|

Ledesma, 300 presenze con la Lazio

Ledesma, 300 presenze con la LazioSi avvicendano gli allenatori, girano i compagni, passano i cicli e si ribaltano le gerarchie, cambiano gli obbiettivi e le prospettive, l’unico a restare uguale a se stesso è Cristian Ledesma.
Per 300 volte perno della Lazio, una serie interminabile di battaglie che domani sera, nello scontro diretto in chiave Europa League contro il Verona, raggiungerà cifra tonda alla sua ottava stagione in maglia biancoceleste.
Settimo nella graduatoria di tutti i tempi, con più presenze di Ledesma c’è subito Vincenzo D’Amico (336), uno degli idoli laziali di sempre, e poi, in ordine crescente, ancora Marchegiani, Puccinelli, Negro, Wilson e quindi Favalli con il suo record (401 partite).
Numeri raccolti da Cristian dalla stagione 2006-2007, acquistato dal Lecce, in una cavalcata da protagonista assoluto. Maglia sempre sudata, pianto nelle sconfitte e gioia nelle vittorie. Tre quelle più significative nella sua permanenza a Formello: due coppe Italia (2009 e 2013) e una Supercoppa italiana (2009).
La sua caratteristica è stata l’affidabilità, spalmata lungo tutta la sua vita biancoceleste: mai sotto le 30 presenze, anche nelle annate senza una coppa europea. La sola stagione 2009/2010 a fare da eccezione che conferma la regola dell’imprescindibilità: solo 13 gettoni, a causa del solito conflitto con il presidente Claudio Lotito causa rinnovo di contratto. In tantissimi ci sono passati e in pochissimi ne sono usciti così bene. Ledesma finì fuori rosa e la squadra di Ballardini in zona retrocessione, prima del reintegro ottenuto da Reja per salvare la Lazio dal baratro della serie B. Chissà senza di lui cosa sarebbe successo.
Resta il fatto che non c’è stata più Lazio senza il suo cuore pulsante in campo, un punto così fermo da essere riuscito nel tempo a sbaragliare la concorrenza dei vari Baronio e Matuzalem ed aver indotto Edy Reja a trovare un’altra collocazione a Lucas Biglia. Perché, carta canta, i rivali si sono adeguati al cambio e la regia continua ad essere nei piedi di Ledesma.
Eppure non piace a tutti. Chi lo trova poco raffinato o troppo lento e chi non ha niente contro di lui ma avrebbe solo voglia di vedere facce nuove dopo anni di «soliti noti». Cristian, però, è sempre lì a Formello: una garanzia che prescinde da moduli e idee tattiche, da Delio Rossi a Reja fino a Petkovic. Chi ce l’ha, lo usa.
E lui vorrebbe restarci ancora, legandosi alla Lazio fino alla fine della sua carriera. Uno dei pochi, se non proprio l’unico, ad usare l’imperativo categorico «resto alla Lazio!». Senza se e senza ma. Del resto, a Roma, Cristian ha messo radici. Ha attività commerciali e anche una bella rete di amicizie. Con il tempo è diventato un tifoso laziale: non ha dubbi e l’ha detto.
Il contratto, però, scade a giugno 2015. Il che significa che, tecnicamente, da gennaio Ledesma potrebbe firmare per altri club (c’è la Fiorentina come sempre a vigilare). E il fatto che la società non si sia fatta ancora viva è un incentivo alle voci che narrano di conflitti interni, di una personalità di acciaio e di un’importanza nello spogliatoio da parte di Ledesma che vengono mal digeriti dai quadri dirigenziali. Anche qua tocca mettere un punto. Fermo.

Fonte:corrieredellasera

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=31755

Posted by on Mag 4 2014. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...