|

Lazio, una squadra in retromarcia. Per la prima volta giù dal podio

LAZIO PER LA PRIMA VOLTA GIU' DAL PODIO,  Hernanes e Mauri hanno mostrato un po’ la corda a livello fisico, Zàrate ha avuto troppi problemi con l’allenatore ROMA – La Lazio è scivolata giù dall’Olimpo del campionato. Adesso galleggia al quarto posto; una posizione comunque nobile che, però, mortifica i sogni del popolo biancoceleste, dopo il travolgente autunno della formazione di Reja. Nella prima parte del torneo, infatti, la Lazio ha marciato a ritmo di Champions League in virtù di 8 vittorie, 4 delle quali ottenute in trasferta. In totale 25 punti, con una media superiore a 2 per partita. Un rendimento al di sopra dei pronostici, che aveva proiettato la squadra fino al primo posto della classifica e comunque mai fuori dal podio. Nella seconda parte, invece, i punti raccolti sono stati 17, il numero delle sconfitte è rimasto invariato (3), però quello delle vittorie è dimezzato e, soprattutto, la Lazio non è più riuscita ad imporsi fuori casa. Tanti pareggi e pochi gol segnati. Un andamento lento che, pian piano, l’ha allontanata dal primo posto fino a relegarla dietro Milan, Napoli, Inter, con la Roma che potrebbe raggiungerla, qualora vincesse il recupero di Bologna del 23 febbraio. E con Udinese e Palermo appena 2 punti dietro.
È giusto interrogarsi sui motivi di questa evidente flessione nel rendimento, così come è necessario riprendere in fretta il trend positivo per non compromettere quanto di buono i biancocelesti hanno fatto nella prima parte del torneo. A trascinare la squadra, nel periodo d’oro, sono stati l’ottimo rendimento e i gol di Mauri ed Hernanes, in grado di risolvere anche partite delicate mettendo in cascina punti pesanti. La partenza a handicap di tante avversarie di rango: Inter, Roma, Juventus, Udinese e Palermo. La brillante condizione fisica dei 12-13 titolari, qualche vocalizzo tecnico di Zàrate, in crescita rispetto alla deludente stagione scorsa. La feroce determinazione del gruppo capace di sopperire con corsa e grinta e l’entusiasmo a qualche carenza. Una volta in vetta, però, la formazione di Edy Reja, ha cominciato a soffrire di vertigini e sono venuti a galla anche i limiti. Hernanes e Mauri hanno mostrato un po’ la corda a livello fisico, Zàrate ha avuto troppi problemi con l’allenatore e non è più riuscito a incidere, l’effetto derby ha lasciato segnali profondi, le rivali hanno cambiato passo e sono tornate sotto. Tutto questo mentre il rendimento complessivo dei biancocelesti diminuiva costantemente, anche per il calo atletico vistoso in alcuni degli elementi cardine dello scacchiere di centrocampo.
Nel periodo positivo Reja ha commesso l’errore di non dare giusto spazio a importanti alternative come Rocchi, Foggia, Gonzalez, Stendardo, puntando sempre sugli stessi. Che adesso si trovano un po’ con le gambe pesanti e senza smalto. La società ha pensato solo a compiacersi dei successi e delle belle parole che venivano spese sulla Lazio-sorpresa, forse convinta che sarebbe durata fino all’ultimo. Non ha né pensato al futuro, né ha programmato un mercato invernale che potesse assicurare al tecnico quelle risorse importanti che quasi tutti gli altri club hanno attinto. Lotito, prima ha illuso, poi ha portato il solo Sculli e la squadra è rimasta con le lacune che aveva in partenza. Così può bastare l’infortunio di Radu per mettere in crisi l’intero reparto difensivo. La Lazio, per tante settimane, ha cavalcato un’onda fantastica, irripetibile, e le sarebbe bastato qualche investimento mirato per tenere botta. Ha perso una grande occasione e ora rischia di rientrare nella mischia, spegnendo i sogni del popolo biancoceleste.
 

Fonte:ilmessaggerro

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7314

Posted by on Feb 8 2011. Filed under News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...