|

Calciomercato Lazio, Mister X con i soldi di Zarate al QPR

È la settimana di Maurito Zarate. E non tanto perché la Lazio domenica sera incontrerà l’Inter, cioè la squadra a cui l’ha sbolognato in prestito quest’estate e che sicuramente non lo manderà in campo nel posticipo di San Siro. Più che altro perché la cessione dell’argentino potrebbe finalmente far saltare il tappo anche al mercato in entrata della Lazio, visto che —con le cessioni definite di Sculli al Genoa e di Stendardo all’Atalanta —quello in uscita è più che attivo. Lotito ha promesso a Reja e ai tifosi un colpo extracomunitario da 14 milioni. «Un giovane», trapela da Formello: Dzagoev e Honda del Cska Mosca, Casemiro del San Paolo sono le piste più calde. Per arrivarci, però, la Lazio sta cercando di piazzare Maurito in Inghilterra, dove un estimatore ancora c’è e si è fatto vivo: il Queens Park Rangers. Il retroscena l’ha svelato il Daily Star: il nuovo proprietario del club londinese, il magnate malese Tony Fernandes, avrebbe formulato un’offerta di 12 milioni di sterline —guarda caso circa 14 milioni di euro —per togliere Zarate dagli impicci italiani e regalarlo a Mark Hughes, il tecnico ingaggiato il 10 gennaio per risollevare le sorti del club che in Premier lotta per la sopravvivenza. La pessima parentesi milanese di Zarate avrebbe convinto la Lazio ad abbassare le pretese sul cartellino, ai tempi riscattato dall’Al-Sadd con un esborso di 20 milioni, visto che il giocatore è in caduta libera di prestazioni e quotazioni da due anni a questa parte e, a giugno, sarebbe ulteriormente svalutato. In estate Lotito tornerà a parlare di Sculli con Preziosi. Ieri l’attaccante ha salutato tutti e, con la formula del prestito secco, è ritornato al Genoa dopo un anno in biancoceleste. «Sono contento come il primo giorno!», le prime parole di Sculli fissate sul sito del club rossoblu. Motivi familiari. Reja non si è potuto opporre, ma ha ricevuto garanzie d’intervento da parte della società che può ancora permettersi di manovrare nell’ombra per il credito ricevuto dopo gli acquisti estivi e soprattutto dopo la scoperta di Lulic, una rivelazione del campionato. Ieri il bosniaco ha compiuto 26 anni e domenica tornerà dove ha esordito in campionato, a San Siro: «Con l’Inter sarà difficile —ha detto alla radio ufficiale della Lazio —, ma noi andiamo a Milano per fare risultato».

Fonte: corrieredellasera

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=15573

Posted by on Gen 19 2012. Filed under Calciomercato, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...