|

DINO BAGGIO: “LAZIO BATTI IL PARMA E VAI IN CHAMPIONS”

DINO BAGGIO: Roma – Dino Baggio, quarant’anni, ma lo spirito di un giocatori d’altri tempi: “Il pallone l’ho lasciato – ha detto l’ex biancoceleste in esclusiva ai microfoni di Lazialità.it – adesso insegno ai bambini in una scuola calcio qui a Tombolo nella provincia di Padova. In carriera ne ho viste tante, ho fatto il mio corso e sono contento”. Tante, forse troppe: “Tante in che senso? Rimase famoso il gesto che feci in un Parma-Juventus quando accusai l’arbitro Farina di essersi venduto la partita. Pagai enormemente per quella cosa ma non me ne sono mai pentito, anzi. Basta guardare quello che successe dopo qualche anno con Calciopoli. Eppure oggi nulla è cambiato, questo calcio non mi piace più, Napoli-Lazio di domenica scorsa ne è un esempio”. Un minuto di silenzio, via telefono poi sembra una eternità. Dopo una dichiarazione così non si può che riavvolgere il nastro, la prima domanda era sulla Lazio e sul suo periodo in biancoceleste: “Ho bei ricordi degli anni alla Lazio. Quei colori sono sempre stati nel mio destino, l’esordio in serie A l’ho fatto proprio in un Torino-Lazio 0-0 del 1990, poi ho giocato per due volte nella capitale, il primo anno fu intenso e rischiammo di vincere lo scudetto”. La sua prima esperienza, infatti, fu l’anno dopo lo scudetto del 2000, quello vinto con Eriksson. Il tecnico svedese fu riconfermato anche per la stagione successiva, ma già aveva le valigie pronte per trasferirsi in Inghilterra, al suo posto a metà campionato arrivò Dino Zoff, con il quale Dino Baggio aveva un rapporto bellissimo: “Per me è stato come un secondo padre, tra noi c’era un rapporto di lealtà e stima reciproca e poi mi faceva sempre giocare (ride, ndr). Con Zoff quell’anno rischiammo di vincere di nuovo lo scudetto, poi quel match con l’Inter e quel gol di Dalmat rovinarono tutto. I nerazzurri non volevano neanche vincerla quella partita”. Alla fine lo scudetto lo vinse la Roma, Dino Baggio giocò parecchi derby: “Sì ero in campo in quelli che sono andati meno bene, quello del 5-1 per esempio, Zaccheroni non ho mai capito perché ma mi fece giocare terzino destro. Il mio primo derby, invece, fu quello dell’autogol di Negro, ma ricordo l’atmosfera prima della gara, semplicemente fantastica, i tifosi, le curve, gli sfottò, tra le immagini più belle che ho vissuto nella mia carriera”. Ma indimenticabile rimane l’esperienza del mondiale negli States: “Senza dubbio, fu il periodo più felice della mia carriera, ho ancora tutte le partite salvate nel cassetto dei ricordi”. Ora c’è il presente e la sfida tra le due sue ex squadre, Lazio e Parma: “Il Parma lo vedo in difficoltà, non so cosa possa succedere con il cambio di allenatore, ma è messo male. La Lazio è un’ottima squadra, anche se in questi ultimi mesi ha perso parecchi punti può ancora raggiungere la Champions. Mancano poche partite, le gare in casa saranno decisive, se vincerà contro il Parma ha ottime chance considerando anche gli scontri diretti delle altre”. Il cuore sarà diviso a metà: “Sia a Parma che a Roma sono stato bene, ho grande simpatia per entrambe le squadre, che vinca il migliore”.

Fonte: Lazialità

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8842

Posted by on Apr 8 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...