|

ECCO PERCHE’ SERVE UN CAMBIAMENTO

Arrivati a questo punto della stagione, a otto giornate dalla fine con un quinto posto a 54 punti, il tifoso della Lazio non dovrebbe che essere contento. Perché ad inizio stagione l’obiettivo dichiarato era la salvezza e solo in seconda battuta si sperava in una qualificazione in Europa League. Invece è l‘esatto opposto e non solo a causa dei 3 derby persi, il quinto consecutivo, ma soprattutto per la qualità del gioco espresso e dal carattere della squadra, giudicato eccessivamente molle. Mister Reja, che non riesce a dare un gioco alla squadra, sostiene che ogni punto è stato conquistato con pieno merito ma è altrettanto vero che molti punti invece sono stati buttati via in malo modo.
La Lazio ha sfruttato indubbiamente le condizioni favorevoli di un torneo successivo ai campionati mondiali. Molte grandi squadre sono partite in ritardo, proprio a causa della scarsa forma dei loro campioni che hanno giocato in Sudafrica: il Milan, l’Inter e la Roma sono partite in affanno, la Juventus si è chiamata quasi subito fuori. La Lazio si è inserita in questo quadro con un organico fresco di una estate di riposo, con la mente libera dalle grandi aspettative e concentrata su una agile salvezza, con una preparazione atletica preparata per una partenza sprint. Grande attenzione sulla difesa e ripartenza veloci hanno portato la Lazio al comando della classifica anche se in nessun incontro i biancocelesti sono riusciti ad imporre il loro gioco.
A lungo andare però questo gioco non ha più pagato come prima ed i risultati ne hanno risentito. Quando la condizione atletica di Mauri ed Hernanes è venuta meno si è spenta la luce per la Lazio, gli avversari hanno iniziato ad aspettarla invece di aggredirla ed offrire il fianco alle ripartenze. Reja non ha saputo modificare l’aspetto tattico della squadra, non riuscendo neanche ad essere incisivo nei cambi. C’è da dire, a discolpa del tecnico friulano che la squadra è stata costruita dalla società con un po’ di approssimazione: non è stata acquistata una punta di peso capace di andare almeno in doppia cifra, né è stato sostituito Kolarov . Il risultato è un centrocampo molto tecnico ma con ben tre portatori di palla, Ledesma, Matuzalem ed Hernanes , Brocchi a “far legna”e con Mauri, unico ad aggredire gli spazi: logico che quando non giri lui la squadra si spegne. Il 4-2-3-1 ha bisogno di gamba e di incursori altrimenti il gioco si addormenta. In più il rebus Zarate, mai prima punta in questo campionato e purtroppo ormai incartato nelle sue incomprensioni con Reja. Il mercato invernale ha portato il solo preziosissimo Sculli, che non può bastare per una squadra che punta in alto. La Lazio poi non ha carattere, è una squadra femmina, tranne Firenze e non ha mai rimontato e vinto una gara, è incapace di reazioni rabbiose, si consegna inerme all’avversario ed è questa la cosa più frustrante per il tifoso, che non ha mai l’impressione che la squadra possa essere pericolosa.
Qualsiasi sia l’Europa dell’anno prossimo c’è bisogno di una seria riflessione tecnica, decidere un modulo su cui puntare e poi cercare gli uomini adatti, basta bravi ragazzi. Ci vogliono giocatori cattivi, “banditi” come dice qualcuno, gente che si faccia rispettare in campo, calciatori aggressivi e arrabbiati già negli spogliatoi. Scegliere definitivamente gli uomini da confermare e farli giocare nel loro ruolo. E bisogna riflettere anche sul tecnico, ottimo risolutore di emergenze e  ottimizzatore delle risorse disponibili ma forse è meno indicato per un progetto di alto livelli.

Igor Cortella

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8449

Posted by on Mar 20 2011. Filed under Esclusive SSLN, News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...