|

LICHTSTEINER RECUPERA, DIAS FORSE, MAURI IN PANCHINA

LICHTSTEINER RECUPERA, DIAS FORSE, MAURI IN PANCHINAFORMELLO – La prima corsa di Dias, il recupero di Lichtsteiner e le prime vere prove tattiche anti-Roma. La settimana del derby entra nel vivo e Zàrate è ancora una volta l’uomo copertina. Né “terzino”, né “attaccante”, ma l’argentino può comunque sorridere, perchè viaggia verso la conferma.

A SEI GIORNI DALLA LESIONE DIAS TORNA A LAVORARE IN CAMPO – Il derby fa miracoli o quanto meno ci prova. La missione non è stata ancora compiuta, è ancora presto per dire se andrà in porto, ma per il momento Andrè Dias è stato di parola. “Vedrete che già da mercoledì riprenderò a lavorare in campo”: conosce bene il suo fisico, tanto che subito dopo l’infortunio muscolare accusato giovedì era già pronto ad accettare scommesse. La prima l’ha vinta ed ora è pronto a riaprire il banco. Il sesto giorno (dallo stop) è quello del primo ritorno sul terreno di gioco, in attesa del via libera dello staff sanitario biancoceleste, che nel primo pomeriggio monitorerà ulteriormente la situazione. Formello in attesa del consulto del prof. Lovati: eccolo effettuare una seduta differenziata in compagnia del preparatore atletico Bianchini. Una corsa blanda, qualche tocco al pallone e l’intima speranza che le prossime ore possano portare buone nuove. L’ex San Paolo non vuole disertare il derby, tra sedute fisioterapiche, cure e lavoro in campo sta facendo gli straordinari. Andrà avanti così fino alla fine della settimana. La sua disponibilità resta ancora in forte dubbio, ma per il momento la tabella di marcia preventivata è rispettata.

LICHTSTEINER E’ RECUPERATO – Reja spera, lo guarda sgambettare da lontano ed intanto si gode il rientro in pianta stabile di Lichtsteiner, reduce da un’infiammazione al piede sinistro. Questa mattina l’ottimismo dei giorni scorsi ha trovato il pieno riscontro del campo. Ieri aveva marcato visita, in accordo con la società ha svolto un’intensa due giorni di cure specifiche in patria, che gli hanno permesso di fugare gli ultimi dubbi. Contro la Roma fluidificherà regolarmente sulla sua corsia di competenza. Nella prima partitella in famiglia della settimana se l’è vista con Sculli (reduce dalle prove allergiche di questa mattina), domenica sarà chiamato a mettere la museruola allo spauracchio Vucinic. In attesa di Dias (se non ce la fa è pronto Stendardo), la difesa ha ritrovato uno dei suoi cardini. Gli altri due, Biava e Radu, sono già certi della maglia da titolare da titolare.

ZARATE VIAGGIA VERSO LA CONFERMA CON SCULLI, HERNANES E FLOCCARI – A meno di ricadute, sarà a disposizione anche Mauri. Per il secondo giorno consecutivo il brianzolo si è regolarmente allenato con il resto della squadra. Ha svolto sia la parte atletica che quella tecnica, ma dopo un mese di assenza ha bisogno di un naturale ricondizionamento fisico. Clinicamente sembra aver superato il problema all’adduttore, ma la condizione non è ancora al top e difficilmente contro la Roma potrà andare oltre la panchina. Questione di tenuta. Reja rivisiterà l’assetto scelto contro il Palermo solo quando l’azzurro potrà garantire la piena efficienza. Fino a quel momento si andrà avanti con la “formula” Zàrate. L’argentino e Sculli sulle corsie esterne, con Hernanes alle spalle di Floccari (in vantaggio su Kozak). E’ il poker offensivo del momento, è lo schieramento spregiudicato solo sulla carta. Il campo contro i rosanero ha detto che equilibrio e compattezza difensiva si possono garantire anche senza la corsa e la maggiore applicazione tattica di Gonzalez. Basta volerlo, basta continuare a perfezionare i meccanismi in allenamento. Come è successo nelle prime prove andare in scena questa mattina, quando per buona pace del fratello-agente, Zàrate è stato ancora una volta testato in compagnia degli altri tre. Sulla destra, con Sculli a sinistra, ma in corso d’opera le fasce verranno alternate. “Mauro non è un terzino, così lo distruggono, domenica voglio vederlo fare l’attaccante”, ha tuonato El Raton. Se le prime indicazioni della settimana verranno confermate, il numero 10 contro la Roma non farà nel difensore, né la punta, ma avrà le stesse mansioni tattiche dell’ex genoano. In fase difensiva dovrà limitarsi di accompagnare fino a metà campo le discese dei laterali bassi giallorossi per poi consegnarli a Lichtsteiner o Radu (dipende dalla fascia in cui verrà impiegato). Poi dovrà essere pronto ad attaccare lo spazio in fase di ripartenza. Nessun dramma tattico. Lo stesso Sculli ha dimostrato che interpretando bene il ruolo la porta non è poi così lontana. Deve solo convincersi che quella può essere la sua posizione, almeno da qui a fine campionato. Reja si è complimentato per la dedizione mostrata nell’ultima gara, ma continua a chiedergli di ricercare con maggiore continuità la profondità del campo.

In mezzo ci penseranno ancora Ledesma e Matuzalem a dettare la manovra ed a fare filtro per la difesa: Brocchi è certamente out per la lesione al retto femorale, anche oggi ha proseguito le cure in un centro specializzato di Verona e dovrebbe rientrare domani nella Capitale. Indisponibile anche Diakitè (frattura alla tibia), mentre Bresciano e Foggia sono tornati in gruppo, Rocchi si allena e spera nella convocazione.

Fonte: Lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8118

Posted by on Mar 9 2011. Filed under Campionato, News Lazio, Stagione. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...