|

Il Profeta è tornato e la Lazio vola fra le grandi: “Oggi ho giocato la mia più bella partita in biancoceleste”

HERNANES VITTORIA IMPORTANTE CONTRO IL BARI, HERNANES CHE BELLO VEDERE ESULTARE LA GENTE AI GOL DEL GENOA, HERNANES OGGI HO GIOCATO LA MIGLIOR PARTITA CON LA MAGLIA DELLA LAZIOQuando gira lui, gira tutta la squadra. Sappiamo come gioca: fa gol ed assist. È un grande giocatore”. Parole e musica di Edy Reja e il grande giocatore è sempre lui: Anderson Hernanes. Il Profeta venuto a Roma con l’umiltà di un gregario e l’estro di un fuoriclasse. Cuore, generosità e cervello, per chi come Hernanes ha fatto del calcio una missione di vita. Dal sei agosto 2010 al 20 febbraio 2011, poco più di sei mesi di Lazio senza mai fermarsi, senza mai risparmiarsi, per conquistarsi scettro e corona di una squadra che vola spedita verso la Champions League. Estro sopraffino e classe inaudita. Il Profeta è tornato ad incantare l’Olimpico con una delle sue magie (sei in campionato ed una in coppa) che manda in disibilio uno stadio intero e spedisce il Bari negli inferi. Hernanes regista, Hernanes esterno d’attacco, Hernanes trequrtista, le mille facce di un fuoriclasse, gli svariati ruoli ricoperti nella sua Lazio. Ventitre presenze in campionato ed una in coppa, vissute con l’aquila sul petto, da faro in campo e da esempio fuori. Il Profeta che inventa, il Profeta che si impegna, anche quando le forze vengono meno, anche quando la fatica delle settanta gare giocate in un anno non gli danno modo di recuperare. Il suo credo è il lavoro, il suo obiettivo è vincere. Un moto perpetuo, che gli permette di estraniarsi dalla stanchezza e di sfoggiare prove sublimi proprio quando è costretto a raschiare il barile delle energie. Con il Bari è accaduto questo. Un gol al volo di perfetta fattura su assist di Sculli e tanto gioco macinato alle spalle di Kozak, insomma una partita in cui ha recitato il suo sprtito preferito, quello del leader, quello del direttore d’orchestra. Eccola la risposta autoritaria. La prova da maestro che esce dal cilindro del fuoriclasse. Proprio quando nessuno se lo aspetta, proprio all’indomani di Brescia-Lazio, dove andò in scena una delle performace più scialbe della sua storia laziale. Reja ci ha puntato, lui ci ha creduto. “Durante la settimana abbiamo parlato della sua posizione in campo, – ha spiegato il tecnico goriziano in conferenza – perché non deve giocare spalle alla porta, ma deve amministrare il gioco dietro a Kozak”. Hernanes come ispiratore e nel contempo finalizzatore. Questo ha chiesto Reja e questo ha fatto il Profeta. Più inserimenti alle spalle di Kozak, maggiori conclusioni da fuori area e le solite micidiali punizioni dalla distanza. Se la Lazio ritrova sprint e vittorie insomma lo deve anche al suo asso brasiliano, che gongola per il successo e la sua prova: Questa è una vittoria importante, anche perché era veramente una partita difficile. Questi sono tre punti fondamentali per noi”. Il sorriso, che sulla mimica del Profeta non manca mai, oggi ha una luce diversa, quella di chi sa che il successo sul Bari vale molto di più dei tre punti. È uno sprint importante verso l’Europa che conta, ma non solo. La vittoria di oggi sa di rivalsa anche nei confronti della stessa Roma, che si allontana in classifica:Ho visto esultare la gente sugli spalti ai gol del Genoa, ma la cosa non mi è sembrata strana, mi è capitato anche quando giocavo in Brasile con il San Paolo”. Per il derby però c’è ancora tempo. Hernanes lo sa e stringe a se la Lazio e la sua gente. Sa di aver giocato una gara sublime e si gode la sua domenica perfetta: Oggi credo di aver giocato la mia miglior partita con questa maglia. Sicuramente è una delle mie più belle prestazioni in biancoceleste”. “Lascerò un segno in questa squadra”, disse nel suo primo giorno alla Lazio. Un’affermazione forte che sa di promessa ed ora che il Profeta è tornato, la Roma biancoceleste è pronta a raccogliere le sue profezie.

Fonte:lalalziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7608

Posted by on Feb 20 2011. Filed under Campionato, News Lazio, Stagione. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...