|

Di padre in figlio, Wilson : ” serata di lazialità indimenticabile “

Di padre in figlio, Wilson : " serata di lazialità indimenticabile Grazie per sempre agli eroi del 1974, i padri dei figli, i padri del primo scudetto. “Pazzi, rissosi e indomabili… laziali”, hanno scritto nella Curva Maestrelli, quella banda conquistò il primo tricolore, quella banda ha avuto il potere di riportare il popolo laziale all’Olimpico, quarant’anni dopo. Capitan Wilson e i suoi compari vinceranno per sempre: «Non me l’aspettavo – ha detto il mitico Pino – è stato bellissimo vedere l’Olimpico così pieno, così felice. Siamo stati gratificati dalla presenza di 60mila persone, un grazie ai nostri tifosi, tutto questo è stato possibile anche grazie alle istituzioni. E’ stata una serata bellissima, il fatto che siano venuti tanti bambini la dice lunga, siamo felici di questo. Festeggiare il nostro scudetto 40 anni dopo, in uno stadio del genere, ci ha emozionati, è stato come vivere un sogno ad occhi aperti» . Bruno Giordano in campo, Bruno Giordano sotto la Nord, Bruno Giordano con la maglia biancoceleste addosso, sembra di tornare indietro nel tempo, vieni voglia di gridare gol: «Magnifico, è stato tutto magnifico, mi sono emozionato. Ogni giocatore tornato a Roma per questa notte – ha raccontato Giordano – ha fatto qualcosa di importante per la maglia della Lazio. Chi non vedevo da molto tempo? Forse Nesta, ma la cosa altrettanto bella è aver rivisto anche i figli di chi non c’è più come Maestrelli, Chinaglia, Sbardella. La Lazio è una fede che si tramanda di padre in figlio come recita il titolo dell’evento, se è stato emozionante per noi immaginiamo quanto lo sia stato per le persone che ci hanno voluto bene e ci hanno accompagnato nella nostra carriera».
Bruno Giordano e le sue prodezze incancellabili, Bruno Giordano bomber da record, nella galleria dei ricordi ha un posto riservato: « Dagli anni ‘50 in poi ci sono stati tutti i rappresentanti della Lazio all’Olimpico, è stato un bagno di lazialità incredibile. Il ricordo più importante che mi lega alla società? Forse l’1-0 a Napoli quando perdemmo lo scudetto con il gol di Damiani. Buttai la radiolina per terra, poi ebbi l’opportunità di fare il provino con la Lazio» .

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=31925

Posted by on Mag 13 2014. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...