|

Pioli e il santone Memehir Girma

Pioli, santone, Memehir GirmaL’addio di Reja, i dubbi di Candreva e il presidente Lotito che promette tanto a proposito del nuovo organico: al netto di qualsiasi pericolo pare che la Lazio in questi giorni non somigli più a un girone dell’inferno dantesco, dopo aver sentito ripetere nella scorsa stagione che gli atleti di prospettiva non volevano più sbarcare a Formello. Queste sensazioni dovrebbero appartenere pure al nuovo allenatore Stefano Pioli, nonostante le eccessive perplessità che la sua scelta ha determinato nel popolo biancoceleste, ancora in gran parte all’opposizione come dimostrano i pochi fedeli d’una campagna abbonamenti partita quasi invano il 3 giugno. Che strano: arrivato ad agganciare la grande occasione fra i saliscendi di una carriera che si è sempre sviluppata nel decentramento, il nuovo tecnico dovrà barcamenarsi fra proteste e indifferenza provenienti da lontano, cioè quella situazione ambientale, senza precedenti un po’ ovunque, che ha di fatto allontanato il goriziano dopo lunghe riflessioni. Siamo schietti: Pioli ha quanto meno il nostro incoraggiamento e inoltre va aggiunto che parecchi addetti ai lavori lo ritengono un precettore abile nel gestire i gruppi e preparare le partite, cui mancano solo un po’ di fortuna e un po’ di coraggio in più per andare spedito a imporre il proprio gioco. E se ciò non fosse vero, se risultassero leggenda tutti i giudizi benevoli che lo accompagnano, va comunque precisato che qualsiasi lavoratore del pallone non può essere catalogabile prima di averlo visto all’opera. Schivo e incapace di allenare i giornalisti, il personaggio finora è stato raccontato male, a nostro avviso, fra luoghi comuni e fuorvianti apparenze. Vale la pena allora ricordare in breve che non tutti nascono con le stigmate di Mourinho, ma si può esplodere anche verso il bivio dei 50 anni come dimostra per esempio la stessa storia da girovago dell’indimenticabile Osvaldo Bagnoli, poi artefice del Verona scudetto-1985. Pioli, parmense di scuola juventina, discreto stopper agli ordini di Trapattoni con cui gioca la finale di coppa Campioni nella drammatica notte dell’Heysel, parte senza raccomandazioni come insegnante di calcio e si aggiudica subito lo scudetto allievi 2001 sulla panchina del Bologna. Poi, approdato al professionismo subisce 4 esoneri (Modena, Parma, Palermo e Bologna) e coglie soddisfazioni inaspettate arrivando ai play off di B in 3 circostanze, Modena due volte, e Sassuolo, senza completare l’opera. Più avanti si specializza in salvezze, Salerno, Piacenza e Grosseto, etichetta che vorrebbe togliersi grazie a una Lazio divertente da riportare in Europa e possibilmente ai confini-Champions. Certo, non dimentica l’esonero di Bologna, 7 gennaio scorso, dove era arrivato proveniente dai successi arpionati nel Chievo, quindi meritevole di allenare talenti tipo Diamanti, Gilardino e Gabbiadini (tredicesimo posto) prima dello sfascio di cinque mesi fa sotto gli occhi di Guaraldi e del presidente onorario Gianni Morandi. Qui non intende diventare una meteora e, forse, a raggiungere gli obiettivi che si prefigge, lo aiuterà perfino il santone abissino ortodosso Memehir Girma, che si è concentrato giorni fa con i suoi magheggi, presente Claudio Lotito, su Villa San Sebastiano. Ma al di la di qualsiasi pratica scaramantica le prime mosse dei dirigenti biancocelesti sul mercato fanno pensare che il successore di Reja venga messo nelle condizioni migliori per potersi esprimere in cima a una squadra ringiovanita e di caratura tecnica superiore alle ultime stagioni. Sì, acquisite le prestazioni di Basta, Djordjevic, Parolo e chissà se dei difensori Astori e De Vrij, la Lazio di Pioli, settimo allenatore di Lotito, vanterà potenzialità probabilmente maggiori rispetto ai mezzi che ebbero i predecessori. Sì tratta di aspettare, solo chi cade può risorgere.

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=32422

Posted by on Giu 20 2014. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...