|

SS LAZIO NEWS | ODI ET AMO, PRESIDENTE!

PRESIDENTE LOTITO ODI ET AMO SS LAZIO NEWSC’è chi lo sostiene, c’è chi lo denigra. Di chi stiamo parlando? Di Claudio Lotito, ovviamente, presidente della Lazio. Ma chi è quest’uomo tanto controverso? Per ottenere la risposta occorre risalire agli albori, e cioè all’estate 2004: il “presidentissimo” Cragnotti non c’è più e pure il periodo di transizione guidato da Ugo Longo è terminato. La Lazio naviga in cattive acque e necessita di un presidente che si accolli anche le spese e i debiti maturati in precedenza. Spuntano due nomi: Tulli e Lotito, ma solo il buon Claudio sembra determinato a prendere il comando della squadra biancoceleste. Le cose andranno proprio così: in un assolato dì di Luglio, Claudio Lotito diventa presidente della S.S. Lazio, esordendo in tal modo: “Ho preso questa squadra al funerale e l’ho portata in coma irreversibile”.
Da quel giorno, Lotito ne ha fatta di strada… E la Lazio con lui. Nel 2006 ci fu la qualificazione in Champions con Delio Rossi, nel 2009 il binomio Coppa Italia-Supercoppa Italiana. Si può chiedere di più? Per la maggior parte dei laziali, sì: ogni domenica infatti, la Curva Nord snocciola cori nei quali Lotito dovrebbe alzare i tacchi. Ma perché? Cosa rimprovera la gente biancoceleste a Lotito? In primis, il suo ruolo di “gestore” troppo assolutistico e in secundis, la sua avarizia quando si parla di calciomercato (non a caso è chiamato “Lotirchio”). La frattura con gli Irriducibili avvenne quando annunciò la costruzione di un nuovo stadio, che a molti appariva un’evidente speculazione immobiliare. Ciò che tuttora non risulta chiaro è anche il suo rapporto con la “Romanità laziale”, appartenente sia tifo che al campo giocato. Non è un caso infatti, che la Lazio non abbia romani in squadra: prima Di Canio (idolo dei tifosi), poi De Silvestri e infine Firmani, hanno dovuto fare le valigie e andarsene. Ogni volta il popolo biancoceleste ha visto i propri beniamini trasferirsi in altri club, e questo non mai è andato giù. Se però quest’oculatezza ad alcuni da fastidio, ad altri piace. I sostenitori di Lotito, fanno leva sul fatto che abbia salvato la squadra e che, dopotutto, abbia vinto due trofei. Inoltre, sotto la sua gestione, i debiti sono stati ripianati e il bilancio figura in attivo. Mettiamoci pure la comparsa della splendida Olimpia, e il quadro è completo!
Ma dove sta la verità? La risposta è semplice: come in tutte le cose, la verità sta in mezzo. Bisogna capire che la Lazio è comunque il bene primario nonostante i suoi presidenti, anche se il sogno rimarrà sempre quello di rivivere i fasti di Cragnottiana memoria. Quindi, armiamoci di sciarpa e voliamo sempre a tifare la nostra Lazio, che ne ha bisogno… Per il resto, il presidente (da buon latinista qual è) ci concederà di chiudere con la seguente frase di Catullo, autore del quale ci siamo serviti anche in precedenza:
“Ave atque vale”, Claudio Lotito.
THOMAS BERARDI

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7755

Posted by on Feb 24 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...