|

Hernanes vincere in Europa.Gascoigne ha fatto tanto per i tifosi della Lazio

Hernanes: "Abbiamo permesso al Panathinaikos di sopravvivere, dobbiamo imparare a uccidere l'avversario.Si sta consacrando, si è preso la scena. Hernanes superstar, è uno dei centrocampisti più forti d’Europa. Petkovic l’ha riportato nella sua posizione naturale, si muove da mezzala. E’ rinato, dopo una stagione con più alto che bassi, un’annata amara. Credeva alla Champions, l’ha vista sfumare. E’ stato bravo Petko a rimotivarlo, a ridare entusiasmo al talento di Recife. Si sta esaltando, si è messo i panni del trascinatore, ha dato una svolta alla sua carriera. La Lazio se lo coccola, il Profeta ha segnato cinque gol, è felice e lo fa capire quando scherza con un tifoso che, con lui, si scusa per non averlo acquistato al fantacalcio: “Non mi ha comprato perché segnavo poco? Be’, quest’anno ne ho già fatti cinque, sarebbe stato un +15. Mica male”. E non ha nessuna intenzione di fermarsi, Hernanes non segna dalla gara contro il Milan, è passato un mese, nel derby è diventato assist-man, ora vuole segnare e mette nel mirino il Tottenham. La Lazio vuole la qualificazione, nessun calo di tensione. L’Europa come il campionato, Hernanes non fa differenze. E’ la nuova mentalità biancoceleste. “Abbiamo buone sensazioni –ha dichiarato il Profeta a Lazio Style Radio 100.7-, arriviamo da risultati positivi in campionato. Dovremo scendere in campo con la voglia giusta, per vincere e conquistare il primo posto nel girone e poi è sempre bello giocare partite come queste”.La Lazio arriva da due risultati positivi: la vittoria contro la Roma e il pareggio di Torino. Un buon viatico per la sfida di Europa League: “Dopo aver vinto il derby, di solito, nella partita successiva perdevamo, perché psicologicamente si molla un po’. Invece stavolta abbiamo festeggiato il giusto, abbiamo tenuto bene contro la Juve e dato continuità alla vittoria contro la Roma”.Vincere, significherebbe essere qualificati con una giornata d’anticipo. L’occasione è ghiotta. Quanto ci tenete?: “Molto. Siamo concentrati e convinti. L’anno scorso ci siamo qualificati soffrendo, invece quest’anno vogliamo che sia diverso. La Lazio deve tornare al top a livello internazionale, per questo scenderemo in campo con l’atteggiamento giusto”.Nessuna paura di Bale e compagni? “Loro sono forti, hanno grande presenza fisica alla quale abbinano una buona tecnica. A Londra ci hanno messo in difficoltà, ma se in casa giochiamo come sappiamo, palla a terra, possiamo metterli in difficoltà”.La prevendita, in vista della gara contro gli Spurs, ancora non ha subìto l’impennata decisiva. Il Profeta chiama a raccolta la gente: “I tifosi saranno importantissimi. Quando entriamo in campo e vediamo la curva e le tribune piene, ci carichiamo molto di più. Speriamo di vedere tanto pubblico giovedì”.Ospite d’eccezione sarà Paul Gascoigne. Idolo indimenticato di entrambe le squadre. Hernanes è sincero:“Non lo conosco bene, ma so che i tifosi lo amano molto e quindi evidentemente è un personaggio che ha fatto tanto per la società e per la gente e quindi deve essere un’ispirazione per noi in vista della partita contro il Tottenham”.Dopo il Tottenham, due partite in casa contro Udinese e Parma. La Lazio vuole il bottino pieno: “Sarà importantissimo fare bene in queste due partita in casa. Non dovremo sbagliare e fare risultati. E’ un’opportunità importante, anche per il morale e per la convinzione di poter lottare per i vertici.”Hernanes vola basso, non si pone obiettivi: “L’anno scorso credevo che si potesse fare di più e a fine anno ero un po’ deluso. Adesso voglio ragionare partita dopo partita e non guardare troppo avanti”.Sono passati nove giorni, ma a Roma è sempre derby e la gioia per la vittoria ancora è tangibile. Hernanes rivela un aneddoto: “Abbiamo trovato una donna giovane, al ristorante, che per tutta la serata ha festeggiato e se ne fregava (testuale ndr) dei romanisti che c’erano. Mi ha fatto fare tante risate. Al Derby, poi, c’era un’atmosfera bellissima, da brividi. Vedere la gente carica, che canta, ti dà una spinta impressionante”.Contro la Roma è stato decisivo, gli capita spesso. Succedeva anche lo scorso anno, quando il Profeta si muoveva da trequartista. Una posizione mai digerita del tutto. Da mezzala si è rigenerato: “Quando sono arrivato, ho parlato con Reja e gli avevo detto che la mia posizione era quella di “volante”. Lui, però, mi ha detto che mi preferiva trequartista e io avevo accettato la sfida, anche perché mi piace mettermi in gioco. Ma adesso sono tornato nella mia posizione naturale, gioco più palloni. Mi piace arrivare da dietro, avere la visione totale del campo per poter organizzare il gioco”.Hernanes è un campione, un ragazzo d’oro. E’ uno dei perni dello spogliatoio biancoceleste, con Ederson si prepara a duettare a passo di samba: “Mi dispiace per gli infortuni di André e anche per Cristian (Brocchi ndr) che da mesi stava lottando per tornare in campo. Ma lui ha una grinta impressionante e tornerà presto. Sono felice per Ederson, è un valore aggiunto per la Lazio, farà benissimo e speriamo che adesso non si fermi più”.E’ arrivato dal San Paolo, il Tricolor gli è rimasto nel cuore: “Vedere le partite è un po’ difficile, ma seguo sempre i risultati e i gol su internet. Sono sempre un tifoso del San Paolo”.Non solo calcio. Hernanes ha diversi hobby, sta diventando un cuoco provetto: “La Filosofia mi piace, leggo molto, soprattutto quando siamo in aereo. Poi mi piace giocare a golf e cucinare. In inverno è ancora più piacevole mettersi in cucina e preparare. Sto imparando a fare la pizza e i cornetti”.

Fonte:lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=24534

Posted by on Nov 21 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...