|

Lazio, a tutto Hernanes

ROMA –Difendere il terzo posto, entrare in Champions e continuare a crescere con la Lazio. Sono gli obiettivi di Hernanes, che indica la strada e vive con entusiasmo il proprio lavoro. Reja, qualche giorno fa, raccontava l’infinita curiosità del brasiliano, capace anche di studiare i libri di chimica il giorno prima di una partita. Ha una voracità enorme il Profeta, è un fuoriclasse della vita, uno di quelli che non si stancano mai di imparare. Ieri sono rimbalzate dal Brasile, attraverso il sito globoesporte, le sue dichiarazioni. Hernanes ha parlato di tutto, della Selecao e della Lazio, del suo modo di giocare. Ha inviato anche un messaggio ai suoi dirigenti, spiegando come si potrebbe crescere ancora e perché la squadra, indebolita da cessioni e infortuni, ha manifestato qualche disagio nelle ultime settimane. Lo ha fatto con il consueto garbo, nelle sue parole ci sono spunti polemici, in realtà Hernanes ha parlato con serenità e altrettanta schiettezza.

HANDICAP – Nel 2010 era arrivato alla Lazio sognando lo scudetto e la Champions. La prima stagione si è conclusa con il quinto posto e la qualificazione all’Europa League, ora la squadra biancoceleste è terza. Dovrà difendere l’attuale classifica e poi? «Riesci a fare la differenza se mantieni la base e acquisti nuovi giocatori, che riescano a rinforzare la squadra. Penso che noi possiamo ancora migliorare la nostra posizione in campionato. A gennaio, però, alcuni giocatori sono andati via e questo ha coinciso con gli infortuni di molti altri. Tutto questo ha penalizzato molto la squadra» ha spiegato il centrocampista brasiliano.

LISTA – Il ct Menezes ora lo considera una mezz’ala offensiva e non più un volante, come giocava ai tempi del San Paolo. Hernanes ha raccontato la propria evoluzione tattica, favorita dalle marcature più strette del campionato italiano. «Sono molto cambiato dal mio arrivo in Italia. Qui le difese sono attentissime, ho dovuto cambiare il modo di giocare. In Brasile allenavo solo le gambe perché mi piaceva concentrarmi sul pallone. In Italia, invece, devi usare l’astuzia, spingere, tirare le maglie. E’ stato un cambiamento radicale. Ora mi sento più completo». E’ tornato nel giro verde-oro, non vuole più uscirne. Il traguardo a lunga distanza sono i Mondiali 2014 in Brasile, ma intanto Menezes lo ha inserito nel lungo elenco dei probabili olimpici per Londra 2012. «Sono molto felice che Menezes mi abbia dato altre opportunità. Il nostro gruppo comincia a essere più compatto, coeso. Ora desidero non essere più una sorpresa, ma vorrei diventare un nome che fa parte stabilmente della lista dei convocati, è il mio obiettivo. Ci manca soltanto il tempo, fondamentale. Adesso che si è formato il gruppo, il Brasile crescerà, ne sono sicuro».

CRESCITA – Undici gol al suo primo campionato italiano, ora si trova a quota otto e proverà a migliorarsi. Punta il Catania, che non aveva potuto affondare nella partita d’andata, l’unica vissuta dalla panchina. Entrò soltanto a mezz’ora dalla fine e con una caviglia in disordine dopo la distorsione riportata a Bologna. Ora il Profeta è tornato al top della condizione. «Le difficoltà ci sono state, ma ora non esistono più. Le difficoltà vanno superate e ti aiutano a migliorare. Questo è un periodo di allegria e di crescita» ha raccontato, confidando anche quanto lo abbiano aiutato le sfide con la Roma. «Partite come il derby sono importanti per la carriera di un calciatore, ti permettono di migliorare. L’aspetto principale è che sono cresciuto insieme alla squadra. L’anno scorso avevamo giocato senza riuscire ad essere decisivi, non abbiamo portato a casa il risultato. Quest’anno le cose sono andate diversamente sia per me che per la Lazio. E’ un periodo davvero bello».

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=17434

Posted by on Mar 17 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...