|

Djordjevic, sesto gol inutile

Djordjevic, sesto, gol, inutileSesto gol, l’ha firmato passando le pene dell’inferno. Perché non crossare di più? Perché lasciarlo solo là davanti. Perché non servirlo a dovere? Perché sfruttarlo male? Perché farlo penare? Tanti perché, una sola verità: Filip Djordjevic segna se gli arrivano i palloni giusti, se gli permettono di incornare (specialità che lo contraddistingue) altrimenti è sprecato.

RECORD. Quando Candreva riesce a battezzare le traiettorie giuste, Djordjevic si fa trovare pronto e fa centro. E’ successo ieri, è successo quasi sempre. Sei gol in serie A per il serbo, sette gol della Lazio nati da un cross (sei di Candreva). E’ record in campionato, nessuno ha fatto di più. E allora perché non crossare a raffica? Perché non provarci meglio? Gli interrogativi e i perché multipli meritano risposte.

La forza. Filip Djordjevic aspetta e spera in area, merita di ricevere palloni d’oro, sa capitalizzarli. A Empoli ha avuto due occasioni: ha fatto gol e ha sfiorato il raddoppio (parata di Sepe, ma il gioco era fermo). La Lazio, nello specchio della porta, ha tirato di meno, in tutte le prime dieci partite ci era riuscita almeno tre volte a gara, ieri no. Djordjevic, così, si sfianca e si avvilisce. Djordjevic ha bisogno di suggerimenti, magari di cross invitanti, al bacio. Li sfrutta in tutti i modi: di piede o di testa, a piacimento. Filip Djordjevic segna più di tutti. S’è risvegliato Klose, è vero. Ma lui non ha perso il posto e non ha smesso di centrare il bersaglio. Sei gol, s’è sbloccato a Palermo, ha continuato a bucare le reti. A Verona s’era inceppato per altruismo (che rimpianti), a Empoli ha ricambiato la stima di Pioli aumentando il bottino.

L’impatto. Djordjevic è una forza della natura, ha bisogno di una squadra e di un gioco che lo valorizzino. E’ uno spreco abbandonarlo al suo destino, sia fatta una riflessione. I cross di Candreva (in particolare) e le finalizzazioni di Filip sono vincenti, si sposano benissimo. Djordjevic, s’è detto più volte, sognava gli assist di Candreva da tempo, era ancora a Nantes. Oggi che può riceverli non gli arrivano con continuità, glieli servono col contagocce. E’ un attaccante di movimento, ma non può lanciarsi a rete da solo. I suoi tempi di elevazione si conoscono, si sono visti. E’ un attaccante tecnico, non segna banalmente, ha movenze eleganti. Un bomber così, in piena maturazione, può risolvere le partite più ostiche, può sfondare le difese più arcigne, può raddrizzare la baracca quando occorre.

Il pronostico. Djordjevic sta viaggiando a medie alte, ha segnato sei gol in undici partite, continuando così supererà la doppia cifra e chissà dove potrà arrivare. La Lazio sogna un bomber da 15-20 gol, non è utopia. Filip va avanti per la sua strada, non fa calcoli.
Oggi raggiungerà la sua Nazionale, la Serbia lo aspettava. Prima la Danimarca, poi la Grecia, prima un match valido per le qualificazioni europee, poi un’amichevole. Djordjevic si sdoppia, rientrerà a Roma nella settimana che porterà alla sfida contro la Juventus. Il settebello vuole centrarlo all’Olimpico, davanti a Madama.
Il duello con Klose è avvincente, si rinnova di gara in gara. La scelta, come sempre, spetterà a Pioli. Miro rimarrà a Roma, lavorerà con più serenità e libertà, può essere un vantaggio. Filip farà gli straordinari, proverà a rafforzare la sua candidatura da lontano, continuando a segnare, facendosi vivo così. Il gol di Empoli è un biglietto da visita pesante. Djordjevic c’è, basta capirlo, basta servirlo, basta ricordarsi chi è e cosa gradisce, poi ci pensa lui. Tranquilli.

 

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=34700

Posted by on Nov 10 2014. Filed under Campionato, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...