|

CALCIO/Lazio-Juventus 0-1: Reja “C’era rigore ed espulsione ma non usciamo ridimensionati. Lotteremo per il 3° posto. Cisse? Deve accettare la panchina”

Edoardo Reja, a Sky, ha dichiarato: La prestazione è soddisfacente. Non usciamo ridimensionato. Soprattutto per quanto riguarda il primo tempo, e nel secondo tempo non siamo stati fortunati come sul palo di Hernanes. Nell’occasione di Rocchi inoltre c’era rosso e calcio di rigore. La mano è netta, l’ho vista dalla panchina. Purtroppo diventa un episodio determinante, l’arbitro forse era coperto. Non soffermiamoci troppo. Loro si sono chiusi bene, difficile passarli. Siamo stati poco concreti li davanti. Sul piano del gioco e delle opportunità la partita l’abbiamo fatta. L’assalto finale non c’è stato perché avevamo speso molto, soprattutto per recuperare la palla visto che loro facevano girare bene la palle con Marchisio. Penso sia l’anno della Juventus, senza coppe han vinto partite importanti. La Lazio meritava qualcosa in più. L’occasione di Hernanes grida vendetta..se andava dentro forse potevamo anche vincere. Problema all’Olimpico? Difficile fare considerazioni. Oggi abbiamo giocato bene perché la Juventus è venuta a giocarsi la gara, altre squadre, tipo il Catania, si sono arroccate in area. Dobbiamo lavorare per essere più lucidi in zona-gol. Brocchi si è fatto male, qualche alternativa poi non è mancata. Ho provato Sculli, Cisse, Gonzalez. Non sono d’accordo con Conte. Negli ultimi 20 minuti finali i quattro del centrocampo si sono attaccati nella loro metà campo, lasciando tre davanti isolati.” Poi Rocchi preferito a Cisse: “Il francese è stato fermo due giorni, mentre Rocchi mi è sembrato in forma. E’ stato poco fortunato nelle conclusioni, speriamo che le prossime volte gli andrà meglio”.

Arrivando in sala stampa, l’allenatore goriziano della Lazio ha poi aggiunto: “Secondo me non riusciamo ridimensionati, perché abbiamo giocato bene i primi 25 minuti, ma siamo stati poco concreti. Su un contropiede, cosa che la Lazio non deve subire, abbiamo beccato il gol. Pubblico straordinario, e mi dispiace per i tifosi laziali. La squadra non meritava di perdere. Non sto li a recriminare, ma c’era anche un rigore con espulsione. Forse Rocchi era coperto, e non l’ha visto, amen. Il palo di Hernanes, poi dopo sono stati bravi a tenere palla. Sono tonici difensivamente, e hanno resistito gli ultimi 15 minuti. Sul piano del gioco siamo stati alla pari, penso che gli episodi siano stati più fortunati per loro. Serve lucidità sotto porta. Per competere a grandi livelli non puoi concedere certe ripartenze, devi migliorare la concretezza. Nonostante questo ci siamo stati. Era un test importante, è venuto fuori solo un risultato negativo. I ragazzi sono avviliti, sono convinti di non aver meritato la sconfitta. Ora si riparte per l’Europa League, ci teniamo molto, vogliamo passare il turno”. Sul gol, chi sbaglia? “Sono frazioni di secondo. Radu doveva ha fatto una sgroppata di 30 metri, e quando fa questo viene coperto da Lulic, evidentemente questo meccanismo è venuto meno. La Juventus ha attaccato bene gli spazi, anche Konko e Diakité non erano in posizione perfetta. Quando 60 mila ti spingono, devi avere la lucidità di capire che non puoi scoprirti troppo per andare tutti all’attacco”. Scelta Cisse out: “Rocchi era più adatto dal punto di vista tattico, perché si trova meglio con Klose per quanto riguarda i fraseggi. Da profondità. Cisse ha qualità individuali e va sfruttato fisicamente e per il suo tiro. Io pensavo di dargli fastidio nei movimenti, e Rocchi ha trovato due opportunità nitide. E’ la prima gara che giocava dall’inizio e non era facile, ma ha retto. Gli darò più spazio per trovare la condizione. Cisse voleva giocare e ci sta anche, ma non si è allenato per due giorni a causa di una botta. Per essere competitivi bisogna accettare le scelte del tecnico, a volte sbagliate, a volte giuste, ma sempre ponderate. Abbiamo Rocchi, Kozak e si può variare in fase offensiva. Altre volte sono stati esclusi Sculli, Hernanes, ecc. C’è anche la Coppa a cui pensare”. Brocchi uscito con le stampelle: “Zoppicava. Brocchi si era incavolato, voleva giocare, ma non era più in condizione per una botta. Gonzalez ci ha dato comunque dinamismo. Complessivamente ho visto prestazioni positive a livello individuale.” Obiettivo: “Beh noi abbiamo dichiarato di voler migliorare i 66 punti dell’anno scorso. Non è facile raggiungere una posizione migliore, anche perché solo tre vanno in Champions League. Il responso lo vedremo alla fine, ma sono convinto che abbiamo ottimi valori. Qualche infortunio c’è stato nell’ultimo periodo, ma Stankevicius e Diakité, stanno facendo bene. Dare continuità alla stagione precedente vuol dire essere maturi per un salto di qualità. In base a questo partiranno le strategie per un miglioramento qualitativo di questa squadra nel mercato.”

Fonte:cittaceleste

www.sslazionews.it

News SS Lazio, tutti i giorni 24 ore su 24 le notizie sulla Lazio, aggiornamenti da Formello, notizie di Calciomercato, risultati, classifiche, foto e highlights dei gol

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Short URL: http://www.sslazionews.it/?p=14702

Posted by on Nov 27 2011. Filed under News Lazio, Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

<

Commenti Recenti

  • Madic Roma: Certo che il calcio mercato della Lazio è sempre un mistero, non si sa mai come si sviluppa quali sono...
  • Madic Roma: Visto che i migliori se ne stanno per andare (v. Biglia, Candreva, Marchetti……..) almeno...
  • Madic Roma: Anderson, grande nota dolente. L’ho sempre definito il più grande flop preso dalla Lazio dopo il...
  • Madic Roma: Vedere la mia nota precedente. Bielsa è sempre stato un pazzoide presuntuoso e avido e nei confronti...
  • MadicRoma: Se è vero che ha chiesto 4 mln, cortesemente gli pagherei il taxi per Fiumicino invitandolo a salire su un...