|

Calciomercato Lazio, Honda distante Krasic l’alternativa

Calciomercato Lazio, Honda distante Krasic l’alternativaROMA – Si tratta per Keisuke Honda: entro martedì nuovo aggiornamento, forse sarà necessario tornare in Russia. C’è distanza economica tra offerta e richiesta, non basta uno scambio di fax per colmarla. Ballano almeno quattro milioni di euro, il Cska Mosca ne vuole 16, la Lazio ha proposto un prestito oneroso di due milioni più un riscatto a giugno fissato a dieci. La prima offerta è stata respinta, serve un rilancio. Lotito lavora su più tavoli, mercoledì sera ha inviato Tare in Russia (è tornato ieri alle 7.50) e sta pensando anche a Krasic della Juventus. Uno annullerebbe l’altro: Honda farebbe comodo da mezzala sinistra nel 4-3-1-2, il serbo si rivelerebbe utile come esterno nel 4-2-3-1 (la società spinge sempre per l’attuazione di questo modulo). E’ tutto in evoluzione, non a caso ieri ci sono stati due vertici di mercato: uno a Villa San Sebastiano e uno a Formello col tecnico biancoceleste.

HONDA – Si parte da Honda. La trattativa è aperta, ma è difficile. Il Cska Mosca non fa sconti e non sembra interessato alle contropartite Makinwa, Garrido e Carrizo (tra i pali hanno Igor Akinfeev, è il portiere della Russia). La Lazio deve liberare un posto per tesserare Honda e solo cedendo Makinwa e Carrizo può riuscirci. Il Cska non vende facilmente, è abituato a comprare e 24 ore fa si è fiondato su Podolski del Colonia. Avrebbe in pugno il tedesco, è pronto a riconoscergli un contratto da 5 milioni all’anno, è un vecchio pallino della Lazio. I russi hanno i soldi per dettare legge sul mercato.

A MOSCA – Torniamo a Mosca. La trattativa si è svolta giovedì, è andata avanti per molte ore. Il diesse Tare e il segretario generale Calveri, accompagnati dall’avvocato Oberto Petricca (portò Nakamura in Italia), sono stati ricevuti da Roman Babaev, direttore generale del Cska Mosca. Il presidente del club, Evgeniy Giner, era a San Pietroburgo in occasione del galà organizzato per i 100 anni della Federcalcio russa. Tra gli ospiti c’erano anche Michel Platini, presidente dell’Uefa, e Sepp Blatter, capo della Fifa. Il diggì Babaev era in contatto col milionario Giner, c’è stato un fitto scambio di telefonate. Il presidente del Cska ha conosciuto la proposta della Lazio e ha fatto trasmettere i costi dell’affare Honda a Tare. Il nipponico è un giocatore interessante, ma forse la valutazione è troppo alta. Nei mesi scorsi il Chelsea si era interessato al suo cartellino, il presidente Giner e Abramovich sono soci. La Lazio ha fatto filtrare un certo ottimismo, in realtà serve un’impresa per convincere i russi ad abbassare le pretese. Lotito ha il sì del centrocampista, il suo contratto non è considerato un problema. Vuole far leva su questo aspetto e sul fatto che Honda è in rotta con il tecnico Leonid Slutsky: ha problemi con molti giocatori, è sotto esame, si giocherà la conferma tra febbraio e marzo.

DZAGOEV E KRASIC – Il mercato russo aprirà ufficialmente mercoledì, quello italiano si chiuderà il 31 gennaio. La Lazio continuerà a lavorare per arrivare a Honda, ma il blitz è servito anche per chiedere informazioni su Alan Dzagoev, classe 1990, trequartista russo. Nel ruolo c’è Hernanes e Mauri tornerà tra poco più di un mese, una pedina come Dzagoev potrebbe trovare spazio in caso di ritorno al 4-2-3-1, è il modulo preferito dalla società: ipotesi che Reja finora ha scartato. Nel 4-2-3-1 (o nel 4-3-3) per Reja potrebbe trovare spazio uno come Milos Krasic, il serbo della Juventus, classe 1984. I bianconeri non vorrebbero darlo, smentiscono l’operazione, ma la Lazio ci sta pensando e potrebbe lanciare l’assalto nei prossimi giorni. Lotito sarebbe interessato al prestito con diritto di riscatto, una formula che gli è tanto cara.

ARSHAVIN – Si prevede un periodo molto caldo, non vanno dimenticate le altre piste: quella che porta ad Arshavin dell’Arsenal, è in vendita, può essere acquistato versando 5-6 milioni di euro. Sta giocando poco, deve trovare una squadra che punti su di lui, rischia di perdere gli Europei. In Italia piacciono sempre Parolo del Cesena e Kone del Bologna, in Germania il sogno è Kuzmanovic dello Stoccarda. Il San Paolo non molla Casimiro.

Fonte:corrieredellosport

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=15623

Posted by on Gen 21 2012. Filed under Calciomercato, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...