|

Il mito senza tempo della gloriosa Lazio

Lazio, interessa Paganini del FrosinoneIl fiume Tevere e il fiume Aniene, Giulio Cesare e Pompeo, Pasquino e i Papi. Se vi è una città ove vive fortemente il dualismo, quella è proprio la Città Eterna.

Ovviamente, quando si parla di calcio e di tifo, il dualismo trova la massima espressione nelle due squadre della capitale, ovvero la Lazio e la Roma.

Indubbiamente, nel firmamento biancoceleste brillano stelle e miti del calibro di Silvio Piola, una vera e propria leggenda del variopinto mondo calcistico. Nato a Robbio in provincia di Pavia, il 29 settembre del 1913, Silvio Piola oltre che essere stato una leggenda di tutto il calcio italiano, è, ancora oggi, un mito per tutti i tifosi biancoceleste.

Non a caso, con i colori della Lazio segnò 149 reti, un incredibile record che neppure altri simboli della squadra laziale sono mai stati capaci di eguagliare. Infatti, un bomber come Beppe Signori si è fermato a 127 gol con la maglia della Lazio, Chinaglia ne ha realizzato 122, 108 furono, invece, le marcature di Giordano e, più recentemente, Rocchi si è arrestato a 105 gol.

Ma il mito di Silvio Piola non si ferma di certo qui. Infatti, è lui ancora il re incontrastato dei marcatori di tutta la serie A. Tra il 1934 e il 1943, fu il simbolo stesso dei colori biancocelesti. Cannoniere prolifico, aveva il fiuto del gol.

Tutti valori che sono anche ben noti agli amanti delle scommesse sportive che si possono fare su NetBet.

Fondata come Società Podistica Lazio nel 1900 nel rione Prati, la Società Sportiva Lazio, così rinomata nel 1925, adottò i tradizionali colori bianco e celeste, proprio in onore della patria delle Olimpiadi, ovvero la Grecia. Invece, il suo simbolo, cioè l’Aquila, venne adottato perché era un potente emblema che richiamava alla memoria prosperità, vittoria e potenza. Amato dai tifosi laziali, è un simbolo tra i più apprezzati in tutto il mondo calcistico.

Tra i vari mitici eroi biancocelesti, spetta un ruolo di grande importanza a Tommaso Maestrelli, con il quale la società vinse il suo primo scudetto. Altri nomi impressi indelebilmente nella memoria laziale sono Fulvio Bernardini, con il quale la società vinse la sua prima Coppa Italia, e il grandissimo Eugenio Fascetti.

Invece, il tecnico che risulta essere il più vincente di tutta la storia della Lazio è Sven-Göran Eriksson, con il quale la società si aggiudicò nelle sue quattro stagioni ben sette trofei. In conclusione, non è, quindi, proprio un caso se il mito della gloriosa Lazio è infinito.

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=43379

Posted by on Nov 15 2017. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...