|

Formello |Reja a Brescia con dentro Gonzalez, Zàrate verso l’esclusione.Kozak in attacco, Ledesma-Matuzalem “per imporre il gioco”. Convocati: sorpresa Meghni

FORMELLO | REJA A BRESCIA CON GONZALEZ AL POSTO DI MAURI, ZARATE IN PANCHINA, LEDESMA-MATUZALEM PER IMPORRE IL GIOCO, A BRESCIA CON KOZAK IN ATTACCO, MOURAD MEGHNI CONVOCATO A BRESCIA IN PANCHINAFORMELLO – Gonzalez al posto di Mauri “dolorante”, la conferma di Kozak in avanti, “doppio regista” davanti la difesa e Zàrate verso la panchina. Sono le sentenze emesse dalla rifinitura andata in scena questa mattina, quando per la prima volta Reja ha potuto testare l’undici anti-Brescia con l’organico al completo.

MAURI OUT, GONZALEZ IN VANTAGGIO SU ZARATE Il responso delle nazionali ha restituito ancora una volta al tecnico goriziano un Mauri alle prese con i soliti problemi di natura muscolare. A tre giorni dall’amichevole con la Germania è l’adduttore a turbare la vigilia del centrocampista brianzolo, che anche oggi non ha regolarmente preso parte all’allenamento con il resto del gruppo. Solo corsa a parte in compagnia del preparatore atletico Bianchini, poi gli accertamenti presso la clinica Paideia: il guaio non è grave, ma per la terza partita consecutiva ha consigliato la via della precauzione a tecnico e staff sanitario. Il suo nome è entrato nell’elenco dei convocati, ma la presenza domani in terra lombarda è da escludere: “Speravo di ritrovarmelo in ottima condizione visto la grande partita giocata con l’Italia, purtroppo non è stato così. Questa mattina ha provato ma non è in condizione, ha un leggero edema che va valutato bene, mi auguro di poterlo schierare la prossima settimana”, ha confermato un Reja amareggiato per la poca attenzione dei selezionatori delle rappresentative nazionali. Per sostituirlo nel settore di destra del 4-2-3-1 sono due le strade percorribili. Quella offensiva e meno probabile che porta alla candidatura di Mauro Zàrate (in questo caso il modulo potrebbe tornare 4-3-1-2) o quella tutta “corsa e grinta” relativa ad Alvaro Gonzalez: stando a quanto emerso dall’ultimo riscontro del campo, la pole position spetta decisivamente al cursore uruguaiano, che questa mattina è stato provato sulla stessa linea sulla trequarti di campo di Hernanes e Sculli.

QUARTA CONSECUTIVA PER L’EX KOZAK, FLOCCARI DALLA PANCHINA – El Tata”, il Profeta e la velocità dell’ex attaccante genoano: dinamismo sulle corsie esterne e la tecnica del brasiliano (“sono carico e prontissimo”, ha confidato al tecnico) alle spalle dei centimetri di Libor Kozak. Sembra questo l’orientamento definitivo di Reja, che dopo averlo fatto in campo, anche in sala stampa ha lanciato verso la quarta presenza consecutiva dall’inizio il suo ariete ceco: “E’ pulito mentalmente, non sarà condizionato dalle polemiche delle scorse settimane, oltre tutto, essendo un ex, credo che ci tenga molto a giocare contro il Brescia”. In corso d’opera, poi, si potrà contare anche sull’apporto di Sergio Floccari, pronto a subentrare nella ripresa qualora ce ne fosse bisogno. Oggi è arrivato il terzo indizio che certifica la totale disponibilità dell’attaccante calabrese. Il problema al ginocchio è ormai superato, al “Rigamonti” sarà uno degli esponenti principali di una panchina che si annuncia di alta qualità, vista la probabile presenza di Zàrate e quella praticamente certa di Cristian Brocchi.

DOPPIO REGISTA “PER IMPORRE IL GIOCO” – Nella zona mediana del campo, il dado è tratto ormai da giorni. Saranno le geometrie di Ledesma a Matuzalem a cercare di restituire alla manovra biancoceleste la fluidità della prima parte della stagione. Iachini è intenzionato a presentare un Brescia molto guardingo, con una folta batteria di incontristi (a Filippini, Cordova ed Hetemaj di aggiungeranno gli esterni Zambelli ed Accardi) a protezione della propria metà campo, ai quali si aggregherà in fase di non possesso il trequartista Diamanti. Un blocco granitico votato a pressare a tutto campo. Da qui la necessità di Reja di affidarsi alla qualità nel fraseggio del duo sudamericano, che sarà chiamato a mandare a vuoto l’aggressività delle “rondinelle”. “Partiamo con l’idea di imporre il nostro gioco”: l’intenzione è quella di prendere in mano il pallino, dettare legge sfruttando le virtù da fini palleggiatori dei centrocampisti biancocelesti (Hernanes compreso), per poi innescare velocemente sulle corsie esterne la rapidità di Sculli e Gonzalez. “I fatti dimostrano che io e Ledesma possiamo tranquillamente giocare insieme”, ha tuonato ieri il “Professore” di Natal, memore delle convincenti prestazioni sfoderate in simbiosi con l’italo-argentino nell’era Rossi, ma anche in questa annata con Fiorentina, Napoli ed Udinese. Dall’ultima volta che i due sono scesi in campo insieme dal primo minuto sono trascorsi quasi due mesi: si trattava dell’ultima fatica del 2010, proprio all’Olimpico contro i friulani, quando Reja fu costretto a rinunciare a Brocchi. Questa volta l’ex rossonero sarà disponibile, ma la scena a Brescia si ripeterà.

UOMINI CONTATI IN DIFESA”, SORPRESA MEGNHI – Rispetto alle indicazioni degli scorsi giorni, scelte confermate anche in difesa, dove mancherà Radu a causa della forte contusione al ginocchio rimediata contro il Chievo, ma ci sarà Biava (in coppia con Andrè Dias) che già ieri aveva smaltito la leggera distorsione alla caviglia sinistra patita martedì. Al posto del romeno spazio alla quinta presenza di Scaloni, mentre Lichtsteiner agirà a destra: “Diakitè è fuori gioco, Stendardo è ancora febbricitante, Garrido lo porto ma non è ancora in condizione di giocare. E’ chiaro che soprattutto in difesa siamo in una condizione di emergenza, ma è proprio in queste situazioni che la grande squadra mostra carattere e temperamento”, ha sottolineato Reja, che può parzialmente consolarsi con il ritorno nel gruppo del franco-algerino Mourad Meghni: “Fisicamente l’ho visto molto bene, in settimana ha fatto tutto ciò che doveva, dal punto di vista tecnico lo conosciamo, ha mezzi straordinari. Domani potrebbe anche andare in panchina, malgrado non abbia ancora i ritmi della gara”.

PROBABILE FORMAZIONE (4-2-3-1): Muslera, Lichtsteiner, Biava, Dias, Scaloni; Ledesma, Matuzalem; Gonzalez, Hernanes, Sculli; Kozak.

PROBABILE PANCHINA: Berni, Garrido, Bresciano, Brocchi, Meghni, Zàrate, Floccari,

Fonte:lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7401

Posted by on Feb 12 2011. Filed under Formello, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...