|

Lotito: “Aggressione inglesi? Non è detto che siano stati i laziali”

Lotito aggressione inglesi? Non è detto che siano stati i lazialiRaid in un locale della capitale: aggrediti da ultrà laziali alcuni supporter del Tottenham (oggi alle 19 la sfida all’Olimpico). Uno in prognosi riservata. Fermati sei assalitori. Il proprietario del locale: “Gruppo organizzato, tutto pianificato”. Il ministero degli esteri inglese si sta interessando al caso.

Nottata di follia a Roma, nel locale “Drunken Ship” a Campo de’ Fiori. Protagonista dell’assalto un gruppo di persone, col volto coperto dai caschi e riconosciuti come ultrà della Lazio, che ha aggredito alcuni tifosi del Tottenham, nella capitale per l’incontro di Europa League in programma oggi alle 19. Bilancio: 8 inglesi e un uomo di nazionalità statunitense (californiano) e un bengalese sono rimasti feriti, sette sono finiti in ospedale, uno in prognosi riservata per una ferita alla testa.

LOCALE DISTRUTTO — La rissa è scoppiata poco dopo l’una di notte, quando gli assalitori sono entrati nel locale con il volto coperto da caschi attaccando gli inglesi e sfasciando letteralmente il locale. Subito finiti in ospedale sette inglesi di età compresa fra i 20 e i 60 anni: uno è stato ricoverata al San Camillo, tre al Santo Spirito e tre al Fatebenefratelli. A uno è stata riscontrata la lesione dell’aorta, come confermato su Twitter al mattino del giovedì da @footymac: “Uno dei tifosi inglesi, Ashley Mills, è stato gravemente ferito alla vena giugulare”. Una situazione grave e in divenire, con il ministero degli esteri inglese che, in vista del match di Europa League, si sta interessando al caso. Si rischia il caso diplomatico. Al mattino alcuni tifosi del Tottenham sono andati a capire cosa fosse successo e, visibilmente scossi, hanno chiesto ai poliziotti presenti un consiglio per la sera. Per loro rassicurazioni e l’invito a recarsi in uno dei meeting point previsti.

I DUBBI — Sono molti i dubbi sulla matrice di questo gesto. L’arrivo del Tottenham a Roma ha rappresentato l’occasione per riabbracciare all’Olimpico Paul Gascoigne, stella di Lazio e Tottenham la cui presenza sarebbe stata garanzia di festa. Per questo motivo sembrava difficile da credere che ultrà laziali avessero voluto sporcare in questo modo la vigilia del match di Europa League. Eppure… Al riguardo una chiave di lettura la dà la BBC, che ricorda come il Tottenham, squadra di matrice ebraica, sia a Roma per affrontare una squadra la cui frangia estremista del tifo è di estrema destra.

LA TESTIMONIANZA — Marco Manzi, proprietario del locale assalito racconta al mattino quanto accaduto, di fronte al pub semidistrutto e chiuso: “Al momento dell’aggressione c’era mio fratello Raffaele, io sono arrivato subito dopo. Erano circa 40 persone, tutte vestite allo stesso modo, senza segni distintivi e con il casco in testa. Laziali? Non lo so, abbiamo pensato alla Lazio per via della partita. Ma di sicuro avevano preso di mira i tifosi del Tottenham, fra i quali c’erano anche persone non più giovani. Hanno inziato a lanciare di tutto verso i tavolini fuori dal pub, facendo scappare chi c’era, poi sono entrati, una parte dall’ingresso principale, un’altra parte da quello secondario, in via del Gallo. Era pianificato tutto, erano organizzatissimi: hanno bloccato l’uscita secondaria e avevano con loro anche gas urticante. Hanno isolato gli inglesi lanciando chiavi inglesi, tavolini, ringhiere, tutte intorno. Finché non sono rimasti i tifosi del Tottenham circondati. Lì l’aggressione, poi sono scappati. Forse un inglese ha reagito accoltellando un assalitore. Ma di questo non siamo sicuri”.

EMANUELA — Emanuela De Pasquale abita sulla piazza: “Quando ho visto quel che stava succedendo ho chiamato le forze dell’ordine. Era l’una e dieci, ero stata appena svegliata. La polizia è arrivata all’una e mezza, contemporaneamente alle ambulanze, quando era tutto finito. Una cosa allucinante”.

L’ACCUSA — Manzi è sconcertato: “E’ grave che il tutto sia durato dieci minuti. E a Campo de’ Fiori, quando di solito, se c’è una partita di calcio con gli inglesi, qui ci sono tante forze dell’ordine. Stavolta era presente solo un’auto della Polizia Municipale che è scappata appena è iniziato tutto. Mi viene il sospetto che la cosa sia stata studiata perché i tifosi inglesi erano qui dal pomeriggio e non c’erano controlli. Hanno preparato il tutto per bene. Dopo il raid alcuni inglesi sono scappati in Via dei Cappellari, dove uno è stato inseguito ed è stato accoltellato”

LOTITO — Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, si è limitato a poche parole, in attesa di conoscere gli sviluppi del caso: “Questi atti vanno sempre condannati ma, al momento, da informazioni assunte dalla Società, non risulta con certezza che l’aggressione sia stata opera di tifosi della Lazio”. Il presidente del I Municipio, Alberto Corsetti, è sconvolto: “Un evento drammatico, un vergognoso agguato. Soluzioni? Presenza costante delle forze dell’ordine, ma non possiamo militalizzare la città”.

SUL BUS — Gli assalitori si sono liberati di mazze e coltelli e sono scappati per le vie del centro. Uno di loro è scappato salendo su un autobus e in piena adrenalina si è messo a vantarsi di quanto fatto. L’autista, incredulo, ha fotografato col cellulare il tizio, facendolo poi arrestare poco dopo.

FERMATI — Gli agenti delle volanti della polizia sono riusciti a fermare sei degli ultrà, ritenuti tra i responsabili dell’aggressione. I sei si trovano ora negli uffici del commissariato Trevi : il più giovane è nato nel 1992, il più anziano nel 1967.

I PRECEDENTI — L’arrivo di tifosi di calcio inglesi a Roma spesso è stato accompagnato da scontri. Nel 2007 addirittura un’amichevole fra Roma e West Ham finì con l’assalto di mille supporter britannici contro un gruppo di 200 romanisti. Un agente della Digos finì in ospedale. Quell’anno a dicembre la partita fra Roma e Manchester United finì con una mega rissa che tracimò addirittura fin dentro l’ospedale Gemelli: 8 feriti, di cui 5 accoltellati, con 4 tifosi inglesi arrestati. Nel novembre 2008, partita di Champions League Roma-Chelsea, altra rissa: tre tifosi inglesi feriti, un agente in ospedale e un denunciato fra i romanisti. ma anche il giorno della finale di Champions League fra Barcellona e Manchester United, nel 2009, ci furono problemi: due feriti, 15 arresti e 33 denunce fra gli ultrà inglesi…

Fonte: Gazzetta.it

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=24566

Posted by on Nov 22 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...