|

LA VITTORIA DI REJA

Il pugno rivolto verso la Nord a fine partita è valso più di mille parole, certamente più di quelle spese in settimana da giornali, radio e TV. Quando l’idillio sembrava finito insomma, Reja ha sorpreso gli addetti ai lavori rimanendo sulla panchina biancoceleste per la gioia di tutti e soprattutto della Nord che, anche oggi, non gli ha risparmiato cori. E pensare che qualche derby non vinto stava rischiando di interrompere prima del previsto questa bella storia d’amore…
Il filo conduttore che lega ancora Edy alla Lazio sono i gol di Klose, proprio colui che ruppe il “sortilegio derby”. Fenomenale, questo Panzer. Tredici gol senza tirare un calcio di rigore sono un bottino strepitoso (senza contare anche il gol realizzato contro l’Udinese poi misteriosamente tolto). Un bottino che quelli dell’altra sponda del Tevere possono solo sognare… La squadra scesa in campo contro la Fiorentina è stata eroica, soprattutto dopo la prestazione di Giovedì a Madrid. Si sa, giocare ogni tre giorni è sempre difficile… Chiedere a Ledesma che, visibilmente stanco, ha protetto poco a centrocampo e ha sbagliato troppi palloni. Non è stato il solito “compaso”, l’argentino… Chissà, magari si stava riposando per Domenica… La difesa invece, reduce dai cinque gol di Palermo, ha retto bene anche con la coppia Garrido-Scaloni sugli esterni: il basco non si è comportato male, riuscendo anche ad essere pericoloso in attacco con una traversa colpita, mentre l’argentino ha messo a disposizione cuore e polmoni sulla fascia destra. Un altro sugli scudi è stato Gonzalez che, schierato eccezionalmente nel centro nevralgico del campo accanto a Ledesma, è stato utile alla causa biancoceleste strappando palloni a destra e a manca agli avanti viola. Infine, strepitoso è stato anche il Profeta Hernanes, non tanto per l’assist delizioso sfornato per Klose (che infatti è pane quotidiano per le nostre papille gustative), ma per il sudore speso correndo come una furia sulla fascia sinistra. Reja stesso, alla fine della partita, si è complimentato con lui: “eccezionale, Profeta!”, sono state le parole di Edy a fine partita. Non mi resta che essere d’accordo con il mister. Ora però sappiamo tutti cosa ci attende: Domenica 4 Marzo alle ore 15, lo Stadio Olimpico ospiterà il derby di ritorno. Dovremo giocare contro una Roma ferita, reduce da un pesante 4-1 bergamasco a suon di Denis. Il rebus sarà la reazione degli undici di Luis Enrique di fronte a questa batosta. Saranno privi di Gago, Cassetti e Osvaldo ma, ahi loro, giocherà Totti. Lui sì, si è infurbito grazie all’esperienza: se le altre volte simulava gravi infortuni per poi magicamente comparire in campo al derby, ora si fa squalificare la giornata prima. Ma me ne frego! Totti o non Totti, Domenica dovremo scendere in campo come leoni, ma soprattutto, con Reja in panchina. Vinci ancora, mister! Vinci per noi.

Thomas Berardi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=16991

Posted by on Feb 27 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...