|

CARO SECONDO, RIFLESSIONI POST DERBY

PIERPAOLO GENTILI CARO SECONDO RIFLESSIONI POST DERBYIl nostro amico Pierpaolo Gentili ha voluto condividere con noi questi pensieri

Ho ritrovato queste righe che scrissi alla vigilia di un derby e mi sono permesso di riproporlo in lettura perchè credo che è vero abbiamo perso un derby ma NOI ANDIAMO AVANTI, perche siamo diversi e della nostra diversità andiamo fieri. A testa alta e sciarpa al collo.

FORZA LAZIO E BASTA.

 

Caro secondo, proprio nella settimana del derby che dovevi stravincere per vendicare il 3 a 0 dell’andata ed il cappotto di manchester che vorresti volentieri dimeticare, ti scrivo queste righe.

Caro secondo, la nostra diversità non è soltanto storica ma è naturale, cromosomica: se a noi Laziali ci mettessero davanti 10,20,100 persone e ci dicessero chi è della Lazio e chi è della roma, noi ti individueremo subito, senza ombra di dubbio, senza sbagliare, perchè sei diverso da noi fisicamnete, nello sguardo, nel modo di camminare, di parlare, di riflettere.

Caro secondo, se provi ad andare sul sito UEFA e digiti il nome della tua squadra, ti rendi conto che non esisti. Nessuno ti conosci fuori del raccordo anulare. Niente: all’estero sei famoso solo per le coltellate.

Caro secondo, in quei pochi momenti di felicità hai festeggiato imbrattando una città imperiale, la più bella del mondo, mancandole di rispetto: hai colorato i monumenti, le strade, le piazze, i palazzi. Ti hanno detto che eravate tre milioni al circo massimo e ci hai creduto… tre milioni… nemmeno durante gli esodi estivi dalle città di tutta Italia… tre milioni, e ci hai creduto.

Caro secondo, ti spacci per cugino ma io non ho cugini e non ho parenti e non sono io a dirlo ma è la Storia, quella con la esse maiuscola. Io conosco la mia data di nascita mentre tu riesci solo a ricordare l’anno. Se ti chiedessi quando sei nato non sapresti rispondere. Noi, non solo abbiamo portato il calcio a Roma, ma abbiamo costruito um modo di essere, di vivere, di pensare, di tifare.

Caro secondo, sei rappresentato da un giullare di corte che quando entra in campo si mette il gagliardetto nelle mutande; e un onda mediatica lo sostiene come ciambella di salvataggio, è un effetto televisivo da psicanalisi. Non si è presentato per sorreggere la fiaccola olimpica perchè temeva il confronto con UNO DI NOI e ha detto che aveva male alla pancia…

Caro secondo, quando quest’estate il “giornalaio dello sport” titolava “Henry alla roma” tu, come al solito, ci hai creduto: basta che esce il titolone sul giornale ed è esaurito nelle edicole e tu a credere alle favole. Se fosse accaduto a noi le telefonate al direttore si sprecavvano ed il commento era: Non Prendeteci Per Il Culo!!!!.

Intanto Henry firmava il giorno dopo per 5 anni con l’Arsenal.

Però, caro secondo, il 6.1.2005 è successo qualcosa che mi ha fatto riflettere. Quando quel pallone ha raggiunto Paoletto, che in quel momento in un fermo immagine è la copia di Mr. Enrich, che con tutta la classe che lo distingue, te lo ha buttato dentro, non si è realizzato un record – quelli che a te piacciono tanto e sono falsi – ma un sogno. Il sogno di una, due generazioni che hanno aspettato sedici anni per vedere quello che nessuno potrà più vedere su un campo di calcio – e tu lo sai bene!!!… lo sai molto bene… e come se lo sai bene!!! –

Dopo sedici anni un tifoso di curva, un ultras torna e, come sedici anni prima, segna un gol sotto la stessa curva durante la partita più bella!!

Quando Paoletto ha esultato sotto la tua curva dicendo “… ho segnato io… io… ho segnato io ” e ti ha, ancora una volta, mostrato il dito il sogno è entrato nella STORIAS. Ed è qui il bello: noi siamo entrati nella STORIA e te lo ricorderemo finchè avremo la voce, la forza e lo trasmetteremo alle generazioni future, ai figli, ai nipoti.

E quando Paoletto è uscito dal campo mostrando le tre dita in alto e quando, ancora prima, ha guardato la tua gente e ha lanciato il braccio contro di loro il film del calcio si era completato.

La STORIA è entrata nella LEGGENDA.

E la parola FINE si è abbassata su tutti voi…

Perciò, caro secondo, io mi prendo il derby del 6.1.2005 e a te, comunque vadano, lascio tutti gli altri.

Tanto ti dovevo.

 

 

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=8256

Posted by on Mar 14 2011. Filed under Esclusive SSLN, News Lazio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...