|

Cariche e incompatibilità, venerdì c’è il Consiglio Federale: il focus è sul ‘triangolo’ Lazio, Salerno e Siena

Cariche e incompatibilità, venerdì c'è il Consiglio Federale: il focus è sul 'triangolo' Lazio, Salerno e SienaLe occasioni in cui la Lazio si trova impegnata in vicende estranee al rettangolo verde non mancano mai. Venerdì è la volta del Consiglio Federale, chiamato a pronunciarsi ufficialmente su generiche ‘modifiche regolamentari’. In concreto però, come sottolinea la Gazzetta dello Sport, il nocciolo della discussione sarà la modifica dell’articolo 16 bis delle Noif (Norme Organizzative Interne Federali), che a tutt’oggi vieta che vi siano partecipazioni in più società professioniste fino al quarto grado di parentela. E su questo punto, come noto, entrano in gioco Lazio, Salerno e anche Siena. La contemporanea presenza al vertice del club capitolino e di quello campano rende incompatibile la posizione di Claudio Lotito, dal momento in cui il Salerno Calcio ha raggiunto la promozione in Lega Pro. Già lo scorso anno, il Consiglio Federale modificò la parte della norma in cui si comprendeva il divieto fino alla Serie D, categoria dove fino a maggio ha giocato la formazione granata. Il 30 giugno, ovvero tra dieci giorni, avrebbe inizio il periodo di trenta giorni entro cui Lotito dovrebbe cedere una delle due proprietà. L’intrigo, però, è reso più complicato dalla presenza, in capo al Salerno Calcio, di Marco Mezzaroma, cognato del presidente laziale. Il comma 2 dell’articolo 16 delle Noif specifica infatti: “Un soggetto ha una posizione di controllo di una società o associazione sportiva quando allo stesso, ai suoi parenti o affini entro il quarto grado sono riconducibili, anche indirettamente, la maggioranza dei voti di organi decisionali ovvero un’influenza dominante in ragione di partecipazioni particolarmente qualificate o di particolari vincoli contrattuali“. Anche nel caso che Lotito lasciasse la sua carica salernitana, rimarrebbe da verificare che al cognato Marco non siano “riconducibili la maggioranza dei voti di organi decisionali ovvero un’influenza dominante” nel Salerno Calcio. Ma gli intrecci non finiscono qui: a Siena il presidente è Massimo Mezzaroma, cugino di primo grado di Marco. Massimo, però, è anche parente di quarto grado dello stesso Lotito, essendo cugino di primo grado di Cristina, moglie del patron biancoceleste. La situazione di incompatibilità, allora, non nasce con la questione-Salerno, bensì già con l’acquisto del Siena da parte di Massimo Mezzaroma? Come mette in evidenza la Gazzetta dello Sport, la risposta è positiva, ma la spiegazione sta nel fatto che la norma rimane inapplicata in tutte le sue sfaccettature. Se il caso Lazio-Salerno è entrato maggiormente al centro dei riflettori, è perché in questo caso è lo stesso Lotito a rivestire un ruolo di predominanza all’interno di entrambe le società. In ogni caso, venerdì si riunisce il Consiglio Federale: c’è da vedere che esito avranno queste ‘modifiche regolamentari’.

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=20197

Posted by on Giu 20 2012. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...