|

La Lazio stecca contro il Chievo 1-1, fischi dei tifosi

HERNANES IN GOL CONTRO IL CHIEVO, LA LAZIO STECCA CONTRO IL CHIEVO 1-1, REJA CONTRO IL CHIEVO SOSTITUISCE SIA ZARATE CHE HERNANESL’arbitro ci mette del suo nell’azione del gol del Chievo, la Lazio non reagisce e non va oltre il pareggio. A nulla vale la prodezza di Hernanes nel primo tempo.

Stadio Olimpico – Un punto rubato e non strappato, un arbitro approssimativo che sbaglia decisioni importanti ed influisce sul risultato. Una Lazio che non reagisce e fa fatica nel momento in cui deve allungare e dare un segnale importante. Poco coraggio da parte dell’allenatore che nel momento cruciale della gara toglie dal campo i due giocatori che hanno la possibilità di risolvere la partita con un colpo o un lampo. Tre punti buttati all’Olimpico, dove la Lazio è costretta ad un pareggio contro un Chievo brutto e rinunciatario. Nulla da fare per i tifosi che al gol allo scadere del primo tempo di Hernanes avevano sperato e forse anche sognato. C’è da fare i conti con la realtà e con una zona Champions che si allontana sempre più.

Partita difficile – Giornata di sole allo stadio Olimpico dove la Lazio cerca le giuste conferme dopo i punti conquistati contro Fiorentina e Milan. L’avversario di oggi non è di quelli facili, il Chievo di Pioli si attesta come una delle squadre più in forma del campionato. Ma i biancocelesti, almeno a detta dei protagonisti, hanno ritrovato lo spirito giusto, quello unito e volitivo di inizio stagione. E davanti al proprio pubblico, gli uomini di Reja hanno fatto bene nelle ultime uscite e cominciano la partita in maniera convinta con ottimi spunti in verticale d Matuzalem ed Hernanes. I due brasiliani sono grandi palleggiatori ed insieme si esprimono al meglio. Tuttavia la prima vera occasione da gol capita sui piedi di Libor Kozak: al 12esimo buon break sulla trequarti di Bresciano, palla per l’ariete ceco che salta un uomo ma incespica sulla palla ed è provvidenziale l’intervento sulla linea di Frey. Al 18esimo prima tegola della gara per i biancocelesti: si infortuna Radu che è costretto a lasciare il campo in barella, al suo posto entra Lionel Scaloni, per il rumeno un problema muscolare. Il match procede a folate, le accelerazioni della Lazio vanno ad intermittenza, il Chievo si difende con cinque uomini ed porta sempre dieci giocatori dietro la linea della palla. Uno stacco di Dias al 39esimo fa gridare al gol l’Olimpico, ma è provvidenziale il salvataggio, ancora una volta sulla linea, di Fernandes.

Hernanes incanta allo scadere – Un destro a giro incredibile, proprio allo scadere del tempo di recupero, Anderson Hernanes de Carvalho porta in vantaggio la Lazio con una prodezza assoluta. E’ il 47esimo del secondo tempo, una punizione dai trenta metri in posizione centrale diventa territorio del brasiliano, che posiziona la palla come stesse sul dischetto, colpisce con potenza di mezzo collo, lascia andare la caviglia e Sorrentino non può nulla su una traiettoria che prima esce e poi rientra. Uno a zero e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Pareggio contestato – Alla ripresa delle ostilità i biancocelesti ci mettono cinque minuti  a ritornare in partita. Una dormita generale della retroguardia laziale porta Pellissier a sfiorare il pareggio, ma è fortunato Muslera. La Lazio tutto sommato si difende bene ma al 20esimo è penalizzata da due decisioni arbitrali: Baracani non vede un fallo netto in mezzo al campo su Matuzalem e sugli sviluppi di quell’azione assegna un calcio d’angolo (dubbio) ai veronesi. Dal corner arriva il pareggio dei clivensi con Cesar che tutto solo si inserisce nell’area e batte Muslera da distanza ravvicinata. Reja corre subito ai ripari e manda in campo Sculli per Hernanes. I biancocelesti con tre punte si buttano a capofitto in attacco, ma la trazione anteriore dura poco perché al 33esimo Reja richiama Zarate per Mauri tra i fischi generali del pubblico. Nonostante ci fosse tempo per provare, usciti Zarate ed Hernanes, la Lazio non riesce più a creare un’occasione degna di questo nome. Il Chievo senza alcuna pretesa di gioco viene a Roma e si prende un punto stiracchiato con l’aiuto del direttore di gara. Per i biancocelesti poco coraggio ed altra occasione sprecata.

Fonte:lazialità

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7272

Posted by on Feb 6 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...