|

Hernanes: “Alla Lazio sto benissimo. Il mio obiettivo? I Mondiali 2014

L’estro, la fantasia e l’arma in più della Lazio: è questo ed altro Anderson Hernanes. Il fantasista rappresenta, insieme a Miroslav Klose, la punta di diamante della rosa biancoceleste. “Il profeta” ha parlato in esclusiva ai microfoni di Goal.com, ripercorrendo la sua carriera dagli inizi nel San Paolo fino all’arrivo nella Capitale.Ecco le parole del brasiliano:All’inizio della tua carriera, hai avuto qualche difficoltà e sei anche stato ceduto in prestito dal San Paolo al Santo André. Chi ti ha aiutato a superare quel momento?“In un primo momento ho avuto qualche difficoltà. Ho giocato da laterale sinistro, poi destro. Nel 2006 con l’arrivo di Muricy Ramalho non avevo molto spazio e sono andato a giocare nel Santo André nella serie B. Ero triste ma sicuramente quello è stato un anno in cui sono molto cresciuto a livello professionale. Ho affrontato quel momento difficile grazie alla mia forza di volontà e alla mia dedizione nel perseguire un obiettivo e a non mollare mai. Fu molto importante per me per poter tornare a giocare nel San Paolo”.Al San Paolo poi sei riuscito ad affermarti e a diventare uno dei principali artefici della conquista dei due campionati brasiliani del 2007 e del 2008. Cosa ha significato questo per te?“Vuol dire molto, ammiravo sempre le immagini dei campioni che campeggiavano sulle pareti della sede di allenamento e volevo a tutti i costi vedere anche una mia foto appesa lì. E’ stato un percorso pieno di ostacoli, dove mi sono tolto tante soddisfazioni. Non ho mollato fino alla realizzazione del mio sogno, sono riuscito a imprimere il mio nome nella storia del San Paolo, un contributo importante per la storia di un club che porterò per tanto tempo dentro di me”.Nell’agosto 2010 il trasferimento alla Lazio. Come è stato l’ambientamento in una città come Roma?“Non ho avuto nessun problema. Anche se può sembrare incredibile, mi ha aiutato molto il clima. Prima giocavo sempre immaginando il freddo in Europa, ma quando ho trovato un caldo maggiore di quello di Recife, mi sono sentito a casa. Il freddo non è così insopportabile e sia io che la mia famiglia siamo stati accolti bene e siamo molto felici”.La differenza tra il calcio brasiliano e il calcio italiano?“In Italia le marcature sono più dure, i giocatori ti trattengono, ti spingono. Una volta ricevuto il pallone, i marcatori non ti concedono molta libertà di pensiero. Le squadre pensano prima a difendersi bene e pooi ad attaccare. In Brasile si guarda di più alla fase offensiva”.Qual è la tua valutazione di queste due stagioni alla Lazio?“Sono arrivato in una nazione ed in una squadra diversa, ho dovuto giocare in una posizione diversa da quella a cui ero abituato, riuscendoci bene. Nel primo anno mi sono messo in evidenza, la scorsa stagione sarebbe stata sicuramente migliore se non ci fosse stato quell’infortunio. Il bilancio comunque è spositivo, ma posso migliorare e rendere ancora di più”.Nelle ultime due stagioni avete sfiorato di un soffio la qualificazione in Champions League. Quest’anno dove può arrivare la Lazio?“Difficile capire il motivo per il quale non ci siamo riusciti. La scorsa stagione abbiamo avuto molti problemi con gli infortuni. Quest’anno sarà ancora più difficile: l’Inter lo scorso anno non ha fatto molto bene ma si è rafforzata e lotterà per i primi posti in classifica. Non so dove possiamo arrivare ma il nostro obiettivo è quello di non avere più cali di prestazione”.Come ti trovi con Petkovic? Dove ha intenzione di farti giocare?“Mi trovo bene, mi ha provato in diverse posizioni. Ora che cominceranno le partite ‘vere’, vedrete qual è la sua idea”.La squadra può giocare con te, Ederson, Zarate e Klose nello stesso momento o stiamo parlando di uno schieramento troppo offensivo?“E’ una domanda difficile. Tutto il gruppo è di valore, il mio obiettivo resta quello di allenarmi come si deve per essere sempre in campo. La squadra poi la lasciamo decidere a Petkovic”.Com’è giocare con Klose?“E’ un grande giocatore, un goleador e un ottimo compagno. Sono contento di giocare con un ragazzo intelligente, ha una grande forza, fa gol e torna indietro perfino per dare una mano in marcatura”.Passiamo al mercato, hai ricevuto sondaggi da diversi club europei. Il tuo futuro?“Io e la mia famiglia ci troviamo molto bene qui alla Lazio. Da quando sono arrivato qui ho due obiettivi: migliorare il mio rendimento ogni anno ed essere convocato nella Selecao per la Coppa del Mondo del 2014″.Se dovessi tornare a giocare in patria, daresti la priorità al San Paolo?“Non ci penso adesso, tornare in Brasile riguarda il futuro. Senza dubbio il San Paolo è il club che è nel mio cuore e penserei in primis a loro”.Parlando della Nazionale, l’operato di Mano Menezes è stato messo in discussione. Come valuti la prestazione del Brasile alle Olimpiadi?“Ero sicuro che questa volta la medaglia d’oro sarebbe stata nostra, invece è stata una triste sorpresa perde con il Messico in finale. Il calcio è divertente: se avessimo vinto tutti avrebbero difeso l’operato di Menezes, al contrario non aver vinto l’oro porta a giudicare tutto in modo errato. Le cose vanno analizzate più in profondità e non bisogna guardare solo il risultato”.Menezes ha detto che lotterai per un posto in squadra.“Il Brasile è l’unico Paese al mondo che ha vinto cinque titoli, non è facile giocare nella nazionale brasiliana. A centrocampo la concorrenza è agguerrita, ci sono molti giocatori di qualità, tutto dipende dal tempo e dal caso. Bisogna lavorare, crederci sempre e attendere. Il mio sogno comunque è quello di fare parte di quel gruppo che sarà in Brasile nel 2014″.Giovedì Menezes renderà note le convocazioni per le amichevoli contro il Sud Africa e la Cina. Ti aspetti di essere convocato?“Ho buone aspettative, anche prima delle Olimpiadi ero stato convocato e facevo parte dei pre-convocati. Quindi l’aspettativa è grande”.

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=22054

Posted by on Ago 20 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...