|

Rinnovo di Reja, Lotito propone un biennale

RINNOVO DI REJA LOTITO GLI PROPONE UN BIENNALE, LOTITO RINNOVO DI REJA PER DUE STAGIONISono stati in Slovenia e dopo mesi hanno iniziato a riparlare del futuro. La Lazio e Reja ieri hanno assistito alla gara dell’Italia, l’occasione è stata utile per confrontarsi. Erano sulle tribune dello stadio Stozice di Lubiana: c’era il tecnico biancoceleste, c’era il presidente Lotito. I colloqui proseguiranno nelle prossime ore, Reja non rientrerà a Roma (l’allenamento di stamane sarà svolto dal vice Lopez), si fermerà a Lucinico, nella sua residenza in provincia di Gorizia, e oggi potrebbe rivedere il presidente(rimarrà in zona, forse andrà a Cortina). Lotito, nelle vesti di Consigliere federale, allo stadio ha parlato molto con Nicchi, il presidente dell’Aia (associazione italiana arbitri, ndr). Il patron pensa alla conferma di Reja, l’ha sempre data per scontata ed è tornato a corteggiare l’allenatore dopo il clamoroso sfogo contro le critiche dell’ambiente. Il viaggio servito anche per scrutare qualche talento straniero e per assistere all’esibizione di Mauri. Le dichiarazioni dell’azzurro hanno fatto discutere per giorni (“i tifosi ci trasmettono negatività”). Reja, da criticato, l’ha difeso: “Non ha detto niente di male, lo vedrò dopo la partita. Perché sono qui? Me lo ha chiesto il presidente Lotito”.

I FATTI. Il rapporto tra Reja e i tifosi vive una crisi, Lotito non è il tipo che si fa condizionare dagli umori del popolo, non a caso è entrato in azione. Edy ha rimandato a maggio ogni questione, ha agito così per scaramanzia, vuole compiere la missione che gli è stata affidata e valutare il futuro a bocce ferme. Ma quella che sta per concludersi non è stata una settimana banale: le contestazioni e l’amarezza di Edy hanno accelerato le operazioni in società.

LA TRATTATIVA. Società e allenatore stanno parlando, è difficile prevedere cosa succederà. Si capirà tra oggi e domani. Lotito vorrebbe proporgli un contratto di due anni, Reja ha sempre firmato accordi annuali, ma è stuzzicato dal progetto del presidente. Ha 65 anni e la prospettiva di continuare la carriera con la Lazio lo intriga molto. Per stringere un nuovo patto serve chiarezza su alcuni punti. 1) Reja si è sentito ferito per le “offese verbali” che ha ricevuto, vorrebbe più considerazione per il lavoro svolto in 13 mesi. 2) Ciò che chiede è un progetto condiviso e di prospettiva, va trovata un’intesa sui rinforzi e sulle cessioni e ovviamente sullo stipendio.

NIENTE SEDUTA. Ieri Reja ha allenato la squadra di mattina ed è partito nel pomeriggio, ha concesso tre giorni di riposo, ritroverà la Lazio martedì. Edy è molto legato alla Slovenia, il padre era sloveno, parla la lingua e a Lubiana ha fatto tante interviste con le emittenti locali, ha ancora dei parenti in questa terra. E’ conosciuto e molto amato dal popolo, dalle istituzioni politiche e sportive. La Federazione pensò a lui come cittì.

REJA E LA SLOVENIA. Reja e la Slovenia, una bella storia, affonda le radici nel passato. Edy è nato da madre italiana e pa­dre sloveno, questa terra confina con la sua (è di Go­rizia), è cresciuto in Italia ma da quelle parti ha vissu­to momenti importanti di vita. Parla lo sloveno, ha l’abitudine di sconfinare con la bicicletta: spesso balza in sella, percorre cir­ca 40 chilometri lungo le colline slovene e fa visita ad una cugina di secondo grado che abita a Vipolze, un piccolo paesino famoso per i suoi castelli. Edy si ac­comoda in casa, gli offrono un buon bicchiere di vino bianco, Chardonnay per la precisione, ma lui ama il Sauvignon e la Ribolla. La Slovenia qualche anno fa lo voleva cittì della Nazionale, la Federazione lo contattò, Reja era allenatore del Na­poli, non lasciò la società azzurra: « Se mi avessero chiamato subito dopo il Na­poli avrei accettato al volo» , disse poco tempo pri­ma di firmare con i croati dell’Hajduk Spalato. La sua presenza a Lubiana ieri non è stata casuale ed è servita anche per iniziare a parlare del futuro biancoceleste.

La forza del legame con il popolo slove­no è stata certificata a gen­naio, alla vigilia del derby di Coppa Italia contro la Roma: Reja fu invitato al Quirinale dal presidente della Repubblica di Slove­nia, Danilo Turk, alla pre­senza del presidente Gior­gio Napolitano. L’incontro avvenne in occasione del ricevimento organizzato in onore della visita in Italia del numero uno sloveno. Edy presenziò e poi rien­trò di corsa a Formello per allenare la squadra in vi­sta dell’impegno coi giallo­rossi. «Sono più estroverso con un’influen­za slovena da parte di mio padre. I friulani sono timi­di e severi con loro stessi, ho questa mentalità, ma il girovagare mi ha cambia­to », disse Reja in un’inter­vista del passato. Ha girato in lungo e in largo l’Italia, è nel calcio da 40 anni, lasciò casa quando ne aveva 16, iniziò a dividere le espe­rienze di vita con Fabio Ca­pello, erano due giocatori giovanissimi, intrapresero la carriera nella Spal. Edy Reja è un uomo che si fa apprezzare, porta avanti la sua signorilità e raccoglie consensi in tante parti d’Europa.

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8544

Posted by on Mar 26 2011. Filed under Calciomercato, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...