|

L’ONORE DELLE ARMI: CIAO BOB!

FUNERALI BOB LOVATI DOMANI ORE 15 PONTE MILVIO, IL ROMANISTA DA COSTA RENDE OMAGGIO A BOB LOVATINel mondo del calcio (tifosi e addetti ai lavori) l’onore delle ‘armi’ è la cosa più difficile e bella da realizzare. Il riconoscimento dell’avversario, non come nemico, ma antagonista, come sfidante, come l’altro, che quando cade lo si saluta sull’attenti, col dovuto rispetto.

Ieri s’è spento Roberto Lovati, 84 anni, una vita al servizio del calcio, Pisa, Monza e Torino, dalla Lazio alla Nazionale, testimone di un calcio ormai in via d’estinzione: portiere anni ‘50, allenatore, dirigente e poi factotum, 56 anni ininterrottamente sempre con lo stesso club. Domani (ore 15 Ponte Milvio) si celebreranno le esequie a Roma.

Per ricordarlo non servono parole. Ma può bastare quest’articolo uscito su un sito romanista. Onore delle armi per Bob: le vere bandiere non saranno mai ammainate!

Maurizio Martucci

——————————————-

L’ONORE DELLE ARMI DEL ROMANISTA DA COSTA  

Dino Da Costa, centravanti della Roma nella seconda metà degli anni ‘50 ricorda in esclusiva a OROEPORPORA.IT l’amico Bob Lovati, portiere della Lazio nella stessa epoca, scomparso questa mattina. Da Costa, che curiosamente era diventato l’incubo, sportivamente parlando, del portiere laziale, contro il quale mise a segno una serie di reti nei derby che ancora oggi lo vedono in testa a questa speciale classifica delle stracittadine, ha appreso la triste notizia dalla sua casa di Verona.

Mi dispiace tantissimo, eravamo diventati amici anche fuori dal campo, ci si incontrava spesso alla Casina Valadier al Pincio per prendere un caffè dopo gli allenamenti. Lovati era molto amico di Panetti, mio compagno di squadra, ed era uno dei pochi laziali, con Molino, a non abitare nella zona di Corso Trieste, ma al Flaminio, vicino al vecchio stadio Torino dove ci allenavamo“.

Da Costa racconta un altro curioso aneddoto, legato all’ultima volta che vide di persona Lovati: “Finita la carriera ci chiamarono per una partita di beneficenza a Frascati, un Roma-Lazio tra vecchie glorie. Lui quando mi vide disse scherzosamente di non voler giocare, perché era sicuro che gli avrei fatto ancora gol. Ed infatti ne segnai due! Lui, sorridendo, si tolse i guanti e lasciò il campo dicendomi ‘Basta, con te non ci gioco più’. Era un uomo d’altri tempi, un altro calcio, una brava persona“.

OROEPORPORA.IT

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8663

Posted by on Mar 31 2011. Filed under News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...