|

Mauri dà la carica alla Lazio

Mauri dà la carica alla Lazio0Pronta, carica, determinata. E’ la Lazio che viaggia verso San Siro, verso l’anticipo col Milan, verso il debutto in campionato contro i campioni in carica: « L’esordio fuori casa, contro i campioni d’Italia in carica, è forse la partita più complicata che ci poteva capitare, ma sa­remo pronti e carichi… », è il grido di Stefa­no Mauri, l’ha fatto conoscere attraverso il sito internet che porta il suo nome. Mauri sarà in campo a Milano, è uno dei tre uomi­ni che devono scortare il centravanti Klo­se, il piano tattico di Reja prevede il 4-2-3-1. Mauri parte da destra nelle idee dell’al­lenatore goriziano, dovrà garantire assist e gol, è un giocatore di quali­tà, sa trasformarsi in attac­cante aggiunto, è un rifinito­re di classe. Mauri ha scal­dato l’ambiente, i tifosi bian­cocelesti sono rimasti delusi dalla cessione di Maurito Zarate e solo il campo può regalargli una gioia. Serve una scossa, serve una par­tenza a razzo e battere il Mi­lan a San Siro sarebbe gran­dioso, è un regalo che la squadra cercherà di fare al­la sua gente.

LUI E IL MILAN –

Mauri e il Mi­lan, è una vecchia storia.

Stefano s’innamorò del cal­cio proprio quando i rossoneri, spinti dai campioni olandesi, iniziavano il loro domi­nio con Sacchi in panchina. Mauri è nato a Monza ed è cresciuto a Lesmo, il paese fa­moso per aver dato il nome ad una doppia curva dell’autodromo. Quando finì le scuo­le medie studiò elettronica e telecomunica­zioni a Vimercate, è diventato perito elet­tronico. Ha trascorso gran parte della sua vita in Brianza: «Una carriera che sogna­vo fin da bambino quando mio nonno Car­lo mi accompagnava agli allenamenti do­po la scuola perché i miei genitori non ce la facevano a causa del troppo e duro lavo­ro. Un percorso a cui aspiravo negli anni dei duri sacrifici, quando adolescente do­vevo rinunciare alle uscite serali con gliamici per dedicarmi al calcio e al mio di­ploma di Elettronica e Telecomunicazio­ne », spiega sul suo portale per raccontar­si. Il padre lo spinse verso il calcio: «Una passione che ha saputo infondermi mio pa­dre quando ha capito che il nuoto non fa­ceva per me. Papà ha sempre giocato a pallone e mi ha seguito e spronato con cri­tiche dure ma sempre costruttive» .

GLI INIZI -Mauri aveva otto anni quando fir­mò il suo primo cartellino, la squadra era il Casati Arcore, si giocava a pochi chilo­metri dalla famosa residenza di Silvio Ber­lusconi. Il Milan diventò il suo sogno anche perché l’Inter non gli diede fiducia. Fece un mese di stage con i nerazzurri e non fu preso. Da piccolo gli piaceva Evani: «Correva avanti e in­dietro e recuperava palloni, ma faceva anche assist per i gol e lo prendevo come esempio», raccontò Stefano in occasione di un’intervista. Mauri e la Brianza: affonda­no qui le sue radici. Da gio­vane entrò a far parte delle giovanili del Monza, a di­ciassette anni si trasferì al Brugherio, in seguito passò al Meda, in C2. Spiccò il vo­lo col Modena ( in serie B). Ai rossoneri ha segnato ne­gli anni passati, accadde nella giornata della disfatta (il Milan vinse 1-5 all’Olim­pico, era l’ottobre 2007). Altri due gol, in Coppa Italia, li rifilò ai milanisti con la ma­glia dell’Udinese. Mauri sogna un gol a San Siro, davanti ai familiari che troveranno posto allo stadio, proverà a incidere sulla partita. Ma i suoi assist a volte valgono quanto una rete, sono spesso decisivi. Mau­ri è stato uno degli uomini più determinan­ti nella passata stagione, ha vissuto un ini­zio strepitoso, ha sfornato passaggi d’oro ai compagni e ha riconquistato la Naziona­le nell’ottobre scorso. Prandelli non l’ha in­serito nelle ultimissime convocazioni, ma seguirà sicuramente Milan-Lazio e Stefano non vuole passare inosservato. Euro 2012 è un traguardo da raggiungere.

Fonte: Il Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=12432

Posted by on Set 5 2011. Filed under Formello, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...