|

Lazio, la rinascita passa dalla difesa

Lazio, la rinascita passa dalla difesaDa retroguardia colabrodo a bunker. D’altronde, è o non è la difesa il miglior attacco? Concetto classico e quanto mai abusato, soprattutto nel calcio, ma per Edy Reja rappresenta uno stile di vita. Una filosofia che porta avanti sin da quando ha mosso i primi passi come allenatore. Un sistema ideale per risollevarsi da una crisi e, perché no, sorridere pure dopo un derby, solo per il gusto d’aver bloccato la Roma. Ed è proprio questo il vero segreto della rinascita della Lazio: prima coprirsi per bene, creare gioco e poi, appena si può, pronti a colpire. Per molti un catenaccio moderno, ma in realtà si tratta di una solida organizzazione difensiva. Un bunker. Un ibrido, quasi una parolaccia per gli esteti del pallone, ma non per il buon vecchio Edy. E il tecnico di Lucinico – come riporta Il Messaggero-  non è il solo nel nostro campionato a pensarla in questo modo. Il tanto decantato Mazzarri, bene o male, adotta lo stesso identico metodo: prima la fase difensiva, poi il resto.

NUMERI DA GRANDE

Dal suo ritorno sulla panchina laziale, i suoi principi hanno fatto la differenza. Fino a Natale la difesa biancoceleste viaggiava quasi a una media di due gol a partita, con Reja, nelle prime sei partite di campionato, la Lazio ha incassato appena tre reti, con sette all’attivo e una media di due punti a gara: 12 in 6 partite. Quasi una cavalcata Champions se si considera che, attualmente, la Lazio è dietro solo a Juve e Parma. Una metamorfosi che ha dell’incredibile, senza strane alchimie, ma solo grazie a regole semplici, come ridare fiducia e sicurezza a un gruppo di calciatori, ma soprattutto rispolverare gente come Biava e Dias, colpevolmente accantonati da Petkovic. Oppure ritrovarsi un portiere come Berisha che, quando viene chiamato in causa, risponde con una puntualità quasi disarmante. I risultati della difesa però dipendono da tutta l’organizzazione della squadra: compatta e stretta tra i reparti. Con Petkovic la distanza tra la difesa e il centrocampo spesso era anche di una quindicina di metri, adesso appena si superano i cinque, Edy si alza dalla panchina e sbraita come un forsennato. E quello che sorprende di più è che Reja ripete quasi alla noia: che il bello deve ancora venire.

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=30763

Posted by on Feb 11 2014. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...