|

I trent’anni del jolly Sculli: appena due mesi per conquistare la Lazio

AUGURI SCULLI IN DUE MESI A CONQUISTATO LA LAZIO DI REJA, LAZIO CONTRO IL NAPOLI SCULLI E ZARATE, AUGURI A BEPPE SCULLI 30 ANNITornante, attaccante esterno, seconda punta e all’occorrenza anche bomber: Reja non può più fare a meno del jolly Sculli. Un moto perpetuo senza soluzioni di continuità, da sinistra a destra con piena licenza di affondare in profondità. Il suo arrivo nella finestra invernale del mercato ha reso più incisivo il fronte offensivo biancoceleste. Giusto il tempo di debellare gli affanni muscolari, che ne hanno condizionato il suo primo mese nella Capitale, ed il suo apporto alla causa si è rivelato concreto, tangibile. Dieci presenze, otto dall’inizio, soluzioni alternative per il canovaccio tattico di Reja, una doppietta provvidenziale con il Palermo, due assist al bacio, uno a Kozak contro la Fiorentina e quello ad Hernanes con il Bari. A volte da destra, spesso da sinistra, la zona che più ne esalta le sue caratteristiche polivalenti, di corridore, crossatore ed incursore. Oltre a prodigarsi in un lavoro sfiancante di contenimento sui dirimpettai avversari, ama sganciarsi, muoversi senza pallone tra i piedi, non concedendo punti di riferimento. Le difese le prende in infilata, tagliandogli la strada alle spalle, sorprendendole come ha fatto contro i rosanero di Cosmi. Non si lascia andare ad eccessivi fronzoli, conosce i propri limiti e le proprie virtù, punta dritto alla scopo, muovendosi in verticali con i tempi giusti. Sa quando deve attaccare lo spazio, come ha fatto anche sabato scorso contro il Cesena in occasione del gol della vittoria. Il suo movimento senza sfera a dettare il passaggio a Garrido è stato il preludio al duetto Mauri-Zàrate. Non solo esterno del 4-2-3-1, contro i romagnoli ha dimostrato di saper interpretare perfettamente anche il ruolo di secondo attaccante nel 4-3-1-2. Si è mosso al fianco di Zàrate, si è messo a disposizione dell’argentino, che per una volta ha avuto piena libertà di svariare per tutto il fronte offensivo. E’ stato una valvola di sfogo puntuale per le ripartenze biancocelesti. Se non fosse stato per il salvataggio di Pellegrino in prossimità della linea di porta avrebbe propiziato il rimorchio vincente di Gonzalez. Per non parlare del miracolo sfoderato in apertura di ripresa da Antonioli che ha deviato miracolosamente sul palo un suo colpo di testa ravvicinato. L’assist era stato di Zàrate. I due si sono intensi, hanno dimostrato di parlare lo stesso slang in termini di velocità di esecuzione. Contro il Napoli tornerà a disposizione Floccari, ma ora Reja sta pensando seriamente di affidarsi nuovamente al suo tandem di piccoletti. Perfetto se si vuole impostare la gara sulle ripartenze. Insomma, la Lazio cambia pelle, ma Sculli non esce mai. C’ha provato anche l’orticaria gigante a fermarlo, ma non c’è stato niente da fare. Dal 23 gennaio, giorno del suo esordio a Bologna sono trascorsi 2 mesi esatti: 60 giorni dopo “Beppe” ha sotterrato quel velo di scetticismo che ne aveva accompagnato il suo arrivo. Oggi compie 30 anni: è il compleanno perfetto.

Fonte:lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8486

Posted by on Mar 23 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...