|

Reja e la speranza chiamata Cisse

Reja e la speranza chiamata CisseTra arrivi sospesi e partenze «congelate», la Lazio mantiene il suo punto fermo: Djibril Cissé. «Resto per vincere – ha detto il francese mercoledì sera al galà per i 112 anni della società – Prima lo scudetto o una coppa, poi mi tatuo la Lazio sulla pelle». Piani a lungo termine, insomma. Disfatte le valigie e smorzato l’interesse delle pretendenti, Cissé non si separerà dalla Lazio, almeno a gennaio. A Roma c’è una sfida ancora da vincere e le strategie della società biancoceleste sul mercato accompagnano la voglia di rivalsa del francese, dato sul piede di partenza non più di due settimane fa. «Djibril è un giocatore che sta recuperando rispetto al 2011 – la conferma di Reja – è sulla strada buona per poter dare un contributo importante». Il peggio è passato, sembra dire il tecnico. Nel disastro di Siena Cissé è stato uno dei meno negativi, col Verona ha sfornato l’assist per Rocchi e ha chance di giocare accanto a Klose contro l’Atalanta, domenica alle 12.30: l’obiettivo di Reja è farlo finalmente sbloccare.

Non che la situazione intorno al francese non sia fluida, a gennaio ci si aspetta un salto di qualità. Semplicemente la Lazio, di questi tempi, ha ben altro di cui occuparsi. Anche ieri Reja si è trovato a dirigere un allenamento a ranghi super ridotti – col nuovo Alfaro, appena ufficializzato dalla società – a causa dell’emorragia di infortuni. E il problema di mettere insieme un undici affidabile con cui reggere l’urto dell’Atalanta, una delle squadre più in forma del campionato, è la vera priorità del momento.

Per questo anche l’«affare fatto» – Sculli al Genoa – è stato momentaneamente sospeso. Ieri il giocatore era a Formello, anche se non si è allenato col gruppo a causa di un indolenzimento al polpaccio. Il Genoa pressa per averlo, ma sulla contropartita offerta – il guineano naturalizzato francese Kevin Constant – alla Lazio si è aperta una discusione. Il giocatore è valido, ma non convince del tutto. Reja è più allettato dalla possibilità di prendere dal Genoa il quasi 20enne tedesco Aleksander Merkel, sul quale, però, pesa come un macigno il «niet» del Milan, proprietario dell’altra metà del cartellino. «La Lazio cerca un giocatore con altre caratteristiche rispeto a Constant – ha detto ieri il patron del Genoa, Enrico Preiosi – Ma che noi siamo  impossibilitati a cedere». Lotito, però, non si è rassegnato e sta provando a mettere le mani almeno sulla metà genoana di Merkel. Altrimenti «se la Lazio troverà un altro nostro giocatore che ritiene interessante, allora lo scambio avverrà – ha continuato Preziosi – Io spero che Sculli possa tornare, ma se non sarà possibile cambieremo obiettivo».

Pur di dare la scossa alla trattativa, Constant ha anche mandato a vuoto la chiamata della Guinea per la Coppa d’Africa disertando, previo fax di spiegazioni, il ritiro di Abidjan. Ad oggi, un sacrificio inutile. Stendardo-Atalanta: domenica si fa.

Fonte:corrireredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=15446

Posted by on Gen 13 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...