|

Tare: “Zarate voleva andarsene”

LAZIO, Tare: Zarate voleva andarseneVia allo scaricabarile, è stato Zarate a voler andare via, è la po­sizione della Lazio, facile da prevedere. Ha parlato il diesse Tare, ieri ha orga­nizzato una conferenza di fine mercato per spiegare le mosse del club: «E’ sta­ta una sua volontà andare all’Inter. Con Zarate ho avuto un rapporto segreto, parlavamo spesso, mi ha sempre detto che un gior­no avrebbe voluto giocare in una grande squadra, io ritengo tale la Lazio. Una cosa è certa, ogni scelta è stata fatta solo per il bene della società» . Il bene della Lazio, se­condo la società, si fa vendendo un gio­iello o spingendolo a partire. Tare ha parlato di un progetto di 2-3 anni: «Nel calcio c’è un aspetto molto importante ed è il gruppo – ha detto il diesse nel mo­nologo iniziale –penso che rappresente­rà la nostra forza. Nella Lazio tutti sono utili e nessuno è indispensabile, voglia tornare a grandi livelli internazio­nali. E’ un percorso che a volte ha biso­gno anche di scelte non condivise, ma che siano utili per il bene della causa. Per i prossimi due-tre anni il nostro obiettivo è crescere ancora di più».

Tare, chi mente? Lei e Reja dite che Zarate voleva andare via, il giocatore ha dichiarato il contrario. I tifosi devo­no sapere la verità.

«La verità è ciò che ha ribadito anche Za­rate, cioé che la sua volontà era andare al­l’Inter e ha fatto tutto e di più per raggiun­gere l’obiettivo».

Zarate ha detto pu­re che Reja l’ha escluso dal progetto sindal primo giorno di ritiro.

«Io commento solo le scelte fatte dal­la società: c’è chi ha deciso di rimanere nella Lazio come Ledesma e Radu, c’è chi ha scelto di andare via ed è stato ac­contentato».

Avete acquistato subito Klose e Cisse,

Zarate era già stato bocciato?

«Li abbiamo presi entrambi voluta­mente, volevamo dare un segnale im­portante relativamente alle ambizioni della società. La cessione di Zarate a quel tempo non era nei nostri piani, poi sono nate delle problematiche».

Allora Zarate era diventato un pro­blema…

«No, un giocatore da solo non può es­sere il problema di una società. Zarate è stato un punto di riferimento, la sua cessione è dovuta anche ad una sua vo­lontà ».

Zarate in sovrappeso, Zarate vuole andare via. Le parole di Reja sono sta­te pesanti, sono questi i problemi che vi hanno spinto verso il divorzio?

«Intanto voglio sottolineare che il rap­porto di Zarate con la squadra, a livello privato, non è mai stato negativo. E’ sta­to detto che ci sono gruppetti nella La­zio e che qualcuno ha voluto farlo fuori, non sono cose vere. Non decidiamo mai in base al volere dei giocatori. Per quan­to riguarda il resto ci sono delle regoleche vanno rispettate da tutti: non è po­sitivo presentarsi ad inizio ritiro in so­vrappeso di 6-7 chili, non lo è per nessu­no ».

Quando si cede uno come Zarate è una sconfitta. E perché l’avete vendu­to solo all’ultimo?

«Non penso sia stata una sconfitta. Che Zarate sia un campione è vero, sa­rei un idiota se dicessi il contrario, ma non ha completato il suo processo di crescita. E’ stato venduto l’ultimo gior­no perché prima non c’è mai stato un interesse concreto».

Cosa dice ai bambini che piangono per la sua partenza?

«Li capisco, veramente. Ma i senti­menti noi dirigenti a volte dobbiamo metterli da parte. Nella vita vanno pre­se decisioni per il bene della causa. Spe­ro che in futuro tutti quanti saremo con­tenti ».

Zarate via dopo Pandev, Kolarov, Li­chtsteiner e Muslera. Perché la Lazio perde i più giovani e forti? Non è trop­posemplice dire che hanno scelto di andare via?

«E’ stata una loro volontà e l’esperien­za vissuta con Pandev deve insegnare qualcosa, tenere i giocatori controvoglia è controproduttivo. Questo non vuol di­re che siano stati dei traditori, le scelte sono state fatte in comune».

Kolarov e Lichtstei­ner ceduti a cifre diver­se. L’operazione Zarate (prestito di 2,7 milioni con riscatto a 15,5) non è un errore?

«La situazione econo­mica del calcio europeo non consente di chiede­re quanto vorresti. Zara­te poi non era reduce da un momento positivo».

Se tornerà grande sarà venduto a 18 milioni, cioè sottoscosto.

«Spero comunque che torni ai suoi li­velli, il calcio ha bisogno di giocatori co­me Zarate, per vari motivi negli ultimi anni non si è ripetuto».

E’ partito Zarate, non è arrivato nessuno. Perché?

«Abbiamo completato una rosa che era già forte, in ogni ruolo ci sono due scelte, dunque almeno 20 calciatori che possono essere titolari. Sono arri­vati giocatori forti, con caratteristiche che mancavano, l’obiettivo è miglio­rare il risultato dell’anno scorso».

Serviva un terzino si­nistro, è arrivato Lu­lic, Reja lo vede ester­no alto. Sulle fasce la Lazio si è indebolita.

«Lulic può fare il ter­zino, può giocare a cen­trocampo ed esterno alto, lo abbiamo detto subito. Konko ha esperienza a livello internazionale. Garrido, è vero, non è stato il giocatore che ci aspettavamo, ma nel precampionato è stato uno dei più positivi. Zauri ha esperienza ed è duttile, Stankevicius può fare due ruoli, non dovremmo avere proble­mi».

Fonte: Il Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=12406

Posted by on Set 2 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...