi continui infortuni e i (soli) 1042′ giocati nell’ultima stagione. Di Breno si è scritto tutto, ora basta solo aspettare l’esito del processo penale. Yilmaz è il centravanti che a Formello sognano, anche se Fulham e Tottenham stanno spaventando Lotito. E poi il polacco Polanski, il danese Poulsen: la Lazio studia l’Europeo, altro che Italia. Dell’undici titolare solo tre calciatori sono arrivati da trattative «interne»: Ledesma nella notte dei tempi, e poi Konko e Marchetti. Una scelta, sì. O una via a senso unico.

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=20138

Posted by on Giu 18 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...