|

Intervista a Dario Marcolin

Intervista a Dario MarcolinIn biancoceleste nella stagione 1992-’93 e dal 1995 al 2000 con una piccola pausa di sei mesi al Blackburn. In totale 70 presenze e 2 reti. Centrocampista ordinato e preciso, mai esente dalla lotta. Oggi allena in Serie B. È il profilo di Dario Marcolin, bandiera della Lazio per tutta la seconda metà degli anni ’90. Nel 2008 ha cominciato la sua carriera da allenatore, che lo ha portato nel 2012 sulla panchina del Modena, squadra che sta marchiando con la sua personalità e la sua idea di gioco (predilige il 4-3-3, ma ha dimostrato di saper essere molto duttile). Oggi i gialli sono tornati dopo anni a lottare per un posto nei play off. Marcolin dopo la solita conferenza stampa prepartita prima della trasferta di Varese, uno dei match clou della terza di ritorno, concede qualche minuto a sslazionews.it per parlare della Lazio di quest’anno e dei suoi trascorsi con l’aquila sul petto.

A inizio anno, quando Lotito ingaggiò il semisconosciuto Petkovic, chi l’avrebbe mai detto che a febbraio i biancocelesti sarebbero stati in gioco su tre fronti, conquistando tra l’altro la finale di Coppa Italia dopo avere battuto la Juventus e in lotta per un posto Champions (e forse qualcosa di più)?

Bhè, Petkovic ha subito dato un’ottima impronta di sé stesso, di grande personalità, ha messo regole importanti, e soprattutto ha migliorato il gioco, che comunque già era buono. Ha saputo prendere la squadra per il verso giusto e migliorarla. Bisogna fargli i complimenti, perché facendo l’allenatore so quanto siano importanti nella costruzione delle squadre tutte le sfumature. Lui adesso sta raccogliendo i frutti di tutto il lavoro che ha fatto. Diamo merito a lui e ai giocatori che lo hanno seguito. Quando un allenatore riesce a fare presa sul gruppo significa che dice cose giuste. Io lo sento anche nelle interviste, è un allenatore che non parla mai a caso, dice sempre cose mirate, e questo anche i giocatori lo colgono.

Secondo te dove può arrivare questa Lazio?

Penso che se la giocherà fino alla fine per lo scudetto e se non sarà scudetto lotterà per uno degli altri due piazzamenti Champions. Ha dimostrato di saper lottare, ha battuto la Juve, ha fatto bene anche a Torino sia in Coppa, sia in campionato. Quando giochi con una squadra più titolata, che è anche campione d’Italia in carica, e riesci anche a fare risultato significa che la tua squadra da oggi in poi può competere per le zone alte della classifica.

Chi ti ha stupito di più tra i giocatori?

A me stupisce sempre Klose, anche se nell’ultimo periodo è stato bloccato da un infortunio. È un attaccante che vive per il gol, gioca per segnare. Ha risolto tante partite (penso soprattutto al derby sotto la pioggia). Mi piace da morire quando attacca la profondità ed è un giocatore molto intelligente; fa poche cose, ma quelle che fa, le fa a 100 all’ora. E quello fa la differenza. Mi hanno anche detto che è uno che si studia gli avversari, guarda i dvd per osservare le caratteristiche dei difensori che andrà ad affrontare e questo è sinonimo di professionalità. E la professionalità alla fine paga in campo.

Le due cartoline più belle dei tuoi anni alla Lazio?

Bhè, la prima senz’altro lo scudetto, massima felicità di tutto l’ambiente e di noi giocatori. L’altra coincide con un periodo preciso: quando da Zeman siamo passati ad Eriksson e abbiamo cominciato a vincere qualcosa, a partire dalla Coppa Italia nel ’98. Si respirava un’atmosfera particolare, si sentiva che stava cominciando un ciclo.

E in un futuro ti ci vedi alla Lazio?

La Lazio la seguo sempre con affetto, poi bisognerà vedere il destino dove ti porterà. Comunque adesso Petkovic sta facendo bene (e gli faccio un in bocca al lupo perché lui e la società hanno costruito davvero una nuova realtà) e io sto lottando col Modena per un obiettivo importante. Già col Modena, molto giallo, anche un po’ biancoceleste (il vice di Marcolin è Beppe Pancaro). Un Modena che attende Marcolin per andare a Varese…

Alessandro Socini

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=26508

Posted by on Feb 2 2013. Filed under Esclusive SSLN, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...