|

Petkovic vuole vincere per scalare la classifica

Lazio migliore difesa in EuropaSul più bello ha perso Floccari e di nuovo Ederson, ma il recupero di Klose gli consentirà di ripresentare la solita Lazio con la versione campionato (4-1-4-1) che gli ha permesso di entrare stabilmente tra i primi posti. La prova entusiasmante di Maribor ha esaltato anche Petkovic, assalito dal dubbio di confermare il 3-4-3. Rinvierà l’esordio della nuova formula in campionato, ma il tecnico di Sarajevo ha chiesto ai suoi giocatori un’altra prova d’orgoglio e di grande forza. Il successo fuori casa manca dall’inizio di ottobre, serve un colpo lontano dall’Olimpico per riproporsi davvero in chiave Champions e continuare a scalare la classifica, dando seguito alla rimonta avviata nel derby con la Roma, tornata di nuovo sotto. Dal freezer sloveno di Maribor al gelo di Bologna, Petkovic si augura di rivedere stasera al Dall’Ara una Lazio capace di scaldare i cuori.La Fiorentina ha perso prima del confronto diretto tra Inter e Napoli. E’ un’occasione per la Lazio?«Non per questo motivo. Per la Lazio è importante confermare l’ultima prestazione di Europa League in campionato. Vogliamo vincere e conquistare i tre punti. Questo è più importante di tutto il resto».A Bologna non sarà facile, ma la Lazio sta bene.«Come ho già detto le ultime volte, stiamo ritrovando la miglior condizione psico-fisica. Il Bologna è forte e in casa, davanti alla propria gente, ci crede ancora di più. Campo ostico. Se vogliamo restare nei piani alti della classifica, bisogna giocare su qualsiasi campo con la convinzione necessaria per prendere tre punti».Con il ritorno di Radu la difesa ha ritrovato sicurezza.«Non è questione di Radu o di altri giocatori. Per difendere bene bisogna lavorare in dieci. Radu sta ritrovando la forma, può ancora migliorare, si sta integrando con gli altri tre della difesa».Tra i dubbi ci può essere il modulo dopo aver provato con successo la difesa a tre a Maribor?«Il modulo dipende dai giocatori disponibili, prima devo capire chi può scendere in campo. Sono molto contento di avere qualche possibilità in più e applicare diversi principi di gioco. Contano i concetti, non il modulo».Roma e Fiorentina a che livello sono rispetto alla Lazio?«La classifica dice tanto. All’Olimpico era un via vai di azioni offensive e difensive. Era normale che tenessero un ritmo alto per quel tipo di gioco. Noi siamo competitivi. Dovremo dimostrare sul campo se più forti o meno forti di Roma e Fiorentina».Da qui a Natale quattro partite. Servirà un altro sforzo o gestirà con il turnover?«Tutte le partite sono importanti. Pensiamo alla prossima, senza fare calcoli. Servono continuità, risultati e concentrazione».E’ vero che non guarda la classifica, ma ora i risultati del campionato cominciano a mettere pressione su tutte le squadre. Si aspetta una Lazio capace di gestire la pressione?«Vedo una squadra serena, convinta, pronta a lavorare bene. Ultimamente abbiamo avuto qualche giorno in più per lavorare meglio. Si deve continuare pensando alla prossima partita, cercando di sviluppare un calcio produttivo. Avanti sereni e senza calcoli».Cosa pensa del Bologna e che tipo di partita si aspetta?«A loro mancherà un attaccante importante, devo preparare la squadra in base a varie possibilità. Il Bologna potrebbe giocare con la difesa a tre oppure a quattro. Saremo pronti per ogni situazione, ma è più importante come entreremo e ci presenteremo noi in campo».Diamanti agirà tra le linee. Può influenzare le sue scelte?«Non creo la mia squadra in funzione degli avversari, questo sia chiaro. Poi la nostra impostazione ci deve portare a evitare sorprese da parte dell’avversario».La Lazio non è mai stata considerata come possibile anti-Juve. Le dà fastidio?«Forse è meglio così. Forse per gli altri non siamo abbastanza grandi per competere con le prime cinque o sei squadre del campionato. In questi tre o quattro mesi abbiamo fatto cambiare opinione a molti, dobbiamo continuare a farlo».In città si vive un derby continuo. E’ preoccupato della rimonta della Roma?«La Roma è una delle 19 squadre del campionato, insieme a noi. Noi non giochiamo un campionato pensando alla Roma, ma giochiamo il nostro campionato con l’obiettivo di stare davanti a più squadre possibile».

Fonte:Il Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=25024

Posted by on Dic 10 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...