|

Classe e genialità, Hernanes prende la mira

HERNANES QUASI TUTTI I GOL ALL'OLIMPICO, IL PROFETA VUOLE RIPRENDERSI LA LAZIO, HERNANES SOGNO LA CHAMPIONS CON LA LAZIO E LA COPPA AMERICA CON IL BRASILEMagie, invenzioni, colpi geniali e capriole: nel suo stadio il talento brasiliano ha regalato le prestazioni più esaltanti. L’Olimpico è casa sua: sei gol su sette li ha segnati davanti ai suoi tifosi

 

ROMA – La sua casa è l’Olimpico, qui si sente a meraviglia. Sei gol su sette li ha se­gnati a Roma: cinque in campionato ( sei totali) ed uno in Coppa Italia ( quello del derby contro la Roma). Il vero Hernanes si scatena di fronte ai tifosi biancocelesti, si rilancia sul terreno amico, si sente più si­curo, riesce a mettere in mostra il suo ta­lento. Magie, gol, invenzioni, assist al ba­cio, capriole, praticità e fantasia. All’Olim­pico si trasforma, entra nel vivo del gioco, si muove con agilità, partecipa di più alla manovra, si fa vedere in avanti, lancia i compagni a rete, colpisce a ripetizione. Il Profeta è casalingo, in trasferta rende di meno ( ha segnato solo ai prossimi avversari del Bari, è l’unica rete extratterito­riale). Il Profeta vuole ri­prendersi la Lazio, ha colpi­to contro il Chievo nell’ulti­mo match disputato in casa e ha voglia di ripetersi do­menica.

LO SCORE – Hernanes a Ro­ma, ecco la collezione com­pleta dei gol, ci sono perle di tutti i tipi e per tutti i gusti: il primo italiano lo realizzò in Lazio-Bologna, siglò il 3-1 su rigore. Mise la firma sul tabellino di Lazio- Catania (segnò l’1-1, i siciliani erano in vantaggio), tirò dal limite e fece centro. Stupì l’Italia intera con una punizione bef­farda ed elegante, si giocava Lazio- Inter (3-1), continuò a colpire in Lazio-Udinese ( 3- 2) e il gol rifilato al Chievo su calcio piazzato (1-1) è stato il primo del 2011. Non va dimenticato il penalty contro la Roma nel derby di Coppa Italia (2-1), ma non ser­vì per regalare il successo ai biancocelesti (determinò il momentaneo pareggio). Her­nanes all’Olimpico è sinonimo di punti: ha permesso alla Lazio di conquistare un bel bottino, ha risolto partite, le ha riacciuffa­te o comunque le ha ipotecate. Reja si au­gura di averlo al massimo contro il Bari.

I MOTIVI – Hernanes vive un periodo di ap­pannamento,l’unica gioia l’ha vissuta con­tro il Chievo. Reja lo aspetta e non capisce i fischi che si becca quando lo sostituisce, per la gente laziale il brasiliano è un idolo. Il Profeta è alla prima stagione italiana, gli manca la condizione migliore, non riesce a raggiungerla. Ha cambiato metodi d’alle­namento, abitudini di vita e calcistiche. In Brasile in questo periodo non è ancora ini­ziata la vera stagione, le squadre sono re­duci dalle vacanze, non hanno acquisito il ritmo da competizione. Il Profeta sta pa­gando l’adattamento, è una questione fisio­logica più che mentale. Edy e lo staff tec­nico le stanno provando tutte per fargli ac­quisire brillantezza: l’hanno fatto allenare durante la sosta natalizia, da alcune setti­mane gli stanno facendo svolgere un allenamento speciale per aumentare la resistenza in campo ( attra­verso esercizi di respiro). Reja gli sta parlando, lo con­siglia, lo confessa, gli sta vi­cino per scuoterlo, per trar­re il meglio dal suo poten­ziale.

IL BRASILE -Hernanes è cari­co nonostante le difficoltà e gli ostacoli che deve supera­re. Non è tipo che perde fi­ducia, non è tipo che si ab­batte facilmente. L’espulsio­ne col Brasile avrebbe but­tato giù un toro, lui no, ha capito d’aver sbagliato, si è spiegato col cit­tì Menezes, si è scusato, non voleva colpi­re Benzema, voleva prendere il pallone. Si è messo alle spalle quell’episodio, si è con­centrato sulla sfida di Brescia. Ha faticato un po’ troppo, ma Reja ha intenzione di confermarlo contro il Bari, sa che in casa il Profeta può essere determinante. Her­nanes sogna la Champions League con la Lazio e la Coppa America con la sua Nazio­nale ( si giocherà in estate). Hernanes ha tanti obiettivi e l’arrivo della primavera potrebbe consentirgli di migliorare. Le buone condizioni dei campi possono age­volare un campione come lui: ma il suo ter­reno preferito sarà sempre e solo l’Olimpi­co di Roma.

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=7555

Posted by on Feb 18 2011. Filed under Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...