|

Cardelli : “lascio il calcio troppi stranieri”

Cardelli : "lascio il calcio troppi stranieriIl giovane spiega la sua scelta. Ieri la notizia che ha spiazzato tutti, lo sfogo di Filippo Cardelli, ormai ex giocatore della Lazio Primavera. Queste le sue parole rilasciate a GianlucaDiMarzio.com: “Sono felice, non mi pento. Certo, lasciare il campo da calcio non è una bella cosa, ma se le persone hanno capito le mie intenzioni sono contento”.

Il suo futuro sarà ora negli Stati Uniti: “Mi prendo un anno per studiare l’inglese, mi dedicherò allo studio. Poi ad agosto lascerò l’Italia. Voglio prepararmi bene, ma soprattutto riprendermi tutte le cose a cui non ho potuto prestare attenzione in questi anni. Gli amici, la famiglia, la mia vita sociale”. 

I suoi compagni non lo abbandonano: “Mi appoggiano, mi sostengono, i ragazzi sono con me. E’ una scelta personale”.

E Simone Inzaghi? “Per ora non mi ha ancora detto niente, ma si è sempre comportato bene. E’ una bravissima persona, sul serio”.

Uno dei motivi della sua decisione, l’infortunio: ““L’anno scorso mi sono rotto il ginocchio, sono stato fuori tutta la stagione. I miei hanno speso una fortuna per curarmi, è uno scandalo che non ci abbia pensato la Lazio. Fortunatamente ho buone possibilità economiche, ma tante altre persone no. Mi è dispiaciuto veramente tanto, davvero”.

Non tutti poi in squadra hanno un contratto: “Ad oggi la Primavera non ha un gruppo, è divisa. Ci sono quelli col contratto e quelli senza, ovvero tutti gli italiani tranne Dovidio e Rossi che sono i fuoriquota. Come si fa a creare un gruppo con queste divergenze? Gli stranieri sono quasi la metà, tra i giocatori italiani sono rimasti in pochi. Penso al gruppo degli Allievi Nazionali, sono rimasti soltanto Borrelli, Bezziccheri, Cardoselli e Folorushno. Tutti gli altri sono andati via (Pedrazzini, Nolano, Cotani). Potevano creare una rosa competitiva!“.

Tanti,troppi stranieri e non sempre forti: “Prendono giocatori normali, non fenomeni alla Keita. Io non sono contro gli stranieri a prescindere, sia chiaro. Se un ragazzo è bravo e viene da fuori son contento, mi aiuta a vincere. Fa la differenza. Ma ora sono troppi, davvero. Non c’è affiatamento”. Ed ecco, allora una decisione maturata col tempo: “Ci penso già dall’anno scorso, da quando mi sono rotto il crociato. Ho sofferto, ho pensato, mi chiedevo se ne valesse la pena. E allora mi son rimesso in sesto”. Sudore, sacrificio:“Quest’anno sto bene, ho fatto la preparazione e mi sento in forma. Avrei giocato titolare, l’allenatore credeva in me. Volevo dimostrare a me stesso di potercela fare. Poi ho cambiato idea”.

Cardelli continua: Non ci sono rispetto, dignità, interesse. Non c’è neanche la squadra, il gruppo. Spesso mi sono chiesto chi me lo facesse fare”. Il “calcio italiano è morto”, sostiene. “Tanti ragazzi arrivano in Primavera perché sono condannati a fare questo, molti rinunciano a tutto pur di inseguire il proprio sogno. Ma poi? Cos’hanno? Io sono fortunato, ho avuto la possibilità di prendere questa decisione. Altri no, meriterebbero di meglio. Ormai il calcio è così, pieno di stranieri. Dicono che gli italiani forti non ci sono, ma non è così! Guarda il Sassuolo, è arrivato anche in Europa League. Tutti italia. E io per questo sport ci ho lasciato un ginocchio….

Infine un messaggio: “Voglio ringraziare tutti per i messaggi e il sostegno. Mi hanno fatto cambiare il telefono, era impazzito a suon di notifiche. Dico solo grazie, davvero. Ormai questo calcio è una tristezza”.

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=42662

Posted by on Set 7 2016. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...