|

Lazio-Genoa 0-2, Petkovic sotto accusa

Lazio-Genoa 0-2, Petkovic sotto accusaLazio sconfitta due a zero dal Genoa. I gol di Kucka e Gila aprono ufficialmente la crisi biancoceleste. Petkovic alla sbarra.
Doccia fredda per la Lazio in casa, nella partita che doveva confermare i segnali positivi emersi dal pari di Milano. E invece dopo una partita in larga parte dominata sul piano del gioco e delle occasoni, i biancocelesti sprofondano con una sconfitta che fa male a tutti. Lotito furibondo in panchina, Petko più che mai nel mirino, la squadra allo sbando.

Lazio-Genoa, la partita

Per la Lazio, da tabù, il Genoa si sta pian piano trasformando in un vero incubo. Cinque sconfitte nelle ultime cinque partite, con l”ultimo successo che risale al maggio del 2011, a una partita inserita nell”ultimo filone del calcioscommesse. Petkovic aveva chiesto continuità ai suoi, dopo il pari contro il Milan, ma è uscito dal campo a testa bassa, tra i fischi. Insulti (i soliti), invece, al presidente biancoceleste Lotito. Sorride, al contrario, Gian Piero Gasperini che, da quando si è seduto sulla panchina rossoblù, ha ottenuto 10 in cinque partite, irvertendo radicalmente il trend. Da squadra depressa, e in cerca di un”identità propria, con il suo efficacissimo 3-5-2, il Genoa si è trasformato in una compagine equilibrata, essenziale, cinica e spietata. Nell”Olimpico, di fronte a una Lazio evanescente e inconcludente, se n”è avuta la prova. I biancocelesti, che hanno perso Hernanes a poche ore dalla partita, ma hanno recuperato in extremis Radu (schierato nel ruolo di centrale), non sono stati nemmeno fortunati, nel primo tempo, allorquando Perin si è opposto da campione in almeno tre conclusioni indirizzare verso la sua porta. Il portierino rossoblù avrà pure una naturale predisposizione alla spettacolarizzazione della parata ma, alla fine, è stato il migliore in campo, perchè sempre pronto, reattivo, quindi decisivo, quando è stato chiamato in causa. Non tragga in inganno, però, la sua bella prestazione, che non toglie nulla al grigiore laziale. Le nove assenze non possono rappresentare un alibi, in una squadra apparsa senza anima nè cuore, ma soprattutto priva di idee, a parte Candreva. L”azzurro di Prandelli è apparso l”unico in grado di illuminare la manovra dei padroni di casa. Klose, invece, non è pervenuto, se non per i suoi errori sottoporta. Come al 23″, quando ha sfiorato di pochissimo il palo in spaccata, dopo che aveva impegnato severamente Perin di testa. Lo stesso Candreva ci ha provato al 32″, costringendo a un”altra bella parata Perin, poi al 46″, sempre con il portiere protagonsta. Il Genoa nel primo tempo si è limitato a un paio di conclusioni fuori misura di Biondini e Kucka.

Secondo tempo

A inizio ripresa, Gasperini ha gettato nella mischia Fetfatzidis e il greco ha cambiato la partita, propiziando il gol di Kucka che, dopo avere battuto Marchetti da distanza ravvicinata, ha portato in vantaggio in Genoa, ma soprattutto tenendo in costante apprensione i difensori di casa. Stesso discorso per Antonelli, la cui incursione (sempre sulla sinistra) ha indotto Ciani – chissà quanto volontariamente – a un tocco del pallone con una mano: rigore netto trasformato da Gilardino. Nel finale, Petkovic ha giocato il tutto il per tutto e inserito perfino il baby Keita che, però, si è confuso tra la folla nell”area del Genoa. Idem, Klose. Il resto è stata noia e Perin ha trascorso senza particolari sussulti gli ultimi minuti di una partita opaca, come gli umori in casa Lazio.

Fonte:ilmessaggero

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=29770

Posted by on Nov 3 2013. Filed under Campionato, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...