|

Lazio, tutti vogliono Kozak

Kozak si gode la gloria con un occhio al mercatoROMA – La medicina del gol. Non ha scadenza, Kozak. Lo tiri fuori dal cassetto, cura l’astinenza sotto porta. Bugiardino confermato giovedì sera: una manciata di minuti, sfatata la maledizione delle amichevoli estive. In un lampo: cross di Ledesma, capocciata di Libor, Malmoe al tappeto al 93′. Il ceco è un amuleto: la Lazio non se ne priverà. Blindato, si guarda, ma non si tocca.CURA AL MAL DI GOL – Altro che “pinocchio” (il suo soprannome), Kozak è la “fata turchina”: pochi minuti, tocca un pallone, finisce sempre in fondo alla rete. E’ la sua storia, la sua fortuna e anche la sua disgrazia. Resta lì, rannicchiato in un angolo. Si alza soltanto nel momento del bisogno. Non si distrae, è sempre pronto, risponde presente. Perché non deve riscaldarsi, gela gli avversari in un istante. Lo ha sempre fatto nella sua carriera, è un inguaribile bomber. Solo Libor poteva interrompere il prolungato digiuno di vittorie estive. Al fotofinish ha strappato gli applausi per la Lazio, non s’è preso nessun merito giovedì sera col Malmoe:«Dovevamo segnare, ne avevamo bisogno, perché avevamo troppe difficoltà a metterla dentro. Felice per i miei compagni».QUATTRO GOL – Kozak non ha problemi. Al massimo, lui li risolve. Quando la porta sembra stregata, basta metterlo in campo. Lo spilungone s’avvicina all’area di rigore, sbircia il portiere, ipnotizza i pali, la rete ingabbia la palla. E’ un portafortuna, il ceco. Spesso sottovalutato. Non ha mai alzato la voce, ha sempre parlato con i gol. Forse ne avrebbe segnati una caterva, se avesse trovato più spazio altrove. Chiuso da Floccari prima, da Klose poi: Reja lo utilizzava col contagocce, in cambio aveva gol importanti e dedizione.TROPPO POCO SPAZIO – Il suo canto Libor: «Voglio giocare di più», aveva sussurrato qualche volta. Mai la voce grossa, piuttosto un timido mugugno. Di chi sa di poter dare molto di più di quanto gli sia concesso. Dai tempi, dalle circostanze, dalle occasioni contate. L’anno scorso ha segnato appena quattro gol, è stato però tormentato dagli acciacchi: tendinopatia, pubalgia. Chi più ne ha, più ne metta. Eppure la sua solita zampata firmava per esempio l’impresa col Cesena, con un’intera Lazio ai box.TUTTI LO VOGLIONO – Riconoscenza e stima. I sentimenti di Lotito verso il suo pupillo. Lo ha sempre bloccato come fa un papà col figlio voglioso di crescere da solo, lontano da casa. Da anni c’è la fila, in tanti voglioni offrirgli una chance, il presidente biancoceleste pretende invece che maturi a Formello. Senza fretta. Respinti anche stavolta tutti gli assalti, non ultimi quelli di Bologna e Pescara: «Kozak non si muove», è il ritornello standard per le pretendenti. E’ geloso, Lotito. Considera Libor una sua scoperta, non perde occasione per rimarcarlo. Anche quando due stagioni fa i suoi sei gol trascinarono la Lazio a un passo dalla Champions. Non sono bastati a prendersi una maglia da titolare. E’ arrivato Mito Klose. Il pescatore di sogni biancocelesti, l’incubo di Kozak. Mica un’ombra qualunque, un’altra calamita del gol. Di sicuro, sotto porta, uno o l’altro curerà il male biancoceleste. E’ passeggero. FIRMATO STAMI

Fonte:Il Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=22016

Posted by on Ago 19 2012. Filed under Calciomercato. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

1 Comment for “Lazio, tutti vogliono Kozak”

  1. Basta con Lotito, non ha fatto nulla. Ha solo aumentato il numero dei giocatori perchè, tolti 3 o 4 elementi, sono tutte mezze tacche mentre gli altri che Lotito ha acquistato a paramentro zero, oggi, non se ne può liberare perchè non li vuole nessuno , vedi Garrido, Sculli, Floccari, Foggia, Carrizo,. Lotito per favore, lascia la Lazio.

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...