|

Lazio Primavera vince di rigore contro il Pescara

FORMELLO – Di rigore e di misura, la Lazio vince contro il Pescara e continua la marcia d’avvicinamento verso la matematica qualificazione alle final eight. Non è stato semplice, i delfini l’hanno messa sull’agonismo senza disdegnare il lungo possesso palla a centrocampo. Fortuna che Bollini l’aveva preparata bene in settimana: le scelte di Zampa, Onazi e Adeleke hanno retto all’impatto avvolgente degli avversari. E’ una Lazio che sa soffrire, insomma. Una squadra tornata a sostenere la furia agonistica di chi si trova contro, proprio come succedeva ad inizio stagione. Segna meno, questo sì, ma segna concretamente: un gol, tre punti. E’ il caso di ieri pomeriggio, il penalty trasformato da Di Mario consente alle aquile di restare in volo, altezza secondo posto, sotto la Roma. Dietro scalpitano, ma i biancocelesti non molleranno.

IL DEBUTTO – Promessa o tentativo? Di certo la prima mezzora del primo tempo ha dimostrato uno spirito d’abnegazione lodevole. Onazi, ad esempio, pur sbagliando qualche semplicità figlia di un tardivo inserimento in rosa, ha dato comunque sostanza al reparto centrale. Cinque ci ha provato: al 14’, però, da buona posizione, spara alto. E’ una Lazio bella ma inconcludente. E di certo il Pescara non sta a guardare: al 16’ Carta batte una punizione che finisce sull’incrocio. Ci vuole qualcosa in più per sbloccarla e al 27’ ecco il rigore: Di Mario segna, 1-0. I bolliniani insistono senza trovare il bis. Discorso che prosegue nella ripresa. Il Pescara prova ad alzare i ritmi, ma la Lazio non si fa sorprendere. Al 15’ Carta prova la conclusione da fuori: a lato. Giustini ci riprova al 25’: para Berardi. L’occasione di chiudere ogni incubo fuori da Formello è nei piedi di Cinque al 36’, ma faccia a faccia con il portiere fallisce il raddoppio. A mettere ansia ci sono un rosso a Vilkaitis (39’, gioco scorretto) e 7 minuti di recupero in cui, però, non succede granché.

Lazio-Pescara 1-0

LAZIO (4-3-3): Berardi; Fagioli (27‘ st Spirito), Vilkaitis, Crescenzi, Pantano; Adeleke, Zampa, Onazi; Cin-que (45‘ st Monteforte), Di Mario (18‘ st Trombetta), Barreto. A disp.: Mosciatti, Lanni, Oijakor, Emmanuel, Trombetta. All.: Bollini.

PESCARA (4-4-2): Cappa; Antenucci, Saladino, Colantoni, Diana; Perrotta, Di Francesco (6‘ st Aquilani), Giustini, Di Bartolomeo (31‘ st Maimone); Faccini, Carta (36‘ st Dovidio). A disp.: Sevelloni, D’Astolfo, Sbaraglia, Vitale. All.: Di Battista.

ARBITRO: Saricano di Barletta.

MARCATORE: 27’ pt Di Mario (rig.) ESPULSO: 39’ st Vilkaitis (L) per gioco scorretto.

AMMONITI: Cappa (P), Colantoni (P), Saladino (P), Adeleke (L), Aquilani (P), Crescenzi (L).

NOTE: giornata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori 200 circa. Angoli: 6-3. Recupero: 1‘ pt; 7‘ st.

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8570

Posted by on Mar 27 2011. Filed under Polisportiva. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...