|

FORMELLO – Matuzalem-Hernanes, torna l’asse brasiliano… Mauri “esclude” Gonzalez, Sculli insidia Kozak. Modulo: dipende dal Chievo

MATUZALEM TORNA TITOLARE CONTRO IL CHIEVO, REJA CONTRO IL CHIEVO ZARATE DALL'INZIO IN COPPIA CON KOZAKFORMELLO –Una Lazio tonica, attenta e votata alla corsa per riprendere il cammino del girone d’andata”. E’ la strada tracciata da Reja per superare l’ostacolo Chievo e per dare continuità ai 4 punti collezionati nelle ultime due uscite con Fiorentina e Milan. “Lo spirito” dei bei tempi e la voglia di proteggere a denti stretti il fortino biancoceleste è stato ritrovato; ora, per riaprire definitivamente le proprie ali, il tecnico goriziano chiede al suo gruppo qualcosa di più dal punto di vista del piglio, della personalità e dell’intraprendenza. La compagine di Pioli corre veloce sull’onda emotiva degli ultimi 5 risultati positivi, ma soprattutto sulle forze fresche dei suoi interpreti: “Hanno doti tecniche e tanta corsa, se non saremo alla loro altezza sotto questo punto di vista ci metteranno in difficoltà”, ha avvertito Reja poco prima di scendere in campo per la seduta di rifinitura. Un monito sintetizzabile in poche parole: “Chi sta meglio fisicamente partirà dall’inizio”.

REJA LI PROVA INSIEME, MA MAURI “ESCLUDE” GONZALEZ – E’ per questo motivo che Ledesma (il più impiegato nel 2011) tirerà il fiato ed Alvaro Gonzalez sarà tenuto in grande considerazione fino a domani mattina. Ieri come oggi, il sudamericano e Mauri sono stati provati ancora nello stesso quartetto, ma a rigor di logica a rivestire i panni di mezz’ala di spinta domani dovrebbe essere solo l’azzurro. Dopo aver fornito soddisfacenti garanzie sulla sua tenuta fisica, il numero 6 è in rampa di lancio per tornare ad indossare una maglia da titolare. L’affaticamento alla coscia sinistra, accusato due giorni fa, è stato smaltito ed il turno di riposo osservato a Milano ha permesso di ricaricare le pile, dal punto di vista fisico e mentale. Malgrado le ultime esercitazioni tattiche, con il brianzolo in campo, non dovrebbe esserci inizialmente spazio per “El Tata”. Seppur con caratteristiche tecniche diverse, entrambi sono portati ad accompagnare la fase di offensiva della manovra: “Gonzalez non è un mediano, Mauri attacca gli spazi con continuità, e visto anche la presenza di due punte e di Hernanes, il centrocampo ha bisogno di trovare equilibrio”. Una parola, quella sottolineata da Reja, che fa decisamente rima con Cristian Brocchi. Oggi è stato inserito nel gruppo delle papabili “seconde linee”, ma la sensazione è che per l’ex rossonero non sarà ancora tempo di fermarsi: dovrebbe essere lui sul centro-destra a dettare in prima battuta il pressing ed a coadiuvare il lavoro che davanti alla difesa dovrà svolgere Francelino Matuzalem.

LEDESMA RIPOSA, MATUZALEM DOPO UN MESE – Ad un mese esatto dall’infortunio al ginocchio, Matuzalem è pronto a salire nuovamente in cattedra per aggiungere alla manovra laziale quella fluidità che è mancata ultimamente. Il brasiliano è stato sul punto di essere ripescato già contro Fiorentina e Milan, ma alla fine Reja ha preferito conservarlo per il terzo impegno della settimana: “Per noi il suo rientro è importante, ci dà tecnica nella zona centrale, ma per giocare deve stare bene. Ovviamente non potrà essere al 100%, ma se mi darà certezze fisiche giocherà dall’inizio”, ha spiegato il tecnico. Le garanzie sono arrivate prima per bocca dello staff medico, poi sul terreno di gioco, dove il playmaker di Natal è stato inserito nel gruppo dei fratinati. Contro Pellissier e compagni sarà lui il vertice basso del rombo di centrocampo, mentre l’altro brasiliano Hernanes (vertice alto) sarà chiamato ad ispirare le due punte. Il “Professore” ed il Profeta, le due menti sopraffine a servizio della manovra per ritrovare le trame brillanti del girone d’andata.

PROVATI ZARATE-SCULLI, MA KOZAK RESTA IN POLE PER AFFIANCARE L’ARGENTINO – In sala stampa Reja ha provato a far serpeggiare il dubbio (“Non so se giocherà dal primo minuto”), ma domani contro la quarta difesa del campionato, Zàrate tornerà a guidare l’attacco biancoceleste. Non si cono dubbi, la reazione dell’argentino al doppio stop disciplinare ha convinto anche il tecnico: “In allenamento si è impegnato molto, se continuerà a lavorare in questo modo ne trarrà soltanto dei benefici”. Allora tutto pronto per l’inedita (dal primo minuto sarebbe la prima volta) e scalpitante coppia con il gigante buono, Libor Kozak? Non proprio, o almeno non vi è ancora la certezza, visto che anche questo pomeriggio Reja ha continuato a mischiare le carte. Questa volta al fianco dell’argentino c’era Sculli, per un duo offensivo tutto dinamismo e scatti. E’ l’ipotesi alternativa a cui sta pensando zio Edy per scardinare la rocciosa, ma lenta coppia centrale veneta (Mandelli-Cesar), ma la soluzione Kozak resta ancora la più percorribile: “Le decisioni finali le prenderò solo domani mattina”, ha ripetuto il goriziano che su una cosa certamente non ha mai avuto dubbi: Lichtsteiner, Biava, Dias e Radu in difesa.

MODULO DIPENDE DAL CHIEVO– Molto dipenderà dalle scelte del Chievo. Le intenzioni iniziali di Reja sono quelle di presentarsi al cospetto dei veneti con uno speculare 4-3-1-2, ma nel caso in cui Pioli dovesse ribadire la trasformazione tattica di mercoledì con il Napoli (dal 4-3-1-2 al 5-3-2) il passaggio al 4-2-3-1 sarebbe immediato: “Il Chievo è addestrato molto bene ma noi siamo pronti , da inizio anno lavoriamo in particolare su questi due moduli, dipende dalle loro scelte, io cerco sempre di mettere in campo una formazione che possa mettere in crisi l’avversario”. Un motivo in più per dare per certa la presenza di Brocchi: con lui in campo, la variazione di modulo è naturale.

CONVOCATI – Al termine dell’allenamento odierno, l’allenatore biancoceleste Edy Reja ha diramato le convocazioni in vista della partita contro il Chievo: Portieri: Muslera, Berni; Difensori: Biava, Dias, Radu, Lichtsteiner, Scaloni, Stendardo; Centrocampisti: Bresciano, Brocchi, Gonzalez, Hernanes, Ledesma, Matuzalem, Mauri; Attaccanti: Foggia, Kozak, Sculli, Zarate.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Muslera, Lichtsteiner, Biava, Dias, Radu; Brocchi, Matuzalem, Mauri; Hernanes; Kozak, Zàrate.

PROBABILE PANCHINA: Berni, Stendardo, Scaloni, Ledesma, Bresciano, Gonzalez, Sculli.

INDISPONIBILI: Garrido, Diakitè, Floccari, Rocchi, Meghni,

Fonte:lalaziosiamonoi

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7255

Posted by on Feb 5 2011. Filed under Formello, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...