|

Riedle: “nel derby tifo Lazio e Klose sarà ancora decisivo”

Riedle: “Kalle” Riedle è uno che nel cuore della gente ci è rimasto, se l’è saputo conquistare in tre anni intensi, anni di transizione, che vedevano la Lazio passare dalle mani di Calleri a quelle di Cragnotti. Tre stagioni con la maglia della Lazio: 94 presenze e 32 gol. Riedle era un attaccante che sapeva giocare per la squadra, era uno che sul campo lasciava tutto, per pungere nel momento topico, magari alzandosi in cielo, staccando da terra e spingendo la palla in rete di testa, con quello che era il suo colpo principe. Karl-Heinz è uno che la carriera l’ha dipinta con pennellate importanti, colori vivi e una firma in fondo al quadro lasciata il 28 maggio 1997, quando all’Olympiastadion di Monaco trascinò il Borussia Dortmund, con una doppietta, alla conquista della Champions League: 3-1 dei tedeschi sulla Juve di Lippi. Nel ricco palmares di Riedle c’è anche un Mondiale, vinto nel 1990, proprio a Roma, in quell’Olimpico che sarebbe diventato, nel giro di un mese, il suo stadio. La Lazio gli è rimasta dentro, il biancoceleste gli scorre ancora nelle vene, l’affetto della gente, a pensarci, ancora lo scalda. “Ricordo benissimo quando giocavo in coppia con Ruben Sosa –ha detto in Esclusiva ai microfoni de Lalaziosiamonoi.it, i tifosi della Lazio mi sono rimasti nel cuore. Quella italiana è stata sempre una grande avventura e per me è andata molto bene. Da Riedle a Klose: dopo vent’anni, la bandiera tedesca continua a sventolare accanto a quella biancoceleste. Due attaccanti formidabili, centravanti sopraffini. Miro e Kalle: destini incrociati, caratteristiche diverse, ma stessa capacità di attirare l’affetto dei tifosi. Klose in Germania è un monumento, è ad un passo dal record di Muller, ieri ha indossato la fascia di capitano, spera di vincere qualcosa d’importante come ha fatto Riedle. I laziali vedendo Miro, hanno riassaporato le gesta di Kalle. Lui, il bomber, incensa il connazionale. Klose, l’ho detto anche tempo fa, è un attaccante completo, forte tecnicamente, di grande esperienza. E’ maturo sia come calciatore che come uomo, può fare la differenza”. La sconfitta contro la Francia, ieri in amichevole, non ha ridimensionato le ambizioni della Germania. La selezione teutonica è un mix letale di gioventù ed esperienza, di tecnica e fisicità. Il ballottaggio che tiene banco già da tempo è quello tra Klose e Mario Gomez: i tedeschi hanno nel dna il 4-2-3-1, ci sarà spazio solo per uno tra Miro e il “Torero” . Centravanti prolifici, in grande forma, per Loew sarà dura fare una scelta. Riedle, però, esprime la sua preferenza. “Klose può diventare titolare all’Europeo, anche se non è sicuro, si è visto anche ieri sera. Sarà una sfida fino all’ultimo con Gomez. Miro è un attaccante che alla Germania può dare tantissimo. A livello di nazionale, davanti siamo messi molto bene”. Solo 72 ore e a Roma sarà derby,  una partita che Kalle conosce benissimo. Il 6 ottobre 1991 portò in vantaggio la Lazio, in casa dei giallorossi. Poi la Roma, con Rizzitelli, raggiunse il pareggio. Era un periodo in cui il segno “X” faceva da costante nella stracittadina. Quattro mesi e mezzo fa, Miro Klose si è preso derby e leggenda piazzando la zampata decisiva al minuto 93, regalando una vittoria attesa da tanto tempo e conquistata nel modo più bello. Riedle scommette ancora su Miro, ma niente pronostici. La Lazio è stata parte della sua vita, guarderà la partita sperando in un nuovo trionfo biancoceleste “Quello che posso dire è che nel derby faccio il tifo per la Lazio e per Klose. Lui può essere di nuovo fondamentale”. Se lo augura Kalle, lo sperano tutti i tifosi laziali.

Fonte: Lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=17075

Posted by on Mar 1 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...