|

FLOCCARI GOL E LEZIONE DI FAIR PLAY

FLOCCARI GOL E LEZIONE DI FAIR PLAYPrima di siglare il pari l’attaccante calabrese ha regalato un gesto di grande sportività. Si scontra con Paci e lo aspetta mentre viene medicato per rientrare insieme. Poi rivendica l’1-1: «La rete è mia». «Antonelli ha deviato ma io su quel pallone ci sono andato: il gol lo sento lo stesso mio perché ci ho creduto». «E’ stata una partita dura, però è normale soffrire. Ci godiamo il momento, più avanti si vedrà il vero valore».

Campione e uomo, bravo due volte: per il gol al Parma e per la lezione di fair play regalata al mondo del calcio. Bravo due volte, signor Floccari. Prima di bucare la porta di Mirante ha regalato un gesto di grande sportività. Aveva com­messo fallo su Paci dentro il cerchio del centrocampo, era intervenuto a gamba al­ta, il difensore gialloblù era stato costret­to ad uscire. Sergio non ha ricominciato a giocare, prima di farlo ha atteso che il col­lega rientrasse, si è sincerato delle sue condizioni, ha aspettato stazionando fuo­ri dal rettangolo di gioco, vicino alla panchina di Re­ja. Ha rimesso piede in campo solo quando Paci ha avuto il via libera dei medi­ci e dell’arbitro. Floccari come Gattuso, il mediano del Milan in passato si rese protagonista di un episodio simile, sono entrambi cala­bresi, hanno in comune an­che il talento e l’umanità.

LE PAROLE -Applausi per Floccari, vuole il gol e me­rita di averlo assegnato, lo rivendica, se l’è preso, è suo:«Lo sento mio pure se c’è stata la deviazione di Antonelli, ci sono andato su quella palla, io ci ho creduto».Si è lanciato su quel pal­lone, l’ha spizzata quella palla facendola diventare avvelenata e la deviazione di Antonelli l’ha fatta terminare in rete. Floccari si è confermato un rapace d’area di rigore, ha riagguantato il pareggio, ha stoppato la fuga del Parma e ha permes­so alla Lazio di portare a casa un punto comunque prezioso. Floccari vuole quel gol, è il quinto firmato in campionato in undici partite (il numero 42 in serie A su 151 presenze totali), l’ha realizzato ad un soffio dallo scadere del primo tempo. Floccari segna e avrebbe potuto timbrare più reti, peccato che Hernanes non gli ab­bia servito quel pallone d’oro davanti a Mirante (ha tirato e sulla ribattuta il pal­lonetto di Zarate è stato respinto sulla li­nea,Sergio era libero). Floccari si fa tro­vare sempre pronto, ha iniziato a bombar­dare dalle prime giornate. I suoi gol sono pesanti, hanno permesso ai biancocelesti di spiccare il volo e continuarlo. Floccari è un serpente, morde avversari e palloni, sguscia in area e non perdona, colpisce di piede e di testa, da ogni posizione. E se avesse più palloni giocabili la collezionepersonale aumenterebbe.

IL LIMITE -Un solo golletto, questo ha par­torito la squadra di Reja. Eppure ha avu­to innumerevoli occasioni per buttare la palla dentro. Floccari ha capitalizzato una delle azioni più limpide, ha sfruttato l’an­golo battuto da Zarate:« La Lazio ha creato molto, forse dovevamo concretizzare maggiormente, dobbiamo riuscirci sin dalle prossime partite », ha detto a Sky. Floccari ha fatto il suo, ha attaccato a testa bassa, è partito alle spalle di Mauri­to. Nei primi minuti del match si era reso pericolo­sissimo, era andato via pro­prio a Paci, era entrato in area di rigore ma il suo tiro era stato respinto con il corpo da Lucarelli:«Abbia­mo provato a fare la gara che avevamo pensato in settimana, chiaramente poi ci sono anche gli avversari con cui biso­gna fare i conti. E’ stata una partita dura, è stata giocata su un campo pesante, non era facile» .

GLI OSTACOLI -La pioggia si è fatta sentire e ha complicato i piani. Floccari ha riven­dicato i meriti della Lazio e ha dato uno sguardo alla classifica, la Lazio ha difeso il secondo posto: «Siamo contenti per ciò che stiamo facendo e per la posizione di classifica che stiamo occupando ma si può sognare sino ad un certo punto. Ogni domenica è durissima, anche contro il Parma abbiamo sofferto, è normale».In casa Lazio l’imperativo è sempre e soltan­to uno:«Ci godiamo il momento e più in avanti, magari dopo il giro di boa, valute­remo il nostro valore». Floccari vale tanto.

Fonte: Corriere dello Sport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=4356

Posted by on Nov 22 2010. Filed under Curiosità, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...