|

Lolli-Lotito: che bufera per la legge sugli stadi

Lolli-Lotito che bufera per la legge sugli stadi, STADIO DELLE AQUILE SULLA VIA TIBERINAIl testo è in discussione alla camera. L’onorevole del Pdl attacca frontalmente il presidente della Lazio, che replica: «Rappresento la Lega e non interessi personali. Troppi vincoli Le pressioni? Sono di chi boicotta la legge»

ROMA – ( Ansa)La legge sugli stadi è impantanata e la responsabilità è di una sola persona: Claudio Lotito. È dura la presa di posizione dell’on. Giovanni Lolli, che in un’intervista al quotidiano online “ Millenovecen­to” fa il punto sull’iter del testo in discussione presso la VII Commis­sione della Camera dei Deputati.

« Non è possibile che in questo Pae­se non si riesca ad approvare una legge così importante a causa degli interessi di una sola persona– l’ac­cusa del deputato Pd –Ogni volta che ci riuniamo il testo è pronto per essere licenziato, visto che già a di­cembre è stato approvato e firmato all’unanimità, ma poi per pressioni dirette di un solo per­sonaggio il testo viene bloccato, perchè ci sia­mo rifiutati di appro­vare un emendamento che avrebbe stravolto il testo. Stiamo così da cinque mesi. Ho prova­to in tutti i modi a me­diare, a venire incontro alle esigenze del presidente della Lazio, ma quelle tre righe non si possono cancellare ».

PASSAGGIO– Il passaggio incrimina­to di cui parla il relatore della leg­ge recita così:« Fatta salva la nor­mativa vigente in materia di vinco­li storico-artistico-architettonici, ar­cheologici e idrogeologici ». Quei vincoli che rendono inutilizzabili i terreni sulla via Tiberina dove il presidente della Lazio vorrebbe co­struire lo Stadio delle Aquile e un nuovo quartiere con abitazioni, cen­tri commerciali, scuole e un centro sportivo polifunzionale.« Non ho nulla contro Lotito e non sono qui per votare una legge anti- perso­nam, ma non sono disposto a vota­re una legge ad- personam– prose­gue Lolli -.Io vengo da L’Aquila, quindi sono abbastanza sensibile quando si parla di abbattere o su­perare dei vincoli cancellandoli dal testo di una legge. So­prattutto quando si parla di vincoli idro­geologici. Il legislatore non può scherzare su queste cose, perchè con questa legge noi diamo alle società di calcio e agli imprendi­tori non solo la possibi­lità di realizzare degli stadi, ma an­che di realizzare dell’edilizia resi­denziale. Si può discutere e media­re se dall’altra parte c’è voglia di farlo, ma sui vincoli non c’è margi­ne di trattativa ».

INTERESSI­« Lotito– incalza Lolli – sta tutelando i suoi interessi. Non lo condanno per questo, ma è assurdo che per tutelare gli interessi del 6% del territorio nazionale si blocchi una legge che interessa l’intero Pae­se. La strada è una sola: come Com­missione ci riconvocheremo e ap­proveremo il testo già firmato al­l’unanimità a dicembre licenziando così la legge. A quel punto la pata­ta bollente passerà nelle mani di qualcun altro e se non sarà tramu­tata in legge si saprà di chi è la re­sponsabilità. È una decisione bipar­tisan. Quel testo in aula non passe­rà mai così come vorrebbe Lotito­conclude Lolli –perchè molti depu­tati della Lega non sono d’accordo, non lo sono neanche molti deputati del Pdl e non verrebbe mai votata da nessun rappresentante dell’op­posizione. Se si va in aula, la leggeè destinata ad essere impallinata e sarebbe una sconfitta per tutti, per­chè noi vogliamo fare qualcosa per lo sport italiano e soprattutto per il calcio. Ma non con una legge ad­personam».

LA PRECISAZIONE­«Con Lotito ho dis­sensi di merito e non personali ». Lo ha ribadito il deputato Pd Giovanni Lolli, precisando in serata il senso delle sue dichiarazioni sulla manca­ta approvazione della legge sugli stadi.« Stiamo lavorando in parla­mento per una legge seria e impor­tante sugli stadi, incontrando però sempre nuovi ostacoli. Il senso che emerge però da un articolo pubbli­cato da un giornale on­line dopo una mia chiacchierata con l’au­tore farebbe pensare che io imputi il blocco della legge unicamen­te al presidente della Lazio Lotito. Pur aven­do punti di vista diver­si da Lotito, non corri­sponde al mio pensiero l’idea che sia lui l’unico responsabile e che sia mosso unicamente da interessi per­sonali. Io ho semplicemente un’idea diversa dalla sua su quali siano le procedure migliori per fare gli stadi nel rispetto delle norme. Il mio è quindi un dissenso di merito e non personale e confido che grazie al la­voro parlamentare si potrà arrivare ad una buona legge ».

LOTITO REPLICA –« Sono rimasto sor­preso dalle dichiarazioni dell’on. Lolli in riferimento ai lavori parla­mentari relativi alla legge sugli sta­di. Non può seriamente pensare e far credere che io abbia la forza di esercitare pressioni che incidono sui lavori parlamentari, mentre non si rende conto che dalla Lega Cal­cio, che rappresenta tutte le società di serie A, ci si aspetta un testo che renda effettivamente realizzabile la costruzione degli stadi, attraverso il ricorso all’istituto del­la conferenza di servizi che è ormai entrato a far parte dell’ordina­mento amministrativo dello Stato » .Questa la replica del presidente della Lazio, Claudio Lotito, sullo stato dei lavori della legge sugli stadi.« La vera pressione sul legi­slatore viene proprio dagli ambien­ti che vogliono una legge solo appa­rentemente funzionale– ha aggiun­to il patron della Lazio –che enunci principi poi nei fatti irrealizzabili, impantanando i progetti dei club nelle pastoie burocratiche di ammi­nistrazioni inerti, dietro il pretesto della difesa dei vincoli di legge: i vincoli di vario genere sono tutti ri­messi alla gestione delle autorità preposte e nessuno li vuole soppri­mere o derogare, come erroneamen­te afferma l’on. Lolli».«La conferen­za dei servizi– conclude Lotito –nel­la quale confluiscono le ammini­strazioni chiamate alla tutela dei vari vincoli, è l’organo istituzionale al quale il legislatore rimette le va­lutazioni e le decisioni caso per ca­so. Ed è proprio questo che la Lega Calcio, che mi ha delegato a tutela­re gli interessi dei club, vuole, al so­lo scopo di concentrare i passaggi amministrativi di approvazione dei progetti e di snellirne l’iter finale nell’interesse dell’intero calcio ita­liano, del quale fanno parte anche i tifosi, e non una sola persona ».

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=9880

Posted by on Mag 21 2011. Filed under Curiosità, News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...