|

Petkovic elogia i suoi: “L’importante era fare un’ottima gara… Gazza? Ha lasciato il segno”

Lotito, vittoria di Petkovic e della squadra. De Rossi ha chiesto scusa a Mauri negli spogliatoiNon arriva la vittoria, ma la Lazio passa lo stesso. Nella giornata del ritorno di Gazza, delle lacrime sotto la Nord e dell’abbraccio di tutto il popolo laziale, i ragazzi di Petkovic erano chiamati ad incorniciare una serata emozionante con una bella vittoria, ma, nonostante ci abbiano provato in tutti i modi, non ci sono riusciti. Una partita assolutamente dominata da Ledesma e compagni, al quale è mancato solamente il gol, cercato e sfiorato ripetutamente nel corso del match. Ad analizzare quello che è successo sul terreno dello Stadio Olimpico, ci ha pensato il tecnico biancoceleste, Vladimir Petkovic, che dai microfoni di SkySport ha elogiato i suoi, senza preoccuparsi troppo dell’occasione sprecata: “Era importante tornare a giocare bene, come abbiamo fatto finora, tranne che con la Juve dove abbiamo stentato, ma oggi abbiamo dimostrato che possiamo fare molto bene anche contro una squadra come il Tottenham. È mancato soltanto questo gol, dopo aver creato 4-5 occasioni chiare, ma nonostante questo devo  sicuramente fare i complimenti ai ragazzi per quello che hanno fatto nei 90 minuti”. E’ soddisfatto Petko. I suoi ragazzi hanno interpretato la contesa alla sua maniera, attaccando gli avversari e dominandoli per tutto l’arco della gara. Una gara che dà la consapevolezza che questa è una rosa che può far bene su ogni campo, come ha spiegato lui stesso: “Quanta strada possiamo fare? Non lo so… Sicuramente vogliamo vincere ogni partita, facendo bella figura, a partire dalla gara di Maribor dove andremo per assicurarci il primo posto, nel quale ci troviamo dall’inizio della competizione. Dopo dipende anche dalla qualità dell’avversario che incontreremo, ma possiamo giocarcela con tutti”.  Dopo aver parlato di campo, Vlado commenta le belle scene viste nel pre-gara, quando Paul Gascoigne ha finalmente riabbracciato la sua Curva, una Curva che lo ha amato nonostante siano passato 17 anni dalla sua ultima presenza: “Se mi sorprende vedere tutto quest’entusiasmo per un calciatore? No, per niente… È bellissimo. Si vede che Gazza ha provocato tantissima emozione in questa gente che è rimasta intatta dopo tutti questi anni. Faccio i complimenti a Gazza, ma soprattutto a questo pubblico”. Dopo l’elogio della sua tifoseria e di un grande campione come Gascoigne, il tecnico bosniaco rassicura tutti sulle condizioni sia del Profeta, uscito anzitempo per un problema alla coscia, che su Klose, ancora affaticato dopo la gara con la Juventus: “Se Hernanes rischia l’Udinese? Io spero di no. Ha iniziato la seconda frazione, toccandosi la coscia, ma non dovrebbe essere nulla di grave, più che altro l’ho tolto per precauzione” – poi su Miro – “Devo verificare i prossimi giorni… Fortunatamente avremo il week end per recuperare e spero di avere tutti quanti  disposizione e che mi mettano in difficoltà per fare la formazione”. L’ultima battuta è sulla nuova mentalità che ha portato nel calcio italiano, quella di puntare su ogni competizione come se fosse la più importante:“Sapevo da prima, dato che seguivo il calcio in Italia e in Europa, che qui non si punta molto sulla seconda competizione così come in Coppa Italia. Negli ultimi anni però si sta invertendo la tendenza e per quanto mi riguarda puntiamo sulle tre competizioni e voglio che i miei ragazzi facciano sempre il massimo”.Petkovic, è soddisfatto della partita dei suoi ragazzi come racconta ai microfoni diLazio Style Channel. L’apertura è su Paul Gascoigne: “Anche questa sera i tifosi hanno dimostrato di amarlo, complimenti a Gascoigne e complimenti alla nostra gente”. Tante occasioni sciupate per la Lazio e anche un pizzico di sfortuna: “Questa sera abbiamo giocato alla grande, complimenti ai ragazzi, ci è mancato solo il gol. Abbiamo avuto tante occasioni, un po per colpa nostra un po per meriti del portiere non abbiamo sfruttato. Le occasioni molte volte per noi sono arrivate dal centro, siamo stati bravi ad imporre il nostro gioco e schiacciare l’avversario, sicuramente meritavamo la vittoria”. La qualificazione è matematica, ma la Lazio giocherà per il primo posto a Maribor: “Il primo obiettivo è stato raggiunto, ma noi vogliamo vincere anche a Maribor per vincere il gruppo e avere modo di pescare un avversario meno forte per il prossimo turno”. Difficile parlare dei singoli, ma Petko si esprime sulla buona prova di Ciani: “Era importante che il collettivo dimostrasse grande forza, dopo si esaltano i singoli come Ciani e Biava, ma tutti hanno fatto una grande gara”.

Fonte:lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=24579

Posted by on Nov 22 2012. Filed under Coppa Europea, News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...