|

Sculli è la nuova freccia biancoceleste

SCULLI E' LA NUOVA FRECCIA BIANCOCELESETE, SCULLI STA INTRANDO IN FORMA, SCULLI CONTRO IL BARI GIOCHERA' A SINISTRA NEL 4-2-3-1Un mese di Sculli, sta entrando in forma. Corsa, sacrificio, agonismo, carattere, un assist a Kozak, contro la Fiorentina: gli manca un altro po’ di fiato, gli manca il gol. Beppe all’assalto del Bari di Bortolo Mutti (suo ex tecnico al Messina), sogna di far festa all’Olimpico. Ha perso due chili da quando è arrivato a Roma (18 gennaio scorso), l’infortunio muscolare patito a Genova lo costrinse ai box per quattro mesi, non è mai facile rialzarsi. Sculli, quello vero, sta arrivando.

LA SESTA – Firmerà la sesta presenza, Reja lo piazzerà a sinistra nel 4-2-3-1, lo farà agire esterno d’attacco così come l’ha utilizzato pure a Brescia. Per missione dovrà assistere Kozak, ma avrà licenza di colpire. Sculli è la nuova freccia della Lazio, è stato l’unico acquisto del mercato invernale, è arrivato per garantire il cambio di marcia là davanti, in rosa non c’era uno come lui, deve assicurare le accelerazioni, deve sveltire l’azione offensiva. E’ sbarcato nella capitale per essere utilizzato da jolly. In carriera ha coperto tutto il campo dalla mediana in avanti, ha fatto il centravanti, la seconda punta, l’esterno di centrocampo, può essere utilizzato all’occorrenza.

LA CHIAVE – Lo staff tecnico da settimane l’ha messo sotto per fargli raggiungere il top della forma. Sculli è alla Lazio da un mese esatto, sta terminando il rodaggio, aveva bisogno di tempo per rimettersi in sesto, per riacquisire slancio, sprint e resistenza. Sculli ha bisogno di star bene per offrire un ottimo rendimento, ha bisogno di forza muscolare e di fiato per giocare sulla fascia. E’ abitutato ad attaccare e a difendere, è un esterno che si è sempre sacrificato in carriera. I suoi maestri concordano sul giudizio: “Sculli si è fatto sempre apprezzare perché non si è mai limitato alla fase offensiva, cura anche quella difensiva. Bisogna premiare i giocatori che si rivelano preziosi in fase di non possesso palla, si rendono ancora più utili e ti permettono di avere una copertura diversa”, così dice di lui Gianni De Biasi (l’ha allenato a Brescia e a Modena). E Giampiero Gasperini, l’allenatore che l’ha allevato nelle giovanili della Juve e del Genoa, di recente l’ha presentato così: “Sicuramente ha un livello agonistico molto alto, anzi qualche volta va controllato e penso che negli ultimi anni abbia imparato a farlo. E’ sicuramente meno impulsivo di quanto lo era in passato ed è un giocatore trainante anche nello spogliatoio”.

LA STORIA – Sculli fu scoperto da Beppe Ursino, il diesse del Crotone, lo individuò per le strade di Siderno (in provincia di Reggio Calabria, Sculli è nato a Locri). Lo presentò alla Juve di Luciano Moggi, i bianconeri gli diedero fiducia, lo fecero crescere. Beppe iniziò a fare bene con la Primavera, da centrocampista raffinato si trasformò in attaccante sgusciante. La Juve lo portò a spasso per l’Europa e gli regalò qualche gettone di presenza tra Intertoto, Coppa Italia e Coppa Uefa. Ursino decise di riscommettere su di lui a Crotone, lo fece accomodare in panchina. Fu Giuseppe Papadopulo, l’ex tecnico biancoceleste, a concedergli una grande occasione. Da allora Sculli non ha mai smesso di correre.

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7598

Posted by on Feb 20 2011. Filed under News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...