|

HERNANES:” VOGLIO LOTTARE PER LO SCUDETTO”

Il centrocampista brasiliano, colpo del mercato biancoceleste, non nasconde le sue ambizioni. «Sono arrivato da poco, è presto per dire dove possiamo arrivare ma sarebbe bello lottare per il titolo: sono un ottimista e ho fiducia».

E’ abituato a stupire. In campo e con le parole: «Sono un ra­gazzo sognatore e dico che voglio lottare per lo scudetto. Le mie aspettative sono molto buone, sono molto fiducioso. Sono arrivato da poco ed è ancora un po’ presto per dire quanto possiamo andare lonta­no e qual è il nostro limite…» , ma lui è un sognatore ed è cre­sciuto pensando sempre in grande. Il PROFETA HERNANES ha fatto la profezia, vuo­le lottare per lo scu­detto. Si è confessato in patria, al quotidiano “Diario de Pernambuco”, è un giornale che viene pubblicato nello stato in cui è nato (Pernambuco appunto). Le sue dichiarazioni faranno scalpore, qualcuno ci riderà sopra e farà le battutine. I tifosi biancocelesti no, ne coglieranno il senso. Hernanes sa quanto è difficile conquistare uno scudetto italia­no, ma pensa da vin­cente e vuole carica­re l’ambiente, da bravo ragazzo sogna­tore. Non ha paura dell’impatto col cal­cio europeo.

LA STORIA -Hernanes è arrivato in Italia per entrare nella storia, non per essere dimenticato come ac­caduto ad altri connazionali. E’ onorato di indossare la maglia la­ziale e non smette mai di dirlo, è un merito che gli va subito rico­nosciuto. Ed è onorato di stare in Italia:« Mi hanno accolto tutti molto bene, l’Italia sarà la mia casa per i prossimi anni. La Lazio ha vinto la Coppa Italia e la Supercoppa un an­no fa. Naturalmen­te, trattandosi di un club di grande tra­dizione e con tantissimi tifosi, tut­ti sognano il titolo italiano ed è normale che ci sia pressione, io non l’ho ancora sentita, ma sono pronto ad affrontarla». Non è arri­vato Santa Cruz, ma ad agosto era già sbarcato Hernanes, il gioiello del mercato biancoceleste. Parla da grande, non è un tipo qualun­que. E’ alla sua prima esperienza fuori dal Brasile.

IL PASSATO -Di scudetti ne ha vinti due con il San Paolo, le buone abitu­dini non vuole perderle:«Sono sta­to accolto molto bene sin dal mio ar­rivo a Roma. Sono rimasto sorpreso perché pensavo di passare inosser­vato, invece molte persone mi han­no riconosciuto, mi hanno chiesto autografi e foto». I tifosi l’hanno fat­to sognare e lui vuole ricambiare l’affetto. Contro la Samp ha iniziato a dimostrare il suo valore, è stato promosso da tutti al debutto in serie A:«Il mio arrivo in Italia è stato bel­lo. E la presentazione alla folla, pri­ma della partita contro il Deportivo La Coruna, è stata molto speciale. L’ho vissuta per la prima volta nel­la mia carriera». Il calcio italiano ha iniziato a conoscerlo ed Herna­nes sta cercando di imparare pre­sto per ambientarsi al meglio:«I pa­ragoni con il calcio sudamericano? E’ presto per parlarne. Da quanto mi hanno detto i miei compagni la differenza principale è nelle marca­ture, sono molto più forti rispetto al campionato brasiliano».

IL RUOLO -Hernanes sta ascoltando i consigli di Reja, sta seguendo i suoi insegnamenti. Lui e il tecnico hanno parlato più volte. Edy lo vuo­le in zona avanzata, nel San Paolo partiva dalla linea di centrocampo ma in carriera ha occupato tutti i ruoli:«Stiamo ancora parlando per definire il mio ruolo. Ma il principio del mister è che mi vuole un po’ più avanzato», ha aggiunto alla stampa brasiliana. Nella griglia di partenza vede le solite quattro squadre in po­le:«Credo che Inter, Juventus, Mi­lan e Roma siano favorite». Ha rac­contato l’emozione provata dopo il suo primo gol, quello siglato al De­portivo in amichevole:«Mi sentivo veramente fresco, è stato bello de­buttare davanti ai nostri tifosi e an­che segnare una rete».

LA LINGUA -E’ arrivato a Roma più di dieci giorni fa, sta iniziando a masticare l’italiano. Cammina con un blocchetto per appuntare frasi, pensieri e parole…:«Non ho preso lezioni di italiano, ma sto studian­do da solo e ho imparato un po’ la lingua. La cosa divertente è che al­la mia presentazione tutti si aspet­tavano che avrei parlato in porto­ghese, non l’ho fatto. Ho imparato poche parole ed ho iniziato a espri­mermi in italiano». E’ nato per stu­pire e sa giocare anche con le pa­role.

Fonte: Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=2537

Posted by on Set 2 2010. Filed under Curiosità, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...