|

Lazio per volare sfruttare il fattore Olimpico

In onore di Gabriele Sandri di Pierpaolo GentiliDiciamoci la verità: per battere gli All Blacks all’Olimpico, di stadi pieni così non ne sarebbero bastati dieci. Gli spalti e l’entusiasmo sono una cosa, il campo e un avversario fuori portata un’altra: però vuoi mettere entrare, girare la testa e non trovare un seggiolino vuoto? Ecco, deve essere una bella carica di adrenalina: alla Lazio, finora, è bastato il calore della Nord e della parte piena della Tevere, ma ora serve di più. Tre partite di fila da giocare in casa: in palio la qualificazione ai sedicesimi di Europa League e una fetta di ambizioni in campionato. Chiedere (ai tifosi) è lecito, rispondere (con il cuore) non è solo cortesia, ma un atto dovuto.E c’è pure GazzaLa miccia, almeno per la sfida di giovedì con il Tottenham, è stata bella che accesa: Paul Gascoigne all’Olimpico, motivo che basta e avanza per comprare il biglietto e andare allo stadio. Occasione imperdibile: vedere uno che per i laziali è rimasto un simbolo e magari pure brindare al passaggio del turno. Mantenendo un trend casalingo di sole vittorie che già ora è migliore rispetto a quello di un anno fa, quando la Lazio pareggiò all’esordio con il Vaslui e vinse a fatica con lo Zurigo. La prevendita, almeno fino al pomeriggio di ieri, era stata fiacca (8mila biglietti, più i 2mila mini-abbonamenti venduti a inizio stagione): l’annuncio della presenza di Gazza ha leggermente alzato il trend, ma è anche vero che in tre giorni c’è il tempo per salire ancora. Nonostante l’orario scomodo (si gioca alle 19), la sensazione è che Gascoigne possa avere un’accoglienza più che degna.Fattore OlimpicoPoi un lungo weekend di riposo e altre due partite in casa, contro Udinese (martedì 27) e Parma (domenica 2). E se in Europa League il percorso è netto ma solo su 180 minuti (più l’andata dei playoff contro il Mura), è proprio in campionato che la Lazio di Petkovic ha cambiato passo in casa: otto punti un anno fa nelle prime sei partite con Reja, 13 con il croato. Tre gol a Palermo, Milan e Roma, due al Siena: quattro vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, quinta media punti della Serie A (2,17), dietro a quelle di Fiorentina (2,71), Napoli (2,43), Catania e Juventus (2,29). Tutte squadre, quelle davanti alla Lazio, che hanno giocato una partita in più, sette, contro le sei di Petkovic, che contro Genoa, e soprattutto Torino, ha pagato la fatica per gli impegni ravvicinati. Impegni che, battendo il Tottenham, «sparirebbero» fino a febbraio, dando alla Lazio l’opportunità di concentrarsi solo sul campionato.DifferenzaVa detto che, dopo sei partite in casa, aveva 13 punti anche la Lazio di Reja versione 2010-2011: quattro successi, un pari e una sconfitta, proprio come Petkovic. Ma con una piccola, grande differenza: l’unico k.o. era arrivato in un derby. Anche quel giorno, come prima di ogni partita, era suonato «Non mollare mai», inno che inizia con la Haka: ci sta, anche perché all’Olimpico la Lazio non ha nulla da temere. Ancor di più in un Olimpico più pieno, contro avversari che non sono gli All Blacks.

Fonte:La Gazzetta dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=24515

Posted by on Nov 20 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...