|

Si e’ spento un mito biancoceleste Bob Lovati

MORTO A ROMA BOB LOVATI UN VERO UOMO BIANCOCELESTE, BOB LOVATI MORTO A ROMA GRANDE LAZIALE, BOB LOVATI CINQUANT'ANNI DI LAZIOSi è spento oggi, a Roma, a 84 anni, lo storico giocatore e dirigente biancoceleste Bob Lovati. 

Lovati era, forse, l’ultimo simbolo di una lazialità vera, profonda e viscerale: un vero e proprio riferimento biancoceleste negli ultimi cinquanta anni. 

 

Nato a Cusano Milanino (MI) il 20 luglio 1927, inizia a giocare come portiere con la squadra dilettantistica del US Gerli. Nel 1947-1948 viene acquistato dal Pisa con cui, la stagione successiva fa il suo esordio nel campionato di Serie B. Nel 1952-1953 passa al Monza, sempre nel campionato cadetto, dove rimane per due anni come titolare. Nel 1953-1954 è a Torino, sponda granata, con cui debutta in Serie A.

L’anno successivo approda alla Lazio, per sostituire Aldo De Fazio e Giuseppe Zibetti che avevano preso l’eredità di Lucidio Sentimenti.

Con la maglia biancoceleste vince la Coppa Italia del 1958. Appende gli scarpini al chiodo nell’estate del 1961, a 33 anni, dopo che nell’ultimo campionato gli sono stati spesso preferiti Idilio Cei e Franco Pezzullo.

Dal giorno dell’addio al calcio giocato, Lovati diventa il factotum della Lazio; viene chiamato a ricoprire il ruolo di istruttore dei giovani (è proprio Lovati a lanciare giocatori del calibro di Tassotti, Massa e Montesi), di osservatore, di dirigente, di allenatore della squadra De Martino, di vice-allenatore e di allenatore della prima squadra (più volte, e sempre nei momenti di difficoltà). Tutti ruoli ricoperti con il massimo impegno, con grande umiltà, ma soprattutto con grande spirito di attaccamento alla “sua” Lazio.

Un legame indissolubile con la gloriosa società capitolina che ne fanno, al di là dei meriti sportivi, l’uomo simbolo della lazialità. Il bilancio da allenatore è di 110 partite (93 in campionato, 12 in Coppa Italia e 5 in Coppa delle Alpi) e la conquista della Coppa delle Alpi nel 1971.

Nella Lazio Bob Lovati ha ricoperto numerosi incarichi, da quello di allenatore delle giovanili a quello di preparatore dei portieri fino ad arrivare ad essere nominato direttore sportivo a cavallo tra gli anni settanta ed ottanta. È stato anche capo degli osservatori e talent-scouts.

Tutta la redazione di sslazionews.it esprime profondo cordoglio a tutta la famiglia

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8627

Posted by on Mar 30 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...