|

Lazio-Verona, vittoria o addio all’Europa

Lazio-Verona, vittoria o addio all'EuropaIl Torino smentisce subito Reja perché sono i granata ad avere il destino nelle loro mani, non la Lazio. La squadra di Ventura, dopo aver vinto a Verona contro il Chievo, qualora dovesse conquistare altri 6 punti si qualificherebbe per l’Europa, rendendo vano qualsiasi risultato delle rivali. Ha confermato la grande condizione di forma, andando a vincere in casa di una pericolante e diventando così la maggiore accreditata all’ultimo posto utile. Ha vinto anche il Parma, che domenica sarà ospite proprio del Torino in una sfida decisiva. Così come sarà determinante l’altro scontro diretto, quello di stasera all’Olimpico, nel quale i biancocelesti dovranno assolutamente dare una risposta ai granata per restare in corsa. La lotta per acciuffare il sesto posto è entrata bella fase decisiva e alla Lazio, per coltivare concrete ambizioni, serviranno 9 punti. Il successo del Torino ha complicato piani e calcoli e non ammette alternative al tris di vittorie in questo finale di campionato.

I VENETI NEL DESTINO
All’andata, la pesante sconfitta del Bentegodi, contro gli scaligeri, costò la panchina a Petkovic e indusse il presidente Lotito a richiamare Reja. Il goriziano ha interpretato al meglio il ruolo del “traghettatore”, pilotando la squadra fuori dalle secche di una classifica che faceva paura, fino a portarla in una posizione ambiziosa. Da allora è trascorso un intero girone e, nello spogliatoio biancoceleste, sono cambiate molte cose. Sono tornati importanti gli anziani, è sbocciato Keita, sono arrivati i risultati, anche senza gioco, e la Lazio si è ripresa la speranza di lottare per un piazzamento in Europa League. E’ scoppiata la forte contestazione nei confronti della società, che proseguirà anche oggi con la Nord che resterà vuota. E, dopo un intero girone, è ancora il Verona che può segnare il destino della Lazio perché, in caso di mancata affermazione, i biancocelesti dovrebbero accantonare ogni velleità europea e la stagione diventerebbe fallimentare.

LA SORPRESA
Il Verona di Mandorlini, tornato in serie A dopo 11 anni, ha rappresentato la grande sorpresa del torneo. E Reja rende merito agli avversari. «E’ una formazione organizzata che si muove a memoria, con calciatori di valore e che gioca sempre allo stesso modo: sia in casa, che fuori. Sfrutta bene i calci piazzati, non concede spazi e dispone di un Toni in forma smagliante. Il centravanti ha stupito tutti, segnando tanti gol, lo conosco bene perché sono stato io, quando allenavo il Vicenza, a lanciarlo in serie A. Noi dobbiamo fare la partita per vincerla, abbiamo le qualità per superare il Verona e continuare la rincorsa all’Europa». Tra le formazioni in corsa, quella veneta, è la squadra che ha incassato più reti (58), però è quella che ha vinto più gare (16), rispetto a Lazio, Torino, Parma, Milan, Inter. E’ riluttante al segno ics, uscito soltanto 4 volte, una inmenodella Juventus.

IL TEDESCO
Il Verona avrà il vantaggio psicologico di poter giocare senza troppe pressioni, Reja potrà riavere l’organico quasi al completo anche se qualche elemento, come Klose, Dias e Berisha, non è al meglio. Il prolungamento del contratto da parte del tedesco ha ravvivato la vigilia del match e il tecnico friulano è soddisfatto di poterlo avere anche nella prossima stagione. «Klose ha avuto anche altre possibilità, alla fine ha valutato scegliendo di restare alla Lazio, perché qui si fanno le cose seriamente. Ha visto che la società ha un progetto a lunga scadenza, che vuole aprire un nuovo ciclo, anche in considerazione della squadra da allestire per il futuro». Ma, almeno per il momento, i grandi progetti annunciati da Reja sono tutti da verificare. Meglio pensare al presente e battere il Verona.

Fonte:ilmessaggero

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=31774

Posted by on Mag 5 2014. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...