|

Keita-Tounkara attacco del futuro

Keita e Tounkara, firmano il rinnovoLa Lazio del futuro nasce oggi. Keita in campo a cercare un altro gol per chiudere al meglio la sua prima annata con la Lazio dei grandi. Il suo «gemello» Tounkara in panchina per sognare il debutto in Serie A. Che potrebbe consumarsi nel finale della partita col Bologna, anche perchè Perea è fuori causa (ha rimediato una forte contusione alla caviglia in uno scontro con Strakosha) e quindi il senegalese è l’unico alternativa a Klose. Una gara apparentemente priva di valore, ma che in realtà la squadra di Reja vuole vincere a tutti i costi. E non solo per salutare nel migliore dei modi il pubblico (poco numeroso come al solito) che sarà questa sera all’Olimpico. Ma anche perché in ballo ci sono ancora l’ottavo posto da conquistare e la migliore performance di Reja (intesa come media punti) delle sue quattro Lazio.

Keita, la stella
Il futuro biancoceleste non può prescindere da Keita. Quella che si chiude oggi è stata la stagione della consacrazione per il gioiellino spagnolo di origine senegalese. E’ entrato a far parte della prima squadra e, senza neanche dover fare troppa anticamera, ne è subito diventato un titolare, nonostante avesse solo 18 anni e mezzo (diventati nel frattempo 19). Ha dispensato assist e gol (5 le reti in campionato), più in generale ha convinto tutti. La nuova Lazio lo vedrà come un punto fermo. E in prospettiva può diventare l’uomo-copertina della squadra. Intanto si accinge a firmare il contratto che lo legherà al club biancoceleste fino al 2018 per un guadagno complessivo di circa 2 milioni. Keita giocherà nel tridente anche col suo mentore Klose che dall’alto della sua esperienza lo sta facendo crescere in maniera esponenziale.

Tounkara, l’apprendista
Anche Anderson, come Keita, può diventare un pezzo pregiato della prossima Lazio. Ma a tanto ambisce a maggior ragione Mamadou Tounkara, il «gemello» di Keita. Anche lui spagnolo di origini senegalesi, anche lui strappato dalla Lazio alla cantera del Barcellona. E anche lui attaccante, anche se centrale e non esterno come Keita. L’unico differenza con è che ha un anno in meno. Di lui dicono che sia anche più forte di Keita, di sicuro nella prossima stagione sarà inserito in pianta stabile nella prima squadra. Come Keita un anno fa. E come il suo gemello proverà a scalare in fretta le gerarchie che inizialmente lo vedranno come panchinaro. Oggi intanto spera di fare il debutto in A. Al fianco dell’amico Keita. Perché le loro vite e le loro carriere procedono da sempre in parallelo.

Fonte:gazzettadellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=32011

Posted by on Mag 18 2014. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...